Passa ai contenuti principali

Recensione "Guida ai vizi e alle virtù per giovani gentiluomini" di Mackenzi Lee

Oggi recensione di "Guida ai vizi e alle virtù per giovani gentiluomini" di Mackenzi Lee, uscito qualche giorno fa in libreria. L'edizione contiene due volumi in uno, ma oggi recensirò il primo, mentre tra un paio di giorni troverete la recensione di "Guida ai pizzi e alla pirateria per giovani gentildonne". Ringrazio la casa editrice per la copia!

Titolo: Guida ai vizi e alle virtù per giovani gentiluomini
Autore: Mackenzi Lee
Serie: Fratelli Montague 1
Pagine: 424 (primo volume, 864 entrambi)
Editore: Mondadori (Oscar Fantastica)

"Guida ai vizi e alle virtù per giovani gentiluomini". Henry "Monty" Montague è nato per essere un gentiluomo, ma né i collegi più esclusivi d'Inghilterra né la disapprovazione del padre sono riusciti a imbrigliare le sue passioni: il gioco, il buon vino, e l'amore di una donna. O di un uomo. Monty si è infatti innamorato perdutamente del suo migliore amico, Percy, con il quale parte per il Grand Tour: un ultimo anno di fuga e di follie edonistiche prima di assumersi le sue responsabilità di lord. Ma un'incauta decisione trasformerà quel viaggio in una caccia all'uomo attraverso l'Europa, mettendo in discussione tutto il mondo di Monty. "Guida ai pizzi e alla pirateria per giovani gentildonne". Felicity Montague ha due obiettivi nella vita: evitare il matrimonio con Callum Doyle e iscriversi alla facoltà di medicina, riservata agli uomini. Una speranza però c'è: l'eccentrico dottor Alexander Platt sta cercando assistenti. Felicity dovrebbe recarsi da lui in Germania, ma non ha i soldi per il viaggio. Fortunatamente una donna misteriosa si offre di pagarglielo, purché la porti con sé travestita da sua cameriera. Quali sono i veri motivi di tanta insolita generosità?

Recensione "Guida ai vizi e alle virtù per giovani gentiluomini" di Mackenzi Lee

Posso dire di essere sorpresa?
Quando è uscito Loki non avevo nessun interesse per questa autrice, ma questo ero molto curiosa di leggerlo. Devo dire che mi aspettavo di peggio, invece mi ha piacevolmente sorpreso.

La voce narrante è Henry "Monty", una piccola canaglia figlio di un lord inglese che ha in particolare tre interessi: l'alcool, il gioco d'azzardo e il sesso. Monty racconta con umorismo il suo Grand Tour in giro per l'Europa, viaggio che presto si trasforma in una vera e propria avventura, con tanto di briganti, pirati e alchimisti!

Sapevo ben poco sulla storia e non avevo idea di che direzione avrebbe preso, ma devo dire di aver apprezzato molto questa sorta di viaggio "on the road" nel Settecento. 

Monty è un disastro di ragazzo e, seppur in certe occasioni è da prendere a schiaffi, il suo umorismo mi ha divertito e mi ha dato l'impressione di uno di quei personaggi che alla fine della storia avrà un'ottima evoluzione, e così è stato. Certo, non è che sia diventato un santo all'improvviso, ma ho particolarmente apprezzato quel suo tentativo di migliorare.

La vera rivelazione del libro però per me è stata Felicity che con la sua intelligenza e il suo cinismo mi ha fatto subito simpatia. Anche se è un po' un cliché, ho apprezzato il fatto che l'autrice non abbia troppo calcato la mano (come la Maniscalco 👀) e per il momento è rimasto un ottimo personaggio che non vedo l'ora di conoscere meglio in Guida ai pizzi e alla pirateria per giovani gentildonne.

Mi è piaciuto anche il rapporto tra lei e Monty, tipico da fratello e sorella in cui si litiga spesso, ma ci si vuole anche bene e lo si dimostra nei momenti difficili.

Percy invece è stato un personaggio che spicca meno rispetto agli altri. E' timido e dolce ed è il miglior amico del protagonista, nonché la sua cotta. Il loro rapporto è carino, ma in alcuni punti frustante perché è molto evidente i sentimenti che provano entrambi. 

E' un romanzo d'avventura che tratta diversi temi, anche se in molto semplice: razzismo, bisessualità, maschilismo tanto per citarne alcuni. Considerato che si tratta di un romanzo senza pretese, ho apprezzato il modo in cui vengono affrontati, senza risultare troppo forzati. 

L'unica cosa è che forse avrei voluto un paio di pagine in meno perché in alcuni punti mi è sembrato leggermente noioso, mentre in altri molto coinvolgente e scorrevole. Nel complesso comunque è stata un'ottima lettura di svago. 

Valutazione: 3,5



Commenti

Post popolari in questo blog

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis