Passa ai contenuti principali

Alice, Dorothy & Wendy Blogtour: 3 curiosità sui classici di Carroll, Baum e Barrie

Ciao lettori, oggi la mia tappa del blogtour dedicato al Drago "Alice, Dorothy & Wendy" prevede delle curiosità su questi tre classici. Per chi non lo sapesse, questo volume raccoglie Alice nel Paese delle Meraviglie, Alice attraverso lo specchio, Il mago di Oz, Peter nei giardini di Kensington e Peter e Wendy.

Titolo: Alice, Dorothy & Wendy
Autore: Lewis Carroll, L. Frank Baum, James M. Barrie
Pagine: 23,75
Editore: Mondadori (Oscar Draghi)
Anno: 2020
Compralo a 23,75€

Alice e le sue avventure nel favoloso Paese delle Meraviglie, di là e di qua dallo specchio. Wendy, l'amica di Peter Pan che per molti lettori è la vera eroina dei romanzi con il bambino che non vuole crescere. Infine Dorothy, la piccola protagonista portata da un tornado nel fantastico mondo di Oz. Tre ragazzine curiose e audaci, al centro di tre grandi classici che, ciascuno a suo modo, hanno saputo celare sotto le spoglie del racconto di fantasia messaggi e metafore della vita. Questo libro è l'occasione per rileggere i tre romanzi - "Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie", "Peter Pan" e "Il Mago di Oz" -, cogliendone la grande modernità.

Iniziamo con tre curiosità su Alice nel Paese delle Meraviglie.

1) La storia di Alice nel Paese delle Meraviglie nacque un pomeriggio in barca, quando Lewis Carroll, pseudonimo di Charles Lutwidge Dodgson, raccontò a tre bambine la storia di una ragazzina annoiata di nome Alice. La storia piacque così tanto che una delle bambine, che si chiamava pure Alice, chiese che venisse messa per iscritto.  

2) Il primo manoscritto che l'autore regalò alla bambina si chiamava Le avventure di Alice nel Sotto Suolo (Alice's Adventures Under Ground), ma non era la versione definitiva perché Carroll stava già aggiungendo le scene dello Stregatto e del Cappellaio Matto. Questa prima versione purtroppo non esiste più.

3) Tra i titoli che vennero presi in considerazioni ci sono Alice Among the Fairies (Alice tra le fate), Alice's Goldern Hour (L'ora dorata di Alice), ma solo nel 1865 venne ufficialmente chiamato Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Adesso passiamo a Il meraviglioso mago di Oz.

1) Noi conosciamo principalmente Il mago di Oz, ma in realtà ci sono moltissimi romanzi ambientati in questo mondo. L. Frank Baum scrisse ben 13 seguiti e, dopo la sua morte, molti autori continuarono la serie. Furono pubblicati altri 26 romanzi, per un totale di 40 libri. Esistono anche numerosi libri "non ufficiali". In italiano sono stati tradotti solo cinque seguiti: Il meraviglioso paese di Oz, Ozma regina di Oz, Il ritorno del mago di Oz, La strada per Oz, La città di smeraldo di Oz.

2) Inizialmente l'autore non aveva intenzione di scrivere dei seguiti, ma poi ricevette la lettera di una bambina che lo richiedeva con grande entusiasmo. Baum disse che lo avrebbe pubblicato solo se avesse ricevuto migliaia di lettere. Come potete immaginare ne ricevette parecchie!

3) Secondo alcuni studiosi vi è una lettura in chiave politica del romanzo. Infatti "Oz" è l'abbreviazione di "oncia", unità di misura dell'oro e dell'argento. Vi sono altre teorie sul nome: secondo alcune fonti l'autore prese le lettere che comparivano in un raccoglitore (O-Z), ma la moglie affermò in una lettera che fu inventato.

Infine Peter Pan!

1) Peter Pan nasce come spettacolo teatrale. Spesso questo personaggio maschile veniva interpretato dalle donne. Gli spettacoli ebbero un clamoroso successo, ma Barrie si decise a pubblicare il romanzo solo dopo parecchi anni, quando fu soddisfatto di tutte le modifiche fatte alla storia.

2) La figura di Peter Pan appare per la prima volta nel romanzo L'uccellino bianco. In seguito questi capitoli a lui dedicati formarono il romanzo Peter nei giardini di Kensington.

3) Peter ha molto in comunque con il dio Pan, non solo il nome, ma anche la sua natura contemporaneamente umana e animale. Infatti in Peter nei giardini di Kensington viene presentato come metà bambino metà uccello. Originariamente fu concepito a cavallo di una capra (per chi non lo sapesse, il dio Pan ha l'aspetto di un satiro). Inoltre Peter suona il flauto a più canne, tipico della divinità (non a caso viene chiamato il "flauto di Pan").

Allora, quante ne sapevate? 

Se volete saperne di più, vi invito a seguire il blogtour.

Commenti

  1. qualcuna la conoscevo qualcun'altra invece no. è sempre bello però scoprire cose insolite su libri che ormai son diventati dei classici!

    RispondiElimina
  2. Con Peter Pan vado forte, ma delle altre curiosità conoscevo solo il primo titolo del manoscritto di Alice. Si impara sempre 😏

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Tre anni di Divoratori di Libri ♥

O ggi Divoratori di libri compie ben tre anni ! Ma voi ci credete? Tre anni è un traguardo che mai mi sarei aspettata, considerando il fatto che sono un tipo che inizia cento cose e ne lascia a metà novantanove.. ma la passione per la lettura è sempre rimasta anzi, cresce sempre di più ogni anno. Se dovessi ringraziare il blog per un motivo in particolare, sarebbe proprio questo, il fatto che mi abbia fatto crescere tantissimo! Non voglio continuare con frasi sdolcinate e commoventi perché tanto sono le stesse ogni anno, però non posso fare a meno di ringraziare ancora una volta i miei 543 lettori (vorrei citarvi ad uno ad uno, ma rischio di fare una figura di merda perché sicuramente dimenticherei qualcuno) e i 1964 lettori della pagina facebook! Siete l'anima del blog e senza di voi Divoratori di libri neanche esisterebbe.  Per l'occasione ho organizzato un giveaway per ringraziare tutti voi che mi seguite. Ringrazio la De Agostini per aver messo a disposizione  Wolf

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Gruppo di lettura #3 Wool di Hugh Howey

Ciao divoratori :3 settimane fa avevo scritto che avrei organizzato un gruppo di lettura. Ero molto indecisa sulla scelta del libro, ma alla fine ho optato per Wool di Hugh Howey per varie ragioni. Volevo scegliere un libro con una narrazione lenta sia per non finire i capitoli in pochi giorni e poi dover aspettare con ansia il recap e sia perché almeno ci godiamo la lettura. Del resto è anche uscito (o uscirà in questi giorni, non ricordo bene) il terzo volume. Quale miglior occasione per iniziare questa trilogia? Il gruppo di lettura inizierà tra qualche settimana, esattamente dopo la fine della scuola. Avete quindi un bel po' di tempo per pensarci e iscrivervi. Titolo: Wool (Silo #1) Autore: Hugh Howey Anno: Ottobre 2013 Editore: Fabbri Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In

Recensione | Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maar

Hey belli ♥ oggi vi lascio la recensione di questo meraviglioso libro. Finalmente sono riuscita a scrivere qualcosa di decente. Forse. Titolo: Il trono di ghiaccio ( Il trono di ghiaccio #1 ) Autore: Sarah J. Maas Pagine: 461 Anno: 2013 Editore: Mondadori Amazon: cartaceo | ebook Nessuno esce vivo dalle miniere di Endovier. Celaena, la migliore assassina nel regno di Adarlan, è lì rinchiusa da un anno e quando le offrono la possibilità di diventare sicario di corte, non esita neppure un istante ad accettare. Ma la lotta è appena all'inizio: Celaena deve affrontare ventitré contendenti. Se vincerà, diventerà la paladina del re e dopo quattro anni di servizio sarà libera. Il Principe Ereditario è il suo maggiore alleato. Il Capitano delle Guardie la protegge. Entrambi la amano. Ma l'amore e il talento non bastano per vincere. Nel castello un pericolo insidioso è in agguato, e ben presto Celaena capisce che le persone di cui fidarsi sono sempre meno... A lei spetta il

Blogger Love Project 3 - DAY 6: Share your blogger love

Ciao, bellissimi. Eccoci al sesto giorno del Blogger Love Project <3 Purtroppo per mancanza di tempo, io e Alenixedda di Da una stella cadente all'altra non siamo riuscite ad organizzarci per il tag a coppia, ma non temete: ci inventeremo qualcosa per recuperare. Nel menu di oggi c'è Share your blogger love , ovvero elencare tutti i nostri blog preferiti in base a dei motivi specifici. Missione a dir poco difficile. Blogger Love Project #3 Le menti geniali :  BRICIOLE DI PAROLE  e  SPARKLE FROM BOOKS . Ogni volta che entro sul blog di Rosa o su quello di Valy non posso che restare sorpresa. Ogni volta hanno sempre qualche idea originale da sfornare. Prima o poi vi rubo qualche rubrica, sappiatelo. L'apprendista grafico:  DOWN THE RABBIT HOLE  ne sa sempre una più del diavolo! La mia bookworm di fiducia :  BOOKS IN THE STARRY NIGHT . Se Giada ama un libro è scientificamente provato che lo ami anche io. Se Giada detesta un libro è scient..ah, no. Se Giada odia