Passa ai contenuti principali

L'incastro (im)perfetto di Colleen Hoover

INFO LIBRO
Forse, forse per una volta non mi lamenterò. Ho iniziato questo libro con aspettative alte? No, di sicuro. Basse? Forse un pochino. Perché ogni volta che leggo un libro della Hoover c'è sempre una dannata cosa che non mi fa piacere del tutto il libro. Dopo aver adorato Tutto ciò che sappiamo dell'amore, ero pressoché sicura che avrei adorato tutti gli altri libri di questa autrice. Eppure non è stato così. Con gli altri ho avuto dei problemi perché c'era sempre qualcosa che mi deludeva. Forse il finale? Con L'incastro imperfetto invece sono partita prevenuta perché sapevo che ci sarebbe stata la fregatura. E invece no. Stranamente, oltre all'instalove che mi ha leggermente ispirato il suicido (leggermente però, eh), il libro mi è piaciuto molto. Ce ne ho messo di tempo per leggerlo (otto giorni, sigh), ma più perché ero impegnata e non mi andava di leggere che per il libro in sé. Quindi in teoria non me lo sono goduta molto inizialmente, mentre nella seconda parte mi ci sono dedicata del tutto e sono riuscita ad apprezzarlo tantissimo. La storia è molto coinvolgente, e qui non c'erano dubbi, e sì, diversa dalle solite della Hoover, ma fino ad un certo punto. Tranquilli, i drammi non ce li fa mancare Colleen. La storia è narrata sia dal punto di vista della protagonista, Tate - che stranamente non si è fatta odiare (troppo), anche se ad un certo punto le avrei rifilato due schiaffi con piacere - e dal punto di vista di Miles, il protagonista maschile - due schiaffi anche a lui, ma dato la delicatezza della situazione, non sono molto appropriati. Con i punti di vista però a mio parere la Hoover ha fatto una cazzata. Avrebbe potuto scriverlo in terza persona e avremmo avuto una visione a 360° della storia, non erano necessari tutti questi punti di vista e cambiamenti temporali. Avevo detto che non mi sarei lamentata? #sorrynotsorry
Tornando al libro, i personaggi non sono niente male, anche se mi sarebbe piaciuto un maggiore approfondimento della protagonista, Tate. E' vero che è una persona normale, con una vita ordinaria, ma la Hoover avrebbe potuto "arricchire" la sua parte magari con qualche scena di questa famosa università che frequenta o di questo tirocinio che fa al posto di limitarsi soltanto al sesso bollente con Miles. Ad esempio avrebbe potuto dare un pochino di spazio al fratello di Tate, Corbin, una figura messa là tanto per. Al contrario invece la parte di Miles è più approfondita - e forse scritta in maniera un po' troppo poetica, che si apprezza ma fa anche storcere un po' il naso. Ad ogni modo sono piccoli aspetti che non mi hanno infastidita più di tanto, ma che sicuramente mi avrebbero fatto dare una stellina in più alla storia. In effetti per quanto riguarda il coinvolgimento ci siamo, assolutamente, ma credo di non essermi affezionata ai personaggi più di tanto. Ho provato tanta tenerezza per Miles, mi sono commossa per quello che gli è successo (sì, qualche lacrimuccia, e be'? u.u), ma sicuramente non rientrerà nella lista dei miei personaggi preferiti.
Tutto sommato credo sia una bella lettura, nonostante dramma e instalove (che all'inizio mi ha fatto sclerare). Ancora una volta posso confermare che lo stile della Hoover è fantastico e travolgente e soltanto lei può farti chiudere un occhio davanti alle sue storie trite e ritrite e super drammatiche.
★ ★ ★ ★ +, molto bello.


Non mi resta che aspettare i vostri commenti. Cosa ne pensate del libro?

Commenti

  1. Io solitamente non vado molto d'accordo con questo genere quindi ho iniziato la lettura di questo libro moooooolto prevenuta, ma mi sono dovuta ricredere. Lo stile della Hoover mi è piaciuto molto ed ho apprezzato anche la storia in sé ;) Dovrò recuperare gli altri libri della Hoover per scoprire se "L'incastro imperfetto" è stata un'eccezione oppure no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della Hoover ti consiglio Tutto ciò che sappiamo dell'amore, il mio preferito c:

      Elimina
  2. Io l'ho acquistato in lingua e l'ho inserito nelle prossime letture, è il primo libro che leggerò della Hoover quindi vedremo cosa ne penserò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ti piacerà c: comunque fammi sapere!

      Elimina
  3. Okay, quasi cadevo dalla sedia perchè ero convinta che alla fine non ti sarebbe piaciuto. E invece... dai 4+ è un voto di tutto rispetto!!! Come prima lettura della Hoover, a me ha convinto moltissimo, Miles è un personaggio da schiaffi in faccia prima e da riempire di baci subito dopo :3 In effetti ora che mi ci fai pensare un pò di approfondimento per Tate non ci stava male, ma anche così va bene. Io invece ho paura che gli altri dell'autrice non mi piacciano, però ovviamente prima le darò una chance...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio pena con i rating e passo più tempo a lamentarmi che a scrivere le ragioni per cui un libro mi è piaciuto..perciò ci credo che fossi confusa XD
      Uhm, non saprei cosa consigliarti per quanto riguarda gli altri libri. Io ho letteralmente adorato Tutto ciò che sappiamo dell'amore e mi aspettavo di adorare anche Le coincidenze dell'amore e gran parte del libro l'ho adorato, ma poi il finale mi aveva terribilmente deluso. Forse un giorno è molto bello, ma anche qua il finale mi ha fatto storcere il naso :\ tutto sommato però sono delle belle letture, perciò prova con quello che ti ispira di più c:

      Elimina
  4. Oddio l'instalove, mi sa che avevo letto un tuo commento (negativo?) al riguardo su goodreads e dicevo nooo! ahahah Alla fine sono contenta che il libro ti sia piaciuto! Anch'io come te ho storto il naso per molti aspetti ma poi mi sono trovata coinvolta nella storia, soprattutto verso la fine *___* (e si qualche piccola lacrimuccia per quello dai..) Comunque non vedo l'ora di vedere il film con Nick :Q___

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non vedo l'ora di vedere il film *w* però sono un po' preoccupata. Dal trailer mi sembra il nuovo cinquanta sfumature :\ sicuramente le intenzioni del regista sono proprio quelle, ovvero presentarlo come il successore delle 50shades ed ho paura che facciano molti cambiamenti!

      Elimina
  5. Dunque, premetto che io non ho mai letto i libri della Hoover, sebbene tutti ne parlino benissimo. Aggiungo anche che sono rimasta piuttosto scottata dalle esperienze sui new adult che ho avuto in passato. Però continuo a sentire parlare troppo bene di questo libro e penso che prima o poi gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', nemmeno io vado pazza per il genere (infatti puoi benissimo vedere quanto mi sono lamentata per i soliti clichè ahah), però i libri della Hoover sono molto belli, ma soprattutto coinvolgente. Ha uno stile che mi piace molto. Perciò sì, dovresti darle una possibilità c:

      Elimina
  6. io questo libro l'ho adorato (e divorato). Però partivo anche io prevenuta perché (e credo che siamo veramente poche) non ho apprezzato Forse un giorno. Quindi mi ha piacevolmente stupita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Forse un giorno ero rimasta delusa dal finale, perché in generale mi era piaciuto c:

      Elimina
  7. Ho conosciuto la Hoover con altri libri prima di questo, ma ho scoperto essere lei solo dopo "L'incastro (im)perfetto". Questo libro mi è piaciuto tanto, mi sono "sciolta" per Miles e ho rivisto tanto di me in Tate - difetti compresi, probabilmente quelli che ti hanno portata a volerla schiaffeggiare xD
    Mi ha fatto piacere leggere la tua recensione, nonostante ti sia piaciuto sei stata bravissima a puntualizzare parti che non ti hanno convinta del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a me ha fatto tantissimo piacere leggere il tuo commento ❤

      Elimina
  8. Ma Giù!! A te in ogni libro c'è una dannata cosa che non piace ahahahah!!
    A me sono piaciuti i punti di vista alternati e con il passato di Miles sei in tensione tutto il tempo perché sai che prima o poi arriva la catastrofe. In terza persona non me lo sarei goduto e poi per raccontare i drammi devi viverlo sul protagonista altrimenti il libro diventa impersonale. Almeno per me ;)
    Però siamo d'accordo sull'approfondire il resto come la vita ordinaria di Tate. E come te volevo sapere di più su Corbin ma anche su Ian. Voglio un libro loro!! Ma dovrebbero esserci i drammi, vero? >_<
    A me l'istantlove ha dato fastidio fino a un certo punto. Miles ero troppo ma troppo dipendente da Rache e mentre lui soffriva perché è stato incolpato di tutto, lei alla fine si è rifatta una vita. Che stronza! Ma dico vatti a scusare tu per prima, idiota!! Ho odiato Rachel alla fine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAH lo sai come sono u.u
      Concordo per il punto di vista di Miles del passato, però un po' troppo poetico per un uomo secondo me! Guarda, è vero, alcune storie hanno bisogno della prima persona per coinvolgere ed emozionare, ma ci sono autrici bravissime che riescono a farlo anche con la terza persona c: Ian è piaciuto anche a me. In effetti un libro non mi dispiacerebbe!
      Concordo anche per l'instalove. Miles, poverino, si è disperato per sei anni e invece lei..argh!

      Elimina
  9. HAHAHA sto ridendo come una matta!! L'ho finito poco tempo fa e la penso proprio come te!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

L'estate nei tuoi occhi

Buon giorno divoratori ^^ notate nulla di diverso? Non avevo intenzione di cambiare template o, almeno, volevo mantenere quello precedente per qualche altra settimana e poi cambiarlo con uno estivo ma quando ho trovato questo pattern con le piume carinissimo, non ho potuto farne a meno! Ho cambiato giusto qualche cosa, non volevo fare grandi modifiche perché ho realizzato che più una grafica è semplice, più dura xD solitamente mi stufo subito di quelle complicatissime. Okay, bando alle ciance, oggi vi lascio questa recensione :3 Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cre

Doppia recensione | Non è estate senza di te & Per noi sarà sempre estate di Jenny Han

Buon pomeriggio divoratori c: oggi vi lascio la recensione dei due volumi della Summer trilogy!  Cercherò di essere breve e di evitare spoiler :3 La trama potete leggerla cliccando sul titolo del libro. Non è estate senza di te di Jenny Han , secondo volume della Summer trilogy,  edito da Piemme. Il primo volume di questa trilogia stranamente mi era piaciuto e nonostante le varie recensioni poco positive di questo libro, ho deciso di continuare la serie.  Non è estate senza te  l'ho trovato un pochino inferiore rispetto al primo volume ma ad ogni modo mi è piaciuto. Ne L'estate nei tuoi occhi  i capitoli si alternavano in flashback e presente, qui invece i ricordi sono di meno e vi è anche il punto di vista di Jeremiah. Da un lato, ho apprezzato questa novità, ma dall'altro lato ha reso tutto ancora più confuso, perché si passava da Belly a Jeremiah, da Jeremiah ai flashback dal punto di vista di Belly e.e I flashback già non mi piacevano nel primo volume ma all

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione Endless Knight, Kresley Cole

Buon pomeriggio divoratori :D Sono giorni che lavoro a questa recensione perché non sono molto in vena di scrivere :$ ad ogni modo ci tenevo a lasciarvi la recensione di Endless Knight , seguito di Poison Princess . Come sempre, niente spoilers (l'unico che ho fatto l'ho nascosto u.u) :D (avete visto le faccine? non sono fighissime?). Titolo: Endless Knight Serie: Arcana Chronicles #2 Autore: Kresley Cole Inedito in Italia Evie ha preso pieno possesso dei suoi poteri in quanto Imperatrice dei tarocchi, e Jack era lì ad assistere. Ora sa che i ragazzi che si sono reincarnati nei tarocchi sono nel mezzo di una battaglia epica. Si tratta di uccidere o essere uccisi, con il futuro dell'umanità in bilico. Con minacce in agguato in ogni angolo, Evie è costretta a fidarsi dei nuovi alleati. Insieme devono combattere non solo gli altri Arcani, ma anche gli Bagmen zombies, tempeste post-apocalittiche e cannibali. Quando Evie incontra Morte, le cose divent

Special #2 Cose che non sopporto in un libro

Ciao divoratori ♥ in questa noiosa domenica che dovrei passare studiando, vi lascio un post della rubrica Special  . Ad essere sincera non mi andava di scrivere un post della rubrica weekly recap dato che qualche giorno fa ho pubblicato la monthly recap . Scusate, ma mi scocciava troppo creare un nuovo banner xD Nella puntata di oggi vi parlerò di cosa non sopporto in un libro, più nello specifico Cosa mi fa alzare gli occhi al cielo quando leggo un libro . Quante volte vi è capitato di trovare sempre gli stessi modi di dire in un libro? Ad esempio, i capelli arruffati . TUTTI I RAGAZZI nei libri hanno i capelli arruffati. Vabbè, c'è crisi, il pettine costa. Dovrei regalarglielo io uno. O magari del gel. Fatto sta che nella realtà i ragazzi con i capelli così sembrano degli scappati di casa. Ah, poi ci sono le ciocche ribelli. Che monelli, che trasgry. Oppure tutti i personaggi dei libri sono dei grandi lettori, fatto sta che io non ho mai trovato una scena in cui l

La trilogia delle gemme: Red, Blue, Green.

Buongiorno divoratori :3 Oggi vi parlo della trilogia delle Gemme di Kerstin Gier che ho iniziato a dicembre e finito giusto ieri. Ovviamente non ci saranno spoiler e potete leggere la recensione anche se non avete ancora letto Red. Per le trame dei libri cliccate sulle cover :3 Red, Blue e Green sono state delle letture molto piacevoli ma non nego il fatto che le mie aspettative sono state un po' deluse. Ho sempre letto recensioni positivissime e su GR il rating più basso è di tipo quattro stelline o_o. Perciò potete capire le mie aspettative! Innanzitutto, se la Gier o la ce avesse deciso di pubblicare la trilogia in un unico libro, probabilmente lo avrei apprezzato molto di più. Red è molto introduttivo, nel senso che in trecento pagine non succede un bel niente. E non ha nemmeno un finale ._. finisce esattamente nel bel mezzo della storia (anzi, quale "mezzo" della storia? Questa storia ha praticamente solo l'inizio!). Stessa cosa con Blue , stessa

Blogger Love Project | Day three: Favourite non-bookish blogs + 10 consigli per i nuovi blogger

Buon pomeriggio a tutti, miei cari divoratori! Oggi è il terzo giorno del Blogger Love Project ^^ mi sta piacendo tantissimo questa iniziativa, più dell'anno scorso! Soprattutto perché ci sono anche giorni di pausa, altrimenti non sarei riuscita a star dietro a tutto (anche se sto facendo comunque fatica a starvi dietro!). Blogger love project è un'iniziativa ideata da  Sweety Readers, The Bookshelf e She was in wonderland . Lo scopo è di condividere il nostro amore per la bloggosfera e per tutti i blog che seguiamo. Per tutta la durata dell'iniziativa ci saranno mini-challenge, iniziative e molto altro! Il programma del giorno è Favourite non-bookish blogs e 10 consigli per i nuovi blogger . Dato che la maggior parte dei blog che seguo sono di libri, mi limiterò a citarne giusto qualcuno! Favourite non-bookish blogs - Cose dell'altro fimo | Seleny è una ragazza carinissima e fa delle creazioni davvero fantastiche e golose *-* a proposito..a quando la nuova

C'è il bene. C'è il male. E poi ci sei tu. ● recensione di Half bad, Sally Green

Ciao divoratori! Come anticipato nel titolo, oggi vi parlerò del libro Half bad , però prima devo fare un annuncio importante. Ho aperto un nuovo blog. Già. Ultimamente sentivo il bisogno di aprirne uno tutto mio per condividere le mie passioni e di cambiare aria, per questo ho scelto la piattaforma Wordpress. Se vi va di seguirmi anche li tramite mail o bloglovin, trovata il blog a questo indirizzo . E adesso passiamo al libro. Non avevo alte aspettative perché circa uno-due anni fa avevo dato un'occhiata alle prime pagine e non mi erano piaciute a causa dello stile dell'autrice, invece quando l'ho letto di recente si è rivelato niente male, nonostante la seconda persona singolare non è mi è piaciuta lo stesso. Comunque per fortuna si tratta solo dei primi capitoli - avevo paura che tutto il libro fosse narrato così! - , dopo la narrazione cambia.  Sono proprio in questi capitoli che la storia ingrana tanto da non riuscire a mettere il libro giù. Ho letto Half bad n

Recensione "queste gioie violente" di Chloe Gong

Buongiorno lettori, rieccomi da queste parti con la recensione di ‘queste gioie violente’ di Chloe Gong,  retelling di Romeo e Giulietta di William Shakespeare. Ringrazio la Mondadori per la copia digitale gentilmente offerta, ci tenevo tantissimo a leggere questa dilogia, avevo aspettative altissime che per fortuna sono state soddisfatte! Titolo : Queste gioie violente Autore : Chloe Gong Numero pagine : 396 Anno di pubblicazione : 2022 Casa editrice : Mondadori "Corre l'anno 1926 e a Shanghai, scintillante come non mai, si respira un'aria di dissolutezza. Una faida sanguinosa tra due gang nemiche tinge di rosso le strade, lasciando la città inerme nella morsa del caos. Al centro di tutto c'è la diciottenne Juliette Cai che, dopo un passato lontano dagli affari di famiglia, ha deciso ora di prenderne in mano le redini e assumere il ruolo che le spetta di diritto nella Gang Scarlatta, un'organizzazione di criminali completamente al di sopra della legge. Ma non sono