Passa ai contenuti principali

#blp2019 day six: 3 libri letti nel 2018 che non ho recensito

Oggi parliamo di libri che abbiamo letto nel 2018 e non abbiamo ancora recensito. Io ho scelto tre libri che probabilmente non recensirò mai perché non ho molto da dire (e più tempo passa, più i ricordi sbiadiscono). 


L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello, Oliver Sacks4⭐


Con questo libro ho scoperto un autore che non vedo l'ora di approfondire. "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello" è una raccolta di episodi sui pazienti che Sacks ha studiato: un paziente con la sindrome di Tourette, gemelli che si sentono a loro agio solo con i numeri, una donna che si sente estraniata (letteralmente) dal proprio corpo e tanti altri casi clinici che ai nostri occhi risultato bizzarri e affascinanti. Come ho detto una volta, questo libro mi ha fatto vedere i 'pazzi' con altri occhi. La gente pensa che abbiano qualcosa che non va ed effettivamente spesso si tratta di un problema legato ad una parte del sistema nervoso. E' stata una lettura molto interessante. Non è un libro pesante, ma solo se lo prendete a piccole dosi, perché se lo leggete tutto d'un fiato le troppe informazioni potrebbero un po' confondervi. Quando c'è una spiegazione scientifica dietro al comportamento del paziente, Sacks la spiega nel modo più semplice possibile, ma ammetto che delle volte mi perdevo. La cosa peggiore del libro comunque è il fatto che delle volte una spiegazione non c'è e tu resti con la curiosità, argh! 


Volevo leggere qualcosa di Fitzgerald da quando ho letto "Il grande Gatbsy" qualche anno fa e l'ho apprezzato parecchio. Il curioso caso di Benjamin Button l'ho iniziato quasi per caso, non mi aspettavo che mi avrebbe preso così tanto. Sono solo poche pagine, verissimo, ma io ho un problema con i racconti perché spesso mi lasciano con un senso di insoddisfazione. E per alcuni potrebbe essere una storia senza capo né coda perché Benjamin Button nasce vecchio e muore giovane, ma non c'è nessuna spiegazione a ciò. Io invece non mi aspettavo più di tanto e l'ho trovato molto piacevole e coinvolgente. E' stata una lettura che mi ha fatto riflettere molto sullo scorrere del tempo. Vi consiglio di farci un pensierino. Se avete kindle unlimited potete approfittarne e leggerlo gratis. 

La ragazza del treno, Paulina Hawkins \ 3,5⭐


Letto in uno di quei rari momenti in cui avevo voglia di thriller. Ammetto di essere partita estremamente prevenuta perché ci sono in giro parecchie recensioni negative e molti lo avevano paragonato ad un altro libro che mi è piaciuto tanto. L'inizio è stato un parto, non mi ha preso per nulla ed ero pronta ad abbandonarlo. Alla fine però ho resistito perché a. stavo partecipando a una challenge, b. non mi piace abbandonare i libri. Per fortuna la storia diventa più movimentata e mi ha coinvolto di più. Una donna che scompare, personaggi misteriosi e i ricordi della protagonista che sono poco affidabili per via dell'alcool. Ho provato pietà per lei, Rachel, perché passa momenti terribili e tenta in tutti i modi di restare sobria, però diciamo che non l'ho adorata ecco, come non ho adorato gli altri protagonisti, ma sono tutti convincenti nei loro ruoli.  Le ultime pagine sono quelle che ho trovato più intriganti, naturalmente perché l'intreccio inizia a srotolarsi. Ammetto che il finale non me l'aspettavo perché il paragone con l'altro libro mi aveva portato fuori strada. Tutto sommato comunque si tratta di un thriller carino.

Cosa ne pensate di questi libri?



Programma di lunedi 25 marzo (qui il programma completo)
ORE 10:00 - Favourite Youtube Accounts - Sweety Readers
ORE 10:00 - Libri non recensiti nel 2018 - Divoratori di libri
ORE 10:00 - Rubrica incrociata - Il regno dei libri & I miei magici mondi

Commenti

  1. Ciao, non conosco nessuno di questi libri... Io sono più da fantasy e paranormal ma il primo titolo è veramente buffissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stessa cosa io, ma ogni tanto mi capita di fare qualche lettura fuori dalla mia comfort zone. Il primo mi è stato assegnata da una mia professoressa :) e tutti gli episodi sono un po' buffi, veramente carino da leggere!

      Elimina
  2. Il 2018 non è stato un bell'anno per me in fatto di recensioni e ce ne sono un sacco che dovrei recuperare e chissà se mai lo farò. Dei libri che hai citato ho letto “La ragazza del treno“ che non mi ha fatto impazzire per lo stile di scrittura poco coinvolgente e Rachel. Non mi è proprio piaciuta come protagonista. Ho nella tbr “L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello“ e ora sono ancora più curiosa di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che a me ha lasciato quasi indifferente, ho giusto provato un po' di pena per lei per tutto quello che ha passato ^^!

      Elimina
  3. I primi due non li conoscevo per niente. La ragazza del treno invece l'ho letto e condivido del tutto la tua opinione (abbiamo dato anche lo stesso numero di stelline!)

    RispondiElimina
  4. Ciao! Il primo libro non lo conoscevo, il curioso caso di Benjamin Button l'ho visto in tv, ma non ho mai letto il libro. La ragazza del treno l'ho letto sull'onda delle recensioni entusiaste, purtroppo però non mi ha preso per niente. L'assasino lo avevo già sgamato nei primi capitoli e la cosa non mi è piaciuta xD condivido il tuo parere sulla protagonista, poi entrare nella testa di un'alcolista non è per niente facile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alcuni dicono sia meglio il film con Brad Pitt, ma c'è da tenere in considerazione che quello di Fitzgerald è un racconto brevissimo.
      Guarda, andare avanti con La ragazza del treno è stata una vera impresa XD comunque l'assassino effettivamente era facile da capire, ma io continuavo a pensare all'altro libro letto e al fatto che tecnicamente dovevano essere simili, quindi mi ha mandato completamente fuoristrada XD

      Elimina
  5. Mi riprometto da anni di leggere La ragazza del treno e poi rimando sempre, prima o poi ce la farò ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se consigliartelo o meno ahahah! Non è stato terribile, però di sicuro non mi ha lasciato tantissimo ^^!

      Elimina
  6. Solitamente non rimango indietro con le recensioni, ma per buona parte del 2018 sono stata assente dal blog e quindi non ho condiviso un sacco di recensioni: la pentalogia di Percy Jackson ad esempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me purtroppo capita quando leggo troppi libri in un periodo breve (ad esempio la scorsa estate) XD

      Elimina
  7. Il libro di Oliver Sacks mi incuriosisce un sacco, sembra una lettura particolare ma molto interessante!
    La ragazza del treno lo lessi subito dopo la prima pubblicazione, quando emerse come grande fenomeno del momento. Carino, ma sinceramente non mi aveva entusiasmato più di tanto.
    Quello di Fitgerald invece l'ho scoperto proprio l'altro giorno mentre cercavo qualcosa di interessante su Kindle Unlimited, ed è andato dritto dritto in tbr - nell'attesa di riuscire a recuperare Il grande Gatsby!

    RispondiElimina
  8. I primi due li ho in lista da una vita. Prima o poi...

    RispondiElimina
  9. Buongiorno... non sono riuscita a commentare prima, ma ero davvero curiosa di leggere gli altri post. Be', non ho letto nessuno dei romanzi da te citati, il primo non lo conoscevo nemmeno e visto il tema credo non rientri propriamente nelle mie corde. Gli altri, invece, li ho entrambi in attesa di lettura per un momento in cui mi sentirò ispirata. Spero che questo momento non venga procrastinato troppo, anche perché ho deciso di non vedere il film di Benjamin Button prprio per leggere prima il racconto, quindi come mio solito sono bloccata. XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Risponderemo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riusciamo a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Recensione "Nevernight. Mai dimenticare" di Jay Kristoff (o anche "Tutto quello che non mi è piaciuto del libro")

Ciao lettori, oggi recensione di Nevernight - Mai dimenticare , primo volume delle Cronache dell'Illuminotte , scritto da Jay Kristoff . Come già vi anticipo nel titolo, questo libro non mi è piaciuto. Adesso cercherò di spiegarvi per bene perché, cercando di evitare gli spoiler. Quei pochi che ho inserito sono stati oscurati, evidenziateli con il mouse per leggerli :D Titolo: Nevernight. Mai dimenticare Serie: Gli accadimenti di Illuminotte 1 Autore: Jay Kristoff Pagine: 462 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2019 (ita), 2016 (eng) Comprarlo a 17,00€ Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gl

Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buongiorno, oggi recensione de L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han , primo volume della Summer Trilogy , lettura perfetta per l'estate!  Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto. Stranamente questo libro mi è piaciuto. È raro che uno young adult mi appassioni, eppure è stato così. Belly ogni anno non vede l'ora c

Recensione "Hotel Magnifique" di Emily J.Taylor: review tour

Buongiorno lettori, maggio è un mese di libri belli e per la seconda volta vi lascio la recensione di un libro che stavo aspettando con tanta trepidazione, si tratta di “Hotel Magnifique” di Emily J. Taylor. Ringrazio la casa editrice per la copia digitale gentilmente fornita in anteprima, Silvia per aver organizzato l’evento e Dolci per la sempre splendida grafica! Titolo: Hotel Magnifique Autore: Emily J.Taylor Casa editrice: Mondadori (Oscar fantastica) Pubblicazione: 16 maggio 2023 Traduttore: Sofia Castiglioni Reich Pagine: 444 " Per tutta la vita Jani ha sognato l'altrove. Ma ormai si è rassegnata: non lascerà mai la sporca città portuale di Durc, dove si guadagna a malapena da vivere lavorando alla Conceria Fréllac e si occupa della sorellina Zosa. Tutto cambia però quando arriva il leggendario Hotel Magnifique. Celebre per i suoi stupefacenti incantesimi, l'edificio si sposta per il mondo comparendo in un nuovo luogo allo scoccare di ogni mezzanotte. Quando vengon

Recensione "Spietate promesse" di Rebecca Ross

Buongiorno lettori, oggi sono super emozionata di presentarvi la recensione di “Spietate promesse” di Rebecca Ross, l’atteso seguito e conclusione della dilogia “Divini rivali”, per cui ringrazio di cuore la casa editrice per la copia digitale fornita in anteprima! Vi avverto, per chi non ha letto il primo libro ci saranno inevitabilmente degli spoiler sulla sua fine! Qui la recensione    di Divini rivali! Titolo: Spietate promesse (#2 letters of enchantment) Autore: Rebecca Ross Data di pubblicazione: 7 Maggio 2024 Casa editrice: Fazi Editore Pagine: 512 Traduttore: Stefano Andrea Cresti "Dopo aver vissuto in prima persona gli orrori della guerra, Iris è finalmente tornata a casa, ma la vita lontano dal fronte è tutt’altro che facile: Roman è disperso e non si hanno sue notizie da settimane, l’esercito di Dacre continua ad avanzare puntando verso Oath, mentre i suoi abitanti, ostili e diffidenti nei confronti delle divinità, sono sempre più inferociti. Quando a Iris e Attie viene

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione "Uno splendido disastro" di Jamie McGuire

Ciao divoratori, vi lascio la recensione di  Uno splendido disastro di Jamie McGuire   che ho finito di leggere da poco. Vi anticipo che in questo post ci sono SPOILER . Titolo: Uno splendido disastro Autore: Jamie McGuire Pagine: 335 Editore: Garzanti Anno: 2013 Compralo a 5,86€ Camicetta immacolata e coda di cavallo. Abby Abernathy sembra la classica ragazza timida e studiosa. Ma in realtà è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una compagna diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio. C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano

Guida di lettura e recensione: "Broken bonds" di J. Bree

 Buongiorno lettori, oggi volevo dedicare un articolo a una serie che mi ha tenuto compagnia per una settimana intera e che ho letteralmente DIVORATO: "Broken Bonds" di J. Bree, serie urban fantasy romance reverse harem.  Qui le informazioni del primo libro, al quale seguirà una guida di lettura con l'ordine di lettura, e delle informazioni sul mondo e sui personaggi della Broken Bonds, o meglio dire "Bonds That Tie" serie.  Titolo: Broken Bonds Autrice:  J. Bree Pagine:  289 Editore:  self publish Pubblicazione:  28 Giugno 2021 Trama tradotta in modo amatoriale Dopo la morte di mia madre e dei suoi Bonds, mi sono sentita sollevata nel trovare i miei Bonds. Ero sicuro che tutto sarebbe andato bene se li avessi avuti. Non lo era. Il destino della nostra gente è nelle mie mani e so che staremmo meglio se fossimo soli. Dopo cinque anni di fuga, vengo catturata e trascinata indietro per affrontare gli uomini da cui ero scappata. Pensavo di fare la cosa giusta. Ora,

Recensione "La biblioteca delle ombre. Una ghost story" di Rachel Moore

Buongiorno lettori, oggi vi lascio la recensione de “La biblioteca delle Ombre. Una ghost story” di Rachel Moore, per cui ringrazio come sempre la casa editrice per la copia gentilmente fornita! Titolo: La bliblioteca delle ombre. Una ghost story Autore: Rachel Moore Traduttore: Aurora dell'Oro Editore: Fanucci Data di pubblicazione: 19 aprile 2024 Pagine: 276 "Radcliffe Prep è la terza scuola più infestata del Paese, dove la scomparsa di uno studente non è cosa rara e nessuno osa restare in biblioteca dopo il tramonto. Este Logano si iscrive con la speranza di ritrovare il padre morto. Non letteralmente, ovvio, ma frequentare la sua stessa scuola sembra essere la migliore speranza di capire chi fosse. Qui incontra Mateo, che, a quanto pare, è un fantasma a tutti gli effetti. E per di più uno di quelli fastidiosi e irritanti da morire. Quando coinvolge Este nel furto di un libro raro dalla torre segreta della biblioteca per poi sparire, lei dovrà rintracciarlo per non essere e

Recensione "La corte di rose e spine" (A court of thorns and roses #1) di Sarah J. Maas

Ciao lettori, oggi parliamo del libro "La corte di rose e spine" di Sarah J. Maas  ( A court of thorns and roses ), una lettura che mi ha fatto provare tantissime emozioni e che alla fine mi ha fatta innamorare! Continuate a leggere per saperne di più. Titolo:  La corte di rose e spine Serie:  A court of thorns and roses #1 Autore:  Sarah J. Maas Pagine:  483 Editore:  Mondadori ⇨  Acquistalo qui Una volta tornata al suo villaggio dopo aver ucciso quel lupo spaventoso, però, la diciannovenne Feyre riceve la visita di una creatura bestiale che irrompe a casa sua per chiederle conto di ciò che ha appena fatto. L'animale che ha ucciso, infatti, non era un lupo comune ma un Fae e secondo la legge "ogni attacco ingiustificato da parte di un umano a un essere fatato può essere ripagato solo con una vita umana in cambio. Una vita per una vita". Ma non è la morte il destino di Feyre, bensì l'allontanamento dalla sua famiglia, dal suo villaggio, dal mondo d