Passa ai contenuti principali

Recensione "Frankenstein" di Mary Shelley

Ciao lettori! Oggi vi parlo di Frankenstein di Mary Shelley che ho letto per la The Goose Reading Challenge (link nella sidebar). Sono curiosa di sapere il vostro parere perché a me non ha fatto particolarmente impazzire :(

Titolo: Frankenstein
Autore: Mary Shelley
Pagine: 258
ebook 0,99€ | cartaceo 13,06
Capolavoro della letteratura gotica affermatosi con rara potenza nell’immaginario collettivo, dalla sua pubblicazione nel 1818 il romanzo di Mary Shelley non ha mai smesso di eccitare la fantasia di lettori e artisti di tutto il mondo.
Opera fondamentale per lo sviluppo del genere horror e di quello fantascientifico, la storia del giovane Frankenstein che riesce a dar vita a una “creatura” assemblata con parti di cadaveri colpisce ancora oggi per l’attualità delle questioni affrontate, dalla sfida dell’uomo ai limiti posti dalla natura al desiderio di poter sfuggire alla morte. In questa edizione di pregio, il mondo perturbante
del romanzo trova perfetta rappresentazione nelle visioni di Lynd Ward, tra i fondatori della graphic novel statunitense, definito dallo stesso Art Spiegelman “uno dei più eminenti e completi artisti americani”: le sue tavole, straordinarie per drammaticità e forza plastica, esaltano le atmosfere e gli scenari attraverso cui si svolge la folle caccia tra Frankenstein e il mostro, fissando in maniera indelebile la grandiosa visionarietà di un’opera immortale
RECENSIONE

Di Frankenstein sapevo ben poco perché oltre a conoscere la storia in linee molto generali, al liceo non abbiamo mai approfondito Mary Shelley e io non ho mai visto le trasposizioni cinematografiche. Quindi non sapevo bene cosa aspettarmi, però in cuor mio ero convinta che mi avrebbe conquistato perché la storia di Frankenstein mi ha sempre affascinato. Ricostruire un corpo umano e riportarlo in vita, di questi tempi sembra quasi qualcosa di possibile.

Inizialmente Victor Frankenstein mi incuriosiva perché per certi aspetti mi ci sono rivista, in particolare per la sua natura curiosa e avida di conoscenza. Incarna lo stereotipo dell'uomo che vuole spingersi oltre i limiti della natura, l'uomo che sacrifica la sua vita per raggiungere il suo obiettivo, ma, come spesso succede, la meta non è poi così entusiasmante, non quanto il percorso.

Avete presente la citazione "L'attesa del piacere è essa stessa il piacere?". Potremmo riassumere il libro così. L'entusiasmo provato da Victor durante i suoi studi, esperimenti per creare la creatura, scema del tutto quando raggiunge il suo obiettivo e il mostro apre gli occhi.

Per buona parte della storia ho trovato la lettura interessante, però purtroppo il mio entusiasmo ad un certo punto è iniziato a scemare. Ero curiosa di conoscere questo mostro, ma la sua presenza nella storia non è costante. Gran parte della storia è dedicata invece al protagonista Victor e ai suoi sensi di colpa che ok, per un po' potevano starci, ma ad un certo punto non ne puoi più. Diventano ripetiti e noiosi e la lettura diventa pesante. Non che lo stile della Shelley sia noioso, anzi la lettura scorre piuttosto velocemente, solo che quando sembra non esserci un punto di svolta nella storia, è normale che il ritmo cambia, tant'è che ad un certo punto l'ho terminato solo perché non mi piace lasciare i libri a metà.

Sicuramente l'idea di base pensata dalla Shelley è originale e interessante - l'uomo che si spinge oltre i propri limiti dando vita ad una creatura morta - così come la morale, ma oltre questo non mi ha appassionato più di tanto. Sarà stato anche per il fatto che mi aspettavo una storia totalmente diversa. Infatti non credo che stia una storia brutta, anzi, sarà stata colpa mia che mi aspettavo tutt'altro. Magari rileggendolo tra un paio d'anni potrei cambiare idea.

Adesso sono curiosa di conoscere il vostro parere! :) 

Commenti

  1. Non l'ho letto ma è in lista da sempre. Prima o poi arriverà anche il nostro momento <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente a te piacerà XD ormai ho capito che abbiamo gusti diversi XD

      Elimina
  2. Io l'ho letto in inglese per la scuola. Per quanto mi ricordo è stata una ottima lettura, con spunti interessantissimi *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sicuramente lo leggerò nuovamente perché sono consapevole del fatto che non sia un libro brutto. Magari questa seconda volta l'ho vedrò con occhi diversi :)

      Elimina
  3. Credo di avere questo libro in lista da almeno una decina di anni xD Devo leggerlo prima o poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non farti influenzare dal mio giudizio perché non è un libro brutto :D

      Elimina
  4. L'avevo letto qualche anno fa per il mio corso di inglese e non mi era dispiaciuto, anche se non mi aveva neanche preso poi così tanto. Le parti che mi erano piaciute di più erano quelle dove la creatura (non ci riesco a chiamarlo mostro perché mi ha fatto troppa tenerezza in certi momenti) stava da sola, prima di vendicarsi di Victor, oppure quando viveva vicino a quella famiglia, anche se non ricordo bene tutti i particolari.
    Comunque, se non lo hai fatto, ti consiglio di vederti il film con De Niro! Ne ho visti un po' di film su Frankestein e questo è quello che mi è piaciuto di più :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche film lo vedrò sicuramente,anche se quelli un po' datati mi spaventano sempre ^^"

      Elimina
    2. Ti consiglio di guardare il film su Mary Shelley del 2017 e rileggere il libro. Avrai tutta un'altra aspettativa:)

      Elimina
    3. lo farò sicuramente, grazie :)

      Elimina
  5. L'ho letto proprio il mese scorso, con le tue stesse premesse, e anche io l'ho trovato un pochino deludente, soprattutto in considerazione della sua fama protratta nel tempo.
    Quello che mi ha colpito moltissimo è stato il pregiudizio da parte di Frankenstein nei riguardi della sua creatura, che siccome era brutta, allora doveva essere di certo anche cattiva.
    Per il resto, penso ci siano classici capaci di penetrarti nel cuore molto più a fondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo su tutto!
      Il pregiudizio delle persone, e in particolare quello di Victor, ha colpito molto anche a me.

      Elimina
  6. Anch'io l'ho letto da poco (non mi ricordo in che mese, ma l'ho letto solo nell'anno passato) e, anche se era molto diverso da quello che mi aspettavo, mi è comunque piaciuto molto. Ma le aspettative che avevo erano davvero fuorvianti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me a fregarci sono state proprio le aspettative!

      Elimina
  7. Io l'ho trovato un bel libro... Sicuramente non tra i miei classici preferiti, ma l'idea e la storia l'ho trovata davvero interessante!

    RispondiElimina
  8. DEvo leggerlo. Anche se sinceramente pensavo ti fosse andata peggio X"D

    RispondiElimina
  9. Come già sai lo ho letto parecchi anni fa e lo ho apprezzato soltanto a metà, più che altro per l'idea di base. Purtroppo come ti avevo detto, non mi ha presa molto per via dei suoi toni molto lenti e cupi. Insomma, è quasi deprimente

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Libri in uscita nel mese di Aprile

Buon primo aprile, lettori! Pronti a vedere le novità in libreria di questo mese? Mettetevi comodi perché escono un sacco di libri interessanti! 1. Il dizionario del diavolo (5 aprile) Una raccolta delle opere horror di Ambroce Bierce. Edizione bellissima, come sempre. 2. Wicked. Vita e opere della perfida strega dell'Ovest (5 aprile) Dopo essere stato rimandato per settimane, sembrerebbe che adesso l'uscita definitiva sia il 5. Sul blog trovate la recensione di Giulia ( leggila qui ). E se vi state chiedendo se l'edizione italiana avrà il dettaglio della cover "bucata", la risposta è sì. 3. Al nuovo gusto di ciliegia (5 aprile) Confesso di averlo snobbato, ma leggendo bene la trama sembra fare proprio al caso mio. Sembra uno di quegli horror un po' weird che adoro. 4. Ancora una volta con te (7 aprile) Il "fenomeno di booktok" arriverà in italiano con tanto di cover originale. Con la Newton Compton poi. Ci credete? 5. Crescent City. La casa di ci

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

Recensione "la prigioniera d'oro" di Raven Kennedy

Buongiorno lettori, oggi vi propongo la recensione de "la prigioniera d'oro" di Raven Kennedy, una lettura leggermente fuori comfort zone per quanto mi riguarda! Titolo: La prigioniera d'oro. Re Mida e la gabbia dorata  Autore: Raven Kennedy  Pagine: 300   Editore: Armenia  Anno di pubblicazione: 2022 "Auren è la favorita di re Mida, l’uomo dal tocco d’oro, che la tiene in una gabbia dorata, simbolo del suo potere. Questa «gabbia» copre l’intero piano superiore del castello, con gabbie integrate in ogni stanza e passerelle sbarrate collegate tra loro, in modo che Auren possa girare liberamente per il castello. La prigioniera si sente protetta e al sicuro nella sua gabbia. Ma da cosa? Ha avuto una vita molto dura, ha vissuto per strada fino a quando Mida non l’ha salvata. Auren lo conosce da prima che diventasse re, il che spiega molto sul loro rapporto. Ma la sua vita, le sue sicurezze, stanno per cambiare brutalmente..." RECENSIONE 'LA PRIGIONIERA D'

Recensione "Crescent City. La casa di terra e sangue" di Sarah J. Maas

Ciao lettori, finalmente sono tornata (io, Giusy) con una nuova recensione. Il libro in questione è Crescent City - La casa di terra e sangue di Sarah J. Maas . Vi anticipo già che è stato un parto soffertissimo. Titolo: La casa di terra e sangue Serie: Crescent City 1 Autrice: Sarah J. Maas Pagine: 708 Editore: Mondadori Anno di pubblicazione: 2020 Compralo a 19,90€ Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d'arte e di notte passa da una festa all'altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l'imputato è finalmente dietro le sbarre ma i crimini r

Recensione "Heartstopper" di Alice Oseman (REVIEW PARTY)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione del primo volume di Heartstopper di Alice Oseman , in uscita proprio oggi! Titolo: Heartstopper Autore: Alice Oseman Pagine: 289 Editore: Oscar Mondadori (Oscar Ink) Compralo a 10,99€ Charlie e Nick frequentano la stessa scuola ma non si sono mai conosciuti. Fino a un giorno in cui si trovano casualmente seduti l'uno accanto all'altro. Diventano subito amici. Anzi di più. Charlie si innamora perdutamente di Nick anche se pensa di non avere alcuna possibilità. Ma l'amore è sempre sorprendente e anche Nick si scopre attratto da Charlie. Molto di più di quanto i due ragazzi potessero immaginare. Le piccole cose che Nick e Charlie vivono compongono qualcosa di grande, che parla a tutti noi di amore, amicizia, lealtà così come dei momenti difficili della vita. Recensione "Heartstopper" di Alice Oseman Lo scorso anno con Heartstopper c'è stato una sorta di *boom* su instagram perché tutti lo leggevano, tutti

Recensione Wicked. Vita e opere della perfida strega dell'Ovest - Perché dovreste leggerlo

Wicked. Vita e opere della perfida strega dell’Ovest  romanzo di Gregory Maguire del 1995 è una delle imminenti Oscar Vault . Di seguito una recensione del libro che ho avuto l’opportunità di leggere in anteprima!  << Elfaba, la Perfida Strega dell'Ovest "Per definizione, il male si nasconde." Glinda "Sono ricca sfondata, l'avresti mai detto? Chi immaginava che la beneficenza fosse così redditizia?" Principessa Elefantessa Nastoya "Quando ci troviamo di fronte a un bivio, quando l'aria puzza di tragedia, a rimetterci sono coloro che non indossano una maschera." Il Mago di Oz "Il punto, mia verde fanciulla, è che non tocca a una giovane, né a una studentessa, né a una cittadina decidere ciò che è giusto e ingiusto. È compito dei capi." Dottor Dillamond "Cosa pensate che intendesse Madame Morribile concludendo il secondo Quell con l'epigramma 'Animali, abbassate la cresta'!" Madame Morribile "Con il pass

Recensione “Il regno di cenere” di Sarah J. Maas

Oggi esce Il regno di cenere , volume conclusivo della serie Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. Per l’occasione ho organizzato un review party insieme ad altre blogger. Di seguito trovate la mia recensione del libro! Titolo: Il regno di cenere Autore: Sarah J. Maas Pagine: 1080 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno di pubblicazione: 2021 Compralo a 8,99€ Aelin ha rischiato tutto per salvare il suo popolo, ma ha pagato un prezzo altissimo: è stata rinchiusa in una bara di ferro dalla regina Maeve, costretta a sopportare mesi di torture se non vuole condannare coloro che ama. Ma anche la sua forza e la sua determinazione iniziano a incrinarsi. Non è l'unica a dover combattere per assicurarsi un futuro, mentre i fili del destino dei vari personaggi si intrecciano inesorabilmente. Recensione Il regno di cenere di Sarah J. Maas Questa recensione probabilmente sarà lunghissima perché Il trono di ghiaccio è tra le mie serie preferite e sarà difficile contenere le emozioni. Ho

Recensione "Un'alleanza pericolosa" di Jennieke Cohen

Appassionati di Jane Austen a me perché oggi vi propongo la recensione di ‘Un’alleanza pericolosa’ di Jennieke Cohen! Titolo: UN' ALLEANZA PERICOLOSA Autore: JENNIEKE COHEN Pagine: 456 Editore: MONDADORI (OSCAR FABULA) Anno di pubblicazione: 2022 "Lady Victoria Aston ha tutto ciò che potrebbe desiderare: una sorella maggiore felicemente sposata, il futuro della proprietà di famiglia assicurato, e la possibilità di perdere tempo gironzolando nei campi attorno a casa. Ma basta una notte per sconvolgere definitivamente la sua vita comoda e idilliaca. Suo cognato si rivela infatti un terribile mascalzone e adesso tocca a lei trovare un marito, o la sua famiglia perderà tutto. Armata solo di quello che ha imparato dai romanzi di Jane Austen, Vicky fa il suo debutto in società: ma nemmeno le parole della scrittrice sono in grado di aiutarla a capire se il meraviglioso e astuto signor Carmichael sia in realtà una canaglia; se il suo ex migliore amico, il bellissimo Tom Sherborne, sia

Recensione "Nevernight. Mai dimenticare" di Jay Kristoff (o anche "Tutto quello che non mi è piaciuto del libro")

Ciao lettori, oggi recensione di Nevernight - Mai dimenticare , primo volume delle Cronache dell'Illuminotte , scritto da Jay Kristoff . Come già vi anticipo nel titolo, questo libro non mi è piaciuto. Adesso cercherò di spiegarvi per bene perché, cercando di evitare gli spoiler. Quei pochi che ho inserito sono stati oscurati, evidenziateli con il mouse per leggerli :D Titolo: Nevernight. Mai dimenticare Serie: Gli accadimenti di Illuminotte 1 Autore: Jay Kristoff Pagine: 462 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2019 (ita), 2016 (eng) Comprarlo a 17,00€ Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gl