Passa ai contenuti principali

Recensione 'La Custode di Parole' di Alric e Jennifer Twice: Review Tour

Buongiorno lettori, oggi per il suo Review Tour dedicato è il mio turno di lasciarvi la recensione de “La Custode di Parole” di Alric e Jennifer Twice, primo volume di una nuova serie fantasy francese in uscita proprio oggi! Ringrazio come sempre la casa editrice per la copia gentilmente fornita e Silvia per avermi coinvolta nell’evento!


Titolo: La Custode di Parole

Autore: Alric e Jennifer Twice

Casa editrice: Mondadori

Pagine: 540

Data di pubblicazione: 4 aprile 2023

Traduttore: Gioia Sartori

"«Non ho mai visto nessuno amare le parole come te. E quando dico "amare"' parlo di vero amore. Tu parli ai libri. Ma è ora che tu scopra il mondo fuori dalle pagine, che lo guardi con i tuoi occhi. Parti all'avventura. Il mondo ti aspetta a braccia aperte. Ma per questo dovrai spiccare il volo, assumerti dei rischi. Staccati da ciò che ti trattiene. Trova la tua strada, non solo quella che vogliono scrivere per te.»"



RECENSIONE DE 'LA CUSTODE DI PAROLE' DI ALRIC E JENNIFER TWICE

La storia è ambientata in un mondo dove le Parole hanno un grande potere. Possono avvicinare, separare, demolire, aiutare, condannare, essere un’arma, amare, distruggere o salvare il mondo. Sono dotate di una volontà propria e influenzate dalle emozioni, sono una grande responsabilità, un dono, ma allo stesso tempo anche un fardello e un peso terribile da sopportare.
A comprenderlo bene sarà la nostra protagonista Arya che scoprirà di essere proprio lei la Custode di Parole, l’unica in grado di opporsi all’Oscurità che sta minacciano i suoi cari e il suo intero mondo…

Arya è una giovane pasticcera che ama profondamente i libri e la lettura, è contenta della sua vita, ama la sua famiglia e si accontenta di viaggiare con le ali della sua fantasia in fantastici mondi immaginari, non conosce la cattiveria e la violenza. Ma Arya è anche piuttosto sola, ha un unico ‘amico’ oltre ai libri per cui darebbe la vita, il principe Aïdan, l’ultimo figlio del Re, anche lui isolato da tutti, perché malato e soprattutto perché unico nella famiglia reale a non possedere la magia!
All’inizio del libro mi sembrava quasi di stare in una favola, anche visivamente mi è sembrato di ‘vedere’ l’inizio del cartone Disney della ‘Bella e la Bestia’ con Belle che va in giro per il suo paesino con un libro e in mano e tutti gli abitanti che cantano colorati contenti e felici. Ho subito empatizzato con questa ragazza, le sue parole potevano benissimo essere le mie:

"Il tempo è un concetto che non mi appartiene. È scandito dai libri divorati e le lancette si muovono al ritmo delle pagine che girano con un fruscio familiare e rilassante. Nella mia stanza non c’è nessun orologio a richiamarmi all’ordine, così continuo a leggere senza dare ascolto alle grida del mio corpo affamato di sonno. È impossibile addormentarsi prima di aver finito un capitolo e, quando ne concludo uno, non posso fare a meno di buttarmi su quello successivo, catturata dalle avventure leggendarie che racconta. Credo di essere affetta da una strana malattia, da cui però non voglio guarire."

Quest’ idillio viene però bruscamente interrotto dall’arrivo del male nelle vesti dei Cavalieri di Vetro, che nel giorno della festa per il rinnovo annuale del Trattato -che limita l’uso della magia per prevenire disordini e violenze solo nel regno di Hélios- portano distruzione e morte. Arya per la propria salvezza si troverà così a dover scappare lontano da tutti e tutto abbandonando la sua tranquilla e felice vita per venire catapultata in un travagliato viaggio alla scoperta di se stessa in compagnia di strambi personaggi, per cercare le Parole che potranno salvare il Regno e per ritrovare lo scomparso Aïdan e i suoi famigliari.

Il mio problema più grande purtroppo è stato di non aver sopportato la protagonista per la maggior parte del libro, l’ho rivalutata solo negli ultimissimi capitoli, quando ormai disperavo di assistere in una sua crescita di qualche tipo.

Arya è molto infantile e ingenua per la sua età e quando si trova coinvolta suo malgrado in una lotta per la salvezza del mondo che non ha chiesto non fa altro che abbattersi e piangersi addosso! Io la capisco anche, probabilmente all’inizio mi sarei comportata anch’io così in fondo deve subire le conseguenze del suo essere ‘prescelta’ senza poter avere alcuna voce in capitolo, deve combattere per una causa che non ha scelto e soprattutto di cui nessuno le dà alcuna spiegazione!

Arya va avanti alla cieca guidata solo da una sommaria infarinatura che le viene da data dalla Tutrice, da una mappa magica che la guida nella ricerca delle Parole e dall’aiuto del suo protettore, un giovane e alquanto particolare ladro, Killian Nightbringer e da altri personaggi che incontrerà lungo la sua ricerca. Piange per quasi tutto il libro perché non sa cosa fare, dubita continuamente delle proprie capacità e si lamenta costantemente di tutto! Effettivamente nessuno le spiega nulla, l’unico che dovrebbe istruirla e indirizzarla, Killian, non fa altro che prenderla in giro, stuzzicarla e provocarla con atteggiamenti davvero bipolari, la chiama Amore, ma le dà spesso dell’idiota, ah quanto non l’ho sopportato in certi momenti, seppur i loro battibecchi siano stati molto divertenti.

E’ solo che mi aspettavo una maturazione maggiore dal suo personaggio, volevo un’evoluzione più tangibile, volevo vederla imparare comunque ad un certo punto a cavarsela anche da sola, a crescere in tutti i modi possibili! Ed invece a parte gli ultimi capitoli ha sempre bisogno dell’appoggio degli altri ed è questa è la cosa che più mi ha dato fastidio! Perché il legame, importante ai fini della storia, che instaura con i suoi compagni di viaggio è molto bello, ma mi aspettavo un’eroina che imparasse a prendere prima di tutto coscienza della propria forza e indipendenza!

Tutti non fanno altro che ripeterle quanto sia eccezionale e speciale, come il mondo venga illuminato dalla sua straordinaria presenza, quanto il mondo abbia bisogno di lei (??????), ma il perché è molto difficile da credere visto le scelte alquanto discutibili che prende! Vuole salvare a tutti i costi il suo unico amico Aïdan, perfetto, normale, peccato però che il ragazzo non abbia fatto altro che maltrattarla sfogando la sua frustrazione su di lei e soprattutto abbandonandola nel momento di maggior bisogno, lasciandola priva di sensi, non sapendo nemmeno se fosse stata morta!

Insiste nel cercare un legame con Killian con il quale si intuisce un certo interesse -un potenziale enemies to lovers?- che, nonostante sia comunque un personaggio davvero interessante, per il momento è ambiguo e forzato, lui DEVE proteggerla, ma non sappiamo perché, non sappiamo nulla della sua vita o della sua storia, e le sue azione sembrano totalmente fatte a caso.

E’ come se i personaggi fossero ingabbiati nei ruoli che gli sono assegnati: il ladro, protettore, la balia, il mostro, è un po’ snervante! Salvo solo Alric, perché lui sì che ha un'evoluzione e un percorso stupendo!

Il worldbuilding poi è originale, mi è piaciuto, ma è davvero appena solo abbozzato! Non sappiamo nulla della magia, a parte pochi accenni non sappiamo perché la magia è ‘limitata’ solo nel regno di Hélios e come questo abbia impatto con i regni vicini, come sia strutturato l’intero mondo in cui si muovono i personaggi, manca oltretutto una mappa per capire i vari spostamenti, il resto del mondo poi sembra non sapere della tragedia avvenuta a Hélianthe e quindi appare tutto scollegato!

La scrittura è fluida, ma tante scene danno l’impressione di essere superflue, soprattutto dei mille piagnistei di Arya e pagine e pagine di litigi tra i vari personaggi, qui litigano tutti, secondo me poteva essere molto più breve e ne avrebbe guadagnato la scorrevolezza della storia.

Pensavo poi fosse più incentrato sul potere delle parole e dei libri, invece l’ho trovato quasi l’opposto, un invito a non limitarsi a quello, ad abbandonarli per uscire a vedere il mondo con i propri occhi e a fare le proprie esperienze per crescere e maturare, un inno a vivere la vita!

Nell’insieme quindi contando che si tratta di un primo libro di una serie, di quattro libri per adesso, e quindi di introduzione mi sento comunque di approvarlo! La storia ha del potenziale così come la protagonista che mi auguro vivamente abbia un salto di qualità nei libri successivi, che spero davvero vengano portati presto in Italia perché comunque ne sono rimasta davvero incuriosita!

3,5⭐⭐⭐


Alessia

Come sempre passate dalle altre blogger a leggere le loro recensioni 😉




Commenti

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Recensione "Shadowspell Academy Vol.1 l'incantesimo dell'ombra" di Shannon Mayer e K.F. Breene

Buongiorno lettori, oggi eccomi con la recensione del primo volume  della serie "Shadowspell Academy. L'incantesimo dell'ombra, " del duo Shannon Mayer e K.F. Breene, per cui ringrazio di cuore la casa editrice per la copia omaggio.  Titolo: L'incantesimo dell'ombra. #shadowspell academy vol.1 Autore: Shannon Mayer, K.F. Breene Pagine: 168 Casa editrice: Fanucci Data di pubblicazione: 22 marzo 2024 Traduttore: Laura Mastroddi "Il giorno in cui l’uomo più pericoloso che avessi mai incontrato si è presentato alla nostra fattoria per consegnarci una condanna a morte sotto forma di invito, non avevo idea che quelle parole avrebbero potuto cambiare la mia vita. Mio fratello minore è stato scelto per entrare nella prestigiosa e segretissima scuola di magia, la Shadowspell Academy, nascosta tra le pieghe del nostro mondo. È un luogo così insidioso che nessuno garantisce che una volta entrato ne uscirai vivo. Se dovesse rifiutarsi, la nostra intera famiglia verr

Recensione "Divini rivali" di Rebecca Ross: Review Tour

Buongiorno lettori, oggi vi lascio la recensione di un libro da tutti molto atteso per il quale il booktok e il bookstagram è impazzito, si tratta del bellissimo "Divini rivali" di Rebecca Ross , pubblicato da pochissimi giorni dalla Fazi Editore che ringrazio come sempre per la copia digitale fornita in anteprima! Posso dirvi che questa volta il libro merita tutto l’hype che ci gira intorno e forse anche di più!! Titolo: Divini Rivali (#1 Letters of Enchantment) Autore: Rebecca Ross Casa editrice: Fazi Editore Pagine: 408 Pubblicazione: 7 novembre 2023 Traduttore: Stefano Andrea Cresti "Mentre una sanguinosa guerra tra divinità infuria nel paese, la diciottenne Iris Winnow cerca di rimettere insieme i pezzi della sua vita. Il fratello è partito per la guerra e non dà notizie di sé, la madre annega i dispiaceri nell’alcol, il lavoro da giornalista non le dà soddisfazioni. Sogna un futuro in cui la sua scrittura farà la differenza grazie alla promozione a editorialista,

Recensione: "Lapvona" di Ottessa Moshfegh

 Buongiorno lettori, oggi vi porto la recensione del nuovo libro uscito a Marzo di Ottessa Moshfegh, "Lapvona" , stessa autrice di "Il mio anno di riposo e oblio", sempre edito Feltrinelli che ringrazio per la copia del romanzo.  Titolo: Lapvona Autrice: Ottessa Moshfegh Pagine: 272 Editore: Feltrinelli  Pubblicazione: 14 Marzo 2023 Traduttore: Silvia Rota Sperti Trama: Il racconto si svolge nel corso di un anno nel villaggio medievale di Lapvona, un luogo povero e timorato di Dio che viene perennemente prosciugato dei suoi averi dal signore feudale che vive in cima alla collina. Marek, il figlio storpio, bistrattato e delirante di un pecoraio, non ha mai conosciuto sua madre; suo padre gli ha detto che è morta durante il parto. Una delle poche consolazioni per Marek è il suo legame duraturo con l’ostetrica cieca Ina, che lo ha allattato quando era un bambino, come ha fatto con tanti bambini del villaggio. Ma i doni di Ina vanno oltre all’accudimento dei neonat

Recensione "La guerra dei papaveri" di R. F. Kuang

Finalmente la recensione de La guerra dei papaveri di R. F. Kuang vede la luce! Ho letto il libro tra fine-dicembre e inizio-gennaio, ma ho avuto bisogno di tempo per elaborare il tutto. Adesso che l'uscita de  La repubblica del drago (il seguito) si avvicina (dovrebbe uscire il  18 maggio ), è arrivato il momento di parlarvene. Titolo: La guerra dei papaveri Autore: R. F. Kuang Serie: The poppy war 1 Pagine: 516 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 Compralo a 20,90€ Orfana, cresciuta in una remota provincia, la giovane Rin ha superato senza battere ciglio il difficile esame per entrare nella più selettiva accademia militare dell'Impero. Per lei significa essere finalmente libera dalla condizione di schiavitù in cui è cresciuta. Ma la aspetta un difficile cammino: dovrà superare le ostilità e i pregiudizi. Ci riuscirà risvegliando il potere dell'antico sciamanesimo, aiutata dai papaveri oppiacei, fino a scoprire di avere un dono potente. Deve solo imparare a us

Recensione "Wolfsong. Il canto del lupo" di TJ Klune \ Review Party

Ciao lettori, sono tornata con una nuova recensione ! Il libro di cui vi parlo è " Wolfsong - Il canto del lupo " di TJ Klune , primo volume della serie Green Creek uscito il 27 luglio. Per l'occasione ho organizzato un evento (blogtour e review party) in collaborazione con la casa editrice che ringrazio per la copia omaggio. Il romanzo in breve : fantasy, licantropi, lgbt+, autoconclusivo, amore, amicizia, angst, lacrime.  E molto altro! Leggete la recensione per scoprirlo! Titolo: Wolfsong. Il canto del lupo Serie: Green Creek 1 Autore: TJ Klune Pagine: 647 Editore: Triskell Edizioni Anno: 2020 (ita) \ 2016 (eng) Compra a 4,49€ Ox aveva dodici anni quando suo padre gli impartì una lezione davvero importante. Gli disse che non valeva niente e che la gente non lo avrebbe mai compreso. Poi andò via. Ox aveva sedici anni quando incontrò un ragazzo sulla strada verso casa. Il ragazzo che parlava, parlava e parlava. Soltanto in seguito scoprì che il ragazzo no

Recensione "Evil" di V. Schwab (Vicious)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di " Evil " di V. Schwab , la traduzione italiana di Vicious . Buona lettura! Titolo: Evil Serie: Vicious #1 Autore: V. Schwab Pagine: 408 Editore: Newton Compton Editore Anno: 2019 (ita), 2013 (eng) compra a 4,99€ Il destino di Victor è intrecciato a quello di Eli sin dai tempi dell'università, quando la loro comune sete di conoscenza, unita a una sfrenata ambizione, si rivelò fatale. Gettandosi a capofitto in una ricerca sull'adrenalina e le esperienze ai confini della morte, fecero una straordinaria scoperta: a determinate condizioni, è possibile sviluppare poteri soprannaturali. Ma le cose precipitarono... Sono passati dieci anni da allora e Victor è evaso di prigione, determinato a trovare il suo vecchio amico. Eli ha dedicato la vita a cercare di rimediare al loro errore, dando la caccia a chiunque abbia abusato dei poteri soprannaturali. Il sodalizio di un tempo si è tramutato in rivalità e i due arcinemici s

Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buongiorno, oggi recensione de L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han , primo volume della Summer Trilogy , lettura perfetta per l'estate!  Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto. Stranamente questo libro mi è piaciuto. È raro che uno young adult mi appassioni, eppure è stato così. Belly ogni anno non vede l'ora c

3 libri da leggere a settembre

Sto tornando, divoratori. Non sono ancora del tutto pronta perché devo fare delle modifiche al blog, ma nel frattempo ne approfitto per lasciarvi qualche post. Iniziamo con le novità di settembre . Mi piacerebbe un sacco fare una lista di tutte le uscite, ma purtroppo non ho molto tempo, perciò ho deciso di selezionare solo i libri di mio interesse, in questo caso tre. Ho deciso che diventerà una specie di rubrica, ovvero ogni mese vi proporrò i libri in uscita che mi interessano. 3 libri da leggere a settembre Cuore Oscuro, Naomi Novik 432 pag. \ Mondadori \ 26 settembre \ Compra su amazon

Recensione "Crescent City. La casa di terra e sangue" di Sarah J. Maas

Ciao lettori, finalmente sono tornata (io, Giusy) con una nuova recensione. Il libro in questione è Crescent City - La casa di terra e sangue di Sarah J. Maas . Vi anticipo già che è stato un parto soffertissimo. Titolo: La casa di terra e sangue Serie: Crescent City 1 Autrice: Sarah J. Maas Pagine: 708 Editore: Mondadori Anno di pubblicazione: 2020 Compralo a 19,90€ Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d'arte e di notte passa da una festa all'altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l'imputato è finalmente dietro le sbarre ma i crimini r