Passa ai contenuti principali

Recensione "La chimera di Praga" di Laini Taylor

Oggi si conclude ufficialmente il gruppo di lettura de "La chimera di Praga" con la recensione del libro di Laini Taylor, primo volume di una trilogia pubblicata in Italia da LainYa.

Titolo: La chimera di Praga
Autore: Laini Taylor
Pagine: 383
Editore: LainYa
Compra il libro
Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale. Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si  scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita. Con questo libro unico, già finalista al National Book Award, tra i più alti riconoscimenti letterari negli USA, e acclamato dalla critica più esigente, Laini Taylor tesse un raffinato modern fantasy permeato dalle intriganti atmosfere praghesi e dalla tradizione mitologica del mondo classico, in cui la ricerca della natura interiore s’accompagna alla scoperta del vero, ma sempre contrastato amore.

 Recensione "La chimera di Praga" di Laini Taylor

Io lo so che dopo questa recensione mi prenderò i pomodori perché il libro in questione, apprezzato da chiunque (vi sfido a trovare qualcuno che ne parla male, oltre me, muahahahah), a me non è piaciuto. Eppure il mio giudizio negativo non è stato dettato dalle aspettative (la mia acidità invece sì), come capita di solito, ma principalmente perché la storia non mi ha fatto impazzire.

Karou è una studentessa di arte, che vive nella bellissima Praga (che fino al 50% della storia io ho letto "Amsterdam", ma questo sarà dovuto a qualche mio ritardo mentale). Ha una famiglia un po' particolare, formata da strane chimere che donano desideri in cambio di denti. Il negozio in cui si svolge questo business è un portale che permette a persone di tutto il mondo di accedervi per negoziare, la stessa Karou lo utilizza per spostarsi da una parte all'altra del mondo per alcune commissioni.

Già quando ho iniziato a leggere i primi capitoli (almeno una decina) che mi hanno lasciato completamente indifferente, alcune rotelle nella mia testa si sono azionate: vuoi vedere che sarò l'unica pecora nera?

Per fortuna dopo la storia diventa interessante, specie quando entra in scena il bellissimo, purissimo, tenebrosissimo Akira. Che è un angelo. E qui sono caduta dal pero perché ammetto che non avevo idea che avrei letto un libro con gli angeli (se non ci fosse stato scritto "chimera" nel titolo, non sapevo manco che ci fossero... questo per dirvi che non ho letto la trama o almeno l'ultima volta che l'ho fatto era tipo il 2013? Ah, comunque titolo poco spoileroso, eh). Comunque l'idea non mi dispiaceva perché ho apprezzato un sacco la trilogia de L'angelo caduto, quindi ben venga un libro con chimere e angeli!

Eppure la figura dell'angelo freddo e tenebroso si sbriciola dopo pochissime pagine, cosa che sinceramente non mi ha fatto tanto piacere. Akira, per qualche strano motivo, si sente attratto da Karou, e quindi lei diventa il suo pensiero fisso. Anche Karou prova uno strano sentimento per quest'angelo. Insomma, l'autrice inserisce una sorta di instalove (INSTALOVE, già) che comunque per la prevedibilissima spiegazione che c'è dietro, poteva anche essere giustificato, ma il modo in cui il tutto è gestito è grosso NO. Se non ci fosse stato, sicuramente avrei apprezzato di più il libro, ma il punto è che la storia d'amore è praticamente il fulcro, quindi per buona parte, specie quella finale, non si legge d'altro. DU PALLE! Giuro che arrivata al 70% volevo abbandonare (e voi lo sapete quanto io odio farlo!), tutto pur di evitare di finire il libro, ma avendo l'ultima tappa del gruppo di lettura, ho dovuto soffrire. Anche se non mi aveva fatto impazzire fino a quel momento, la storia la trovavo comunque interessante e piacevole, ma quell'ultima parte non sono riuscita proprio a digerirla.


Il problema è dovuto anche alla struttura del libro e al modo in cui l'autrice ha gestito il tutto. Secondo me non c'è equilibrio. Ci troviamo scene più interessanti e scene che parlano del nulla, poi flashback che durano capitoli e capitoli (che quando si torna al presente siamo tutti un po' "EH? CHE SUCCESSO DOVE SONO CHE ANNO SIAMO" perché nel frattempo hai letto 4535 pagine). L'unico motivo che mi ha spinto ad andare avanti (con fatica) sono alcuni misteri, ma ad una certa manco quelli perché l'autrice ha fatto di tutto per evitare di dare risposte, in maniera parecchio ridicola tra l'altro. Alias ogni volta che un personaggio è sul punto di rivelare informazioni interessanti, ecco che arrivano trecento pagine di flashblack. Furba.

Che poi sei talmente esausta che mandi a fanculo la verità, che tanto alla fine è di una banalità sconcertante. E buona parte del libro è scontata (se togliamo la faccenda delle chimere e dei desideri), per non parlare delle risposte ("I serafini e le chimere sono nemici naturali e quindi si fanno la guerra" EH????). Vi giuro che ho sentito parlare di originalità e quindi da questo punto di vista mi aspettavo parecchio, ma alla fine, se togliamo le chimere e qualche altra cosa (che non posso dire per evitare spoiler), mi è sembrato parecchio banaluccio.

Dei personaggi poi non ne parliamo. L'unico vagamente decente mi è sembrato Thiago, praticamente lo psicopatico di turno, ed ho detto tutto. Karou non mi ha convinta al 100%, ma onestamente sempre meglio di Madrigal, Akiva, Zuzanna e company, abbastanza stereotipati per il momento, nonostante l'autrice si impegni per dar loro una personalità.

Gli unici due punti positivi, per quel che mi riguarda, sono:

1. Lo stile dell'autrice. Non l'ho trovato eccezionale, ma riconoscono che sa scrivere bene e che è abbastanza coinvolgente. Infatti ho letto il libro in tre-quattro giorni e senza difficoltà, se escludiamo appunto l'ultimo 30% della storia.

2. L'ambientazione, Praga. Ok, per buona parte della storia ero convinta di essere ad Amsterdam, ma è stata colpa mia, non del libro. Finalmente una città diversa e che viene descritta in maniera decente.

Non è stato proprio terribile perché comunque si lascia leggere con facilità, ma ho trovato più aspetti negativi che positivi. Ero decisa a non leggere nient'altro della Taylor, ma farò un altro tentativo con il secondo volume perché 1. sono masochista, 2. mi sono fatta alcuni spoiler dei successi e c'è un personaggio che vorrei conoscere, 3. non dovrebbero esserci troppi flashback (SPERO), 4. si legge velocemente, 5. lo leggerò con le altre blogger, quindi avrò supporto morale XD, 6. avrò kindle unlimited ancora per un po' ed è uno dei titoli disponibili XD.
Già me ne sto pentendo.
La trilogia
1. La chimera di Praga 2. La città di sabbia 3. Sogni di mostri e divinità


Fatemi sapere cosa ne pensate!

Commenti

  1. E niente... non riesco a ricordare tutti gli insulti del commento sparito, ma giuro che erano parecchi ahhahah
    Io sono stata più benevola nel giudizio anche se la parte finale e i flashback mi hanno proprio ammorbato la lettura e il cliffhanger venuto dopo l'ammorbamento mi ha indisposta parecchio. Confidiamo nel seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah
      comunque se fosse stato gestito in maniera diversa, di sicuro lo avrei apprezzato di più!

      Elimina
  2. Sulla parte dell'originalità non concordo con te, il worldbuilding, i denti, ecc li ho trovati di una novità pazzesca. Anche l'ambientazione a Praga e la rivelazione finale. Ma il bello è proprio questo secondo me. Ciò che colpisce uno non lo fa a un altro ed è giusto così. Comunque sei coraggiosa e ti ammiro, proseguiamo che ci si diverte

    RispondiElimina
  3. Io fino a quasi il 50% ero affascinata, poi un po' per volta mi sono freddata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sin dall'inizio ho avuto qualche problemino, anche se tutto sommato la prima metà a tratti l'ho trovata interessante...

      Elimina
  4. Ooohhh Giusy!! Mi sa che le pommodorate ce le dobbiamo dividere io e te! Devo dire che l'inizio a me era piaciuto. Poi però la fiera del cliché... e non nomino neanche la cosa dello zucchero, che sono signora e sono 5 giorni che bevo il caffè amaro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahah
      la prima metà io l'ho trovata interessante!

      Elimina
  5. L’avventura descritta è incredibile per la bellezza e complessità dei personaggi e per l’intreccio creato tra passato e futuro. La città di Praga fa da sfondo a questo scontro secolare, creando un’atmosfera tranquilla nonostante il tumulto interiore dei personaggi.
    La storia è stravolta e rimodellata, con un susseguirsi di colpi di scena che lasciano il lettore senza fiato. Nuovi personaggi sono introdotti piano piano che la storia prosegue, con particolari e dettagli fondamentali che saranno rilevanti in capitoli successivi. Il passato e il presente di Karou sono fusi insieme, risolvendo i misteri che circondano la sua figura.
    La vicenda è così appassionante che, arrivati all’ultima riga, il desiderio di leggere il seguito è difficile da frenare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in parte. Se fosse stato gestito meglio e in maniera equilibrata (quindi non quel blocco di flashblack alla fine), di sicuro lo avrei apprezzato di più...

      Elimina
  6. Sai già come la penso perché ne abbiamo parlato però non posso che concordare con te sulla parte dei lati positivi perché coincidono xD

    RispondiElimina
  7. A me è piaciuto ma ho letto con piacere la tua recensione perchè mi piace vedere difetti che magari non noto, o che non mi infastidiscono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male XD è sempre difficile recensire negativamente un libro amato da tanti!

      Elimina
  8. vabbè dai pecora nera è un parolone, non sei l'unica a non aver apprezzato questo libro, altre nostre colleghe blogger hanno lasciato giudizi negativi, ma credo sia giusto così, ognuna di noi ha una diversa visione del libro e trovo importante leggere tutti i pareri e discuterne. sai che noi tutti ad amare le stesse identiche cose?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che non avevo mai letto recensioni negative XD e punto questo libro da tanto!
      Però da quando l'ho recensito ho scoperto che ci sono un paio di persone che la pensano come me.

      Elimina
  9. All'inizio questo libro non mi ispirava per nulla, sembrava davvero troppo complicato. E poi invece è stato amore a prima vista. Ora non vedo l'ora di cominciare a leggere il seguito!!! :)

    RispondiElimina
  10. Non può piacere tutto, almeno hai trovato degli aspetti positivi nonostante le premesse di demolizione che hai dato XD

    RispondiElimina
  11. Concordo sul fatto che la seconda parte è troppo incentrata sulla storia d'amore ed è troppo sdolcinata.

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Risponderemo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riusciamo a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Recensione "Due cuori in affitto" di Felicia Kingsley

Recensione di " Due cuori in affitto " di Felicia Kingsley, libro romance perfetto per l'estate!  Titolo: Due cuori in affitto Autrice: Felicia Kingsley Editore: Newton Compton Pagine: 353 Anno: 2022 Compralo a 3,70€ O ascolta l'audiolibro   Da leggere se amate questi trope: -  forced proximity 👫 - hate to love👩‍❤️‍💋‍👨 - only one bed🛌 - fake relationship  Recensione "Due cuori in affitto" di Felicia Kingsley Summer e Blake sono due sconosciuti che si ritrovano a condividere una casa vacanze perché i proprietari, una coppia sul punto di divorziare, l'hanno affittata a due persone diverse senza consultarsi. Entrambi i protagonisti si presentano con due compagni che però spariranno ben presto, lasciandoli soli. Parliamo di due personalità opposte : da un lato abbiamo Summer , persona abitudinaria, il cui sogno è diventare una sceneggiatrice; dall'altro c'è Blake , scrittore di bestsellers che vive di sregolatezze e che considera gli sceneggia

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

on the read: 5 libri ambientati in Francia

Ciao lettori! Sono felice di annunciarvi l'inizio di una bellissima collaborazione con Baba di Desperate Bookswife ! Abbiamo unito il nostro amore per i libri e per i viaggi ed è venuta fuori questa rubrica di consigli. Di volta in volta io e Baba vi proporremo dei libri ambientati in diversi Paesi. Per questo primo appuntamento abbiamo scelto la Francia !

Recensione libro "La quinta onda" di Rick Yancey

Ciao lettori! In collaborazione con La cercatrice di storie oggi vi lasciamo la recensione del primo volume della serie La quinta onda di Rick Yancey . Fatemi sapere cosa ne pensate! Titolo: La quinta onda (the fifth wave #1) Autore: Rick Yancey Pagine: 504 Editore: Mondadori Anno: 2014 Scheda amazon Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare. In un'avventura che mescola la suspence de La guerra dei mondi e l'azione d

Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buongiorno, oggi recensione de L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han , primo volume della Summer Trilogy , lettura perfetta per l'estate!  Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto. Stranamente questo libro mi è piaciuto. È raro che uno young adult mi appassioni, eppure è stato così. Belly ogni anno non vede l'ora c

Recensione "Ravensong. Il canto del corvo" di TJ Klune

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di " Ravensong. Il canto del corvo " di TJ Klune . Si tratta del seguito di Wolfsong,  libro che ho letto e amato la scorsa estate! Ringrazio la casa editrice per la copia omaggio.  Titolo: Ravensong. Il canto del corvo Serie: Green Creek 2 Autore: TJ Klune Pagine: 619 Editore: Triskell Edizioni Anno: 2020 Comprarlo a 5,99€ Gordo Livingstone non ha mai dimenticato le lezioni incise sulla sua pelle. Temprato dal tradimento di un branco che lo ha abbandonato, ha cercato conforto in un’officina nella piccola città di montagna in cui vive, giurando di non lasciarsi più coinvolgere dagli affari dei lupi. Avrebbe dovuto bastargli. E gli è bastato, finché i lupi non sono tornati, e con loro anche Mark Bennett. Alla fine, hanno affrontato la bestia insieme, come un branco… e hanno vinto. Un anno dopo, Gordo si ritrova ancora una volta a essere lo stregone del branco dei Bennett. Green Creek ha trovato un equilibrio dopo la morte di Richard C

Harry Potter e la pietra filosofale: pensieri, citazioni e differenze libro-film

Anni che mi riprometto una rilettura di Harry Potter e finalmente, dopo la maratona andata in onda su Italia 1, sono riuscita ad iniziare sul serio La pietra filosofale . Ho sempre voluto parlarvene qui, ma  come?  Come parlare di una storia che conoscono praticamente tutti? Perciò ho pensato di pubblicare un articolo diverso al posto della solita recensione. Sarà un post di riflessione, con citazioni*, differenze con il film ecc . ATTENZIONE, CI SONO PICCOLI SPOILER! "A Harry Potter, il bambino che è sopravvissuto." Titolo: Harry Potter e la Pietra Filosofale Autore: J. K. Rowling Serie: Harry Potter 1 Pagine: 302 Editore: Salani Editore Compralo a 8,99€ Harry Potter è un ragazzo normale, o quantomeno è convinto di esserlo, anche se a volte provoca strani fenomeni, come farsi ricrescere i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Vive con loro al numero 4 di Privet Drive: una strada di periferia come tante, dove non succede mai nulla fuori dall’ordi

Recensione "Nevernight. Mai dimenticare" di Jay Kristoff (o anche "Tutto quello che non mi è piaciuto del libro")

Ciao lettori, oggi recensione di Nevernight - Mai dimenticare , primo volume delle Cronache dell'Illuminotte , scritto da Jay Kristoff . Come già vi anticipo nel titolo, questo libro non mi è piaciuto. Adesso cercherò di spiegarvi per bene perché, cercando di evitare gli spoiler. Quei pochi che ho inserito sono stati oscurati, evidenziateli con il mouse per leggerli :D Titolo: Nevernight. Mai dimenticare Serie: Gli accadimenti di Illuminotte 1 Autore: Jay Kristoff Pagine: 462 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2019 (ita), 2016 (eng) Comprarlo a 17,00€ Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gl

Recensione "All this twisted glory. Una rete di intrighi" di Tahereh Mafi

Buongiorno lettori, oggi torniamo a parlare di Tahereh Mafi con "All this twisted glory. Una rete di intrighi", il terzo volume della serie "This woven kingdom" per cui ringrazio di cuore la casa editrice per la copia gentilmente concessa!  Qui  troverete la mia recensione del primo libro della serie! Titolo:  All this twisted glory. Una rete di intrighi #3 this woven kingdom Autore: Tahereh Mafi Casa editrice: Fanucci Pagine: 300 Traduttore: Bianca Giolitti Data di pubblicazione: 10 maggio 2024 "In qualità di erede al trono Jinn, Alizeh ha ritrovato il suo popolo e forse anche l’opportunità di liberarlo. Cyrus, il sovrano di Tulan, le ha offerto il suo regno a patto che lei prima lo sposi e poi lo uccida. L’oscura reputazione di Cyrus lo precede: il suo passato sanguinario è noto in ogni angolo del pianeta. Ecco perché ucciderlo dovrebbe rivelarsi un compito facile, soprattutto quando accettare la sua offerta significherebbe avere la strada spianata per compi