Gennaio WRAP UP: pensieri, letture, serie tv

Non so se gennaio sia durato tre mesi o meno, so solo che a me non è poi sembrato così lungo. Sarà che quando c'è di mezzo la sessione di esami il tempo sembra scorrere velocemente. Questo mese vi propongo un riepilogo diverso. Ho deciso di aprirmi un poco con voi, cosa che non faccio quasi mai né sul web né fuori dalla schermo. Sono una persona estremamente riservata, quindi spero possiate apprezzare il mio tentativo. Inoltre ho deciso di aggiungere le visioni del mese di gennaio. Come anticipato su facebook voglio portare anche qui i film e le serie tv che guardo perché il mio secondo blog è momentaneamente in pausa.

Passando al recap, per me gennaio è stato un mese triste. Non so, sarà colpa del riepilogo di fine anno (cos'ho fatto di speciale quest'anno? niente), sarà l'inizio del nuovo anno (cosa farò di speciale quest'anno? niente) ed ecco che è subito tristezza.

Per fortuna a tenermi compagnia i libri, ma soprattutto le serie tv. Sì, le serie tv mi aiutano di più nei momenti "no" perché posso guardarle senza concentrami troppo. Tra le serie che ho visto Sex education S2. La prima stagione è stata la mia preferita del 2019 e con la seconda si riconferma la mia preferita anche del 2020 (e in generale, di sempre). Amo i personaggi, amo le vicende, amo il trash (lo spettacolo di Romeo e Giulietta tra le cose preferite di sempre), amo le amicizie, le storie d'amore, il girl power (c'è una scena che difficilmente dimenticherò), l'educazione sessuale e tutti i messaggi positivi che trasmette.

In questo 2020 ho deciso anche di terminare alcune serie tv che lo scorso anno avevo messo da parte per poi dimenticarmene. Ho sposato la filosofia un episodio al giorno perché spesso preferisco leggere e non trovo il tempo per guardare mezzo episodio e, visto che sono tante le serie tv che seguo e apprezzo (per non parlare di quelle che voglio assolutamente vedere), mi sembra giusto trovare almeno un'oretta al giorno. Amo la lettura, ma ho anche altre passioni che non voglio assolutamente mettere da parte (tipo la pittura, che a distanza di mesi ho finalmente ripreso).

Una delle serie tv lasciate a metà è Shameless. Mi mancavano pochi episodi per finire la nona. Shameless è una di quelle serie tv che mi mette felicità. Certo, mi fa anche piangere, ma quando si ride, ci si piega in due. La nona stagione mi è piaciuta molto di più dell'ottava e alcuni momenti mi hanno spezzato il cuore. L'addio di uno dei personaggi più importanti di questa serie è stato toccante. Mi mancherà tanto. Adesso sto guardando la decima e secondo me sta tornando lo Shameless di un tempo. Adoro, adoro, adoro.

Altra serie che mi fa sempre sorridere, e pure tanto, è Broklynn 99. Sono felice di non essermi bruciata la quinta stagione in un soffio perché nei primi giorni di gennaio è stata la mia salvezza e adesso l'attesa della sesta (doppiata in italiano) sarà infinita.

Se potessi essere la protagonista di una serie tv, vorrei essere una di quelle di The Bold Type. Voglio il loro talento, il loro armadio, il loro lavoro, i loro ragazzi, il loro capo e la loro amicizia. Se siete alla ricerca di una serie che affronta temi importanti senza essere troppo pesante e che vi mandi "good vibes", questa è perfetta. Inoltre è 100% girl power. Non vedo l'ora di vedere la seconda stagione!


Ultima serie che ho visto è la terza di Skam Italia. L'avevo interrotta perché non stavo apprezzando la recitazione della protagonista. Nei primi episodi è più o meno accettabile, ma quando i toni si fanno più drammatici, diventa imbarazzante. Negli ultimi episodi si è ripresa un pochino, però nel complesso questa stagione non mi ha entusiasmato troppo. Attendo comunque la quarta.


Sul fronte letture ho terminato 5 libri e mi ritengo abbastanza soddisfatta.


It di Stephen King è stata l'ultima lettura del 2019 e la prima del 2020. Mi mancavano circa 200 pagine per finire. L'ho adorato, anche se alcune cose nel finale... brividi. Ho letto Gli scomparsi di Chiardiluna e La memoria di Babel di Christelle Dabos, rispettivamente il secondo e il terzo volume de L'Attraversaspecchi, e mi sono piaciuti molto. In particolare ho apprezzato tantissimo quest'ultimo che si piazza tra le letture preferite di gennaio. La profezia dell'Armadillo è stato il mio primo Zerocalcare, un fumetto interessante che a tratti mi ha fatto sia ridere sia riflettere. Mi ci sono ritrovata molto. E poi Good Omens di Neil Gaiman e Terry Pratchett che mi ha piacevolmente intrattenuto e ora non vedo l'ora di leggere altro di questi due autori. E di recuperare la serie tv.



Non mi dilungo ancora, anche perché ho pubblicato già qualche commento su instagram, su facebook e nei www wednesday (6 | 7 | 8) .

A gennaio ho pubblicato anche le mie 6 letture preferite del 2019, i 12 libri che voglio leggere quest'anno e la recensione di Regina dell'aria e delle tenebre. Avrei ancora tantissimi post da recuperare, ma fino a quando la sessione invernale non sarà conclusa dubito di poterlo fare. Infatti vi chiedo pazienza se sarà un po' assente. Dopo il 14 recupero tutto.

Nel frattempo ditemi com'è stato il vostro gennaio e, se vi va, condividete con me i vostri riepiloghi. Appena ho un po' di tempo passo a leggervi. ♥️

Commenti

  1. un proposito di quest'anno è di cercre di vedere qualche serie tv, non riesco mai, ma vorrei tanto provarci. Prendo nota

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari