Passa ai contenuti principali

Chi ben comincia #4

Avevo promesso di essere costante in questa rubrica ed eccomi qua ^^
ieri avrei voluto parlare di tante cose, ma non ne ho avuto il tempo :(
da dove cominciamo? E' uscito il trailer di Colpa delle stelle, è uscito Onyx, è uscito The Elite, ho cambiato la grafica (è stato più forte di me! Mi piaceva quella di prima..ma non so, le immagini stonavano sullo sfondo verdino xD)..insomma, tante cose belle in un solo giorno *_*
 Chi ben comincia... è una rubrica ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e consiste in poche, semplici regole:
• Prendere un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
• Copiare le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
• Scrivere titolo e autore per chi fosse interessato
• Aspettare i commenti

Il libro di cui vi lascio l'incipit oggi è Ti aspettavo di J. Lynn, alias Jennifer Armentrout. Lo so, lo so. Sto leggendo già Angelize..e Chi è Mara Dyer..e Cinder xD ma mi chiamava e non ho saputo resistere *_*


Nella vita avevo due grandi paure. La prima era quella di svegliarmi in piena notte e trovarmi faccia a faccia con un fantasma: improbabile, ma pur sempre un pensiero terrificante. La seconda era quella di entrare in ritardo in un’aula affollata. Odiavo essere in ritardo. Odiavo che la gente si voltasse a guardarmi. Il che era inevitabile se arrivavi un minuto dopo l’inizio della lezione. Per questo motivo, nel fine settimana, con Google Maps avevo calcolato al millimetro ladistanza tra il mio appartamento di University Heights e il parcheggio riservato agli studenti. E domenica avevo fatto avanti e indietro in macchina due volte per accertarmi che Google non si sbagliasse. Un chilometro e novecento metri, per la precisione. Cinque minuti in tutto. Ero persino uscita di casa con un quarto d’ora di anticipo, in modo da arrivare dieci minuti prima dell’inizio della lezione, che cominciava alle nove e dieci. Quel che non avevo calcolato era il chilometro e mezzo di coda allo stop: d’altronde, un
vero semaforo nel centro storico di una cittadina antica sarebbe stato chiedere troppo; inoltre non avevo previsto che in tutto il campus non sarebbe rimasto un solo posto libero. Avevo dovuto parcheggiare alla stazione ferroviaria là vicino, perdendo anche tempo prezioso a cercare le monetine per il parchimetro. Se proprio vuoi trasferirti all’altro capo del Paese, almeno prendi una stanza in dormitorio. Ce li hanno lì, i dormitori, vero? La voce di mia madre riecheggiava tra i miei pensieri quando mi fermai davanti all’edificio di Scienze intitolato a Robert Byrd, col fiato mozzo per aver percorso a passo spedito una salita troppo ripida. Ovviamente non ero voluta andare in dormitorio perché sapevo che prima o poi i miei genitori si sarebbero presentati all’improvviso e avrebbero iniziato a giudicare e commentare, e maie poi mai avrei permesso che un’innocente compagna di stanza assistesse a una scena del genere. Così avevo dato fondo ai miei sudati risparmi per affittare un trilocale vicino al campus. Mr e Mrs Morgansten ci erano rimasti molto male. E questo mi aveva dato grande soddisfazione. Mi stavo però già pentendo di quella piccola ribellione, perché, mentre transitavo dall’afa di quella mattina di fine agosto all’aria condizionata dell’edificio, erano già le nove e undici; e, come se non bastasse, l’aula di astronomia era al primo piano. Ma, soprattutto, perché diamine mi ero iscritta al corso di astronomia? Forse perché l’idea di partecipare anche solo a un’altra lezione di biologia mi dava la nausea? Sì, era per quello. Mi fiondai su per l’ampia scalinata, oltre la porta a doppio battente e... andai a sbattere contro il muro. Barcollai all’indietro, agitando le braccia come un vigile ubriaco. Il peso della borsa a tracolla piena di libri mi sbilanciò di lato. I capelli mi ricaddero sulla faccia, una coltre rossiccia cheper un attimo mi accecò completamente. Oh, santo cielo, stavo per cadere. Ormai era fatta. M’immaginai già con l’osso del collo spezzato. Sarebbe stato orribile... Qualcosa di solido e robusto mi cinse la vita, impedendomi di precipitare. La mia borsa invece finì a terra, rovesciando sul pavimento una pioggia di penne e libri costosissimi. Le mie penne! Le mie meravigliose penne stavano rotolando in ogni direzione. Un istante più tardi mi ritrovai addossata al muro. Il muro era stranamente caldo.Il muro sghignazzava. «Ehi, tutto a posto, tesoro?» disse una voce profonda.


Ogni volta quasi quasi vi riporto un capitolo intero xD fosse per me lo farei! 
Non potevo fermarmi nella parte più bella!

Bene, chi l'ha letto? :) Fatemi sapere che ve ne pare ^^

Commenti

  1. Oh Giu, ma come fai a leggere tutti questi libri?? :D Non vedo l'ora di leggere tutte queste recensioni. Adoro Noah *_*.
    Per quanto riguarda Ti aspettavo l'ho comprato proprio l'altro giorno, e sono stata fortunata perché ne era rimasto soltanto uno visto che è andato a ruba o_O
    L'incipit non lo leggo se no mi rovino la sorpresa ;).
    Io adesso sto leggendo Con te sarà diverso e lo sto praticamente divorando...è davvero bello *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Violet non lo so nemmeno io come faccio ahahahah xD
      Che fortuna ** io te lo consiglio! E' davvero molto bello!!!
      Amerai Cam *_*
      Sono curiosa di leggere la tua recensione di Con te sarà diverso, vorrei leggerlo anch'io **

      Elimina
  2. Che bella la nuova grafica :D

    RispondiElimina
  3. Ciao,che belle le righe del libro "ti aspettavo" sai per caso se è facile trovarlo in pdf per e book? ti ringrazio anticipatamanete. Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Elisa ^^
      io ho l'ebook, se mi contatti posso inviartelo ^^ però credo che sia epub non pdf.

      Elimina
  4. Grafiche sempre più belle eh, Giusy? Ti adoro *.*

    RispondiElimina
  5. Come diavolo fai a leggere tutti questi libri contemporaneamente lol

    RispondiElimina
  6. bellissimo incipt!!!*_*.....è un libro che desidero leggere!!!!^_^...
    Un bacione!!!
    P:S: bella anche questa grafica!!!^_*

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione "Ruin and rising" di Leigh Bardugo (Grisha Trilogy 3)

Ciao lettori, finalmente condivido con voi la recensione di " Ruin and rising " di Leigh Bardugo , terzo volume della Grisha Trilogy, attualmente inedito in Italia, ma Mondadori ha annunciato la pubblicazione dell'intera trilogia nel 2020 ( notizia qui ). Titolo: Ruin and rising Autore: Leigh Bardugo Serie: Grisha trilogy 3 Pagine: 422 Prossimamente in italiano Compralo a 5,49€ Soldato. Convocatrice. Santa . Il destino della nazione risiede nelle mani di una Convocatrice del Sole spezzata, un tracciatore in disgrazia e i resti di quello che una volta era un potente esercito magico. Il Darkling comanda dal suo trono di ombre mentre una debole Alina Starkov riprende la sua battaglia sotto la dubbiosa protezione di alcuni fanatici che la venerano come una Santa. Adesso le sue speranze risiedono in un'antica creatura magica scomparsa da lungo tempo e nella possibilità che un principe fuorilegge sopravviva ancora. Mentre i suoi alleati e i suoi nemici corrono ve

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis