Passa ai contenuti principali

Recensione "Hell Bent. Portale per l'inferno" di Leigh Bardugo, il sequel de La nona casa

Ciao lettori, oggi condivido la recensione di "Hell Bent. Portale per l'inferno", seguito del libro La nona casa di Leigh Bardugo, serie della stessa autrice di Tenebre e Ossa, ma che non ha nulla a che vedere con il Grishaverse.

Ringrazio la casa editrice per avermi fornito una copia del libro.

Titolo: Hell Bent. Portale per l'inferno
Autrice: Leigh Bardugo
Serie: Alex Stern #2
Pagine: 456
Editore: Mondadori
Anno di pubblicazione: 2023
Trovare un portale per il mondo sotterraneo e rubare un'anima dall'inferno. Un piano semplice, se non fosse che le persone che compiono questo particolare viaggio raramente tornano indietro. Ma Galaxy "Alex" Stern è determinata a liberare Darlington, anche se questo le costerà il futuro alla Lethe e a Yale. Impossibilitate a tentare un salvataggio perché non possono accedere alle risorse della Nona Casa, Alex e Pamela Dawes, l'assistente di ricerca, mettono quindi insieme una squadra di dubbi alleati per salvare il "gentiluomo della Lethe". Insieme, dovranno navigare in un labirinto di testi arcani e artefatti bizzarri per scoprire i segreti più gelosamente custoditi dalla società, infrangendo ogni regola. Ma quando i membri della facoltà iniziano a morire, Alex sa che non si tratta di semplici incidenti. Qualcosa di letale è all'opera a New Haven e, se vuole sopravvivere, dovrà fare i conti con i fantasmi del suo passato e con l'oscurità insita nelle mura dell'università. Denso di storia e ricco di colpi di scena nello stile di Bardugo, Hell Bent dà vita a un mondo intricato e indimenticabile, pieno di magia, violenza e mostri fin troppo reali.

Recensione "Hell Bent. Portale per l'inferno" di Leigh Bardugo

Lessi La nona casa quando uscì in libreria e mi piacque molto. Ad oggi lo considero il miglior libro della Bardugo. Ho atteso il seguito per tre lunghissimi anni e quando è uscito mi ci sono fiondata alla prima occasione. Ma per quel che mi riguarda, Hell Bent non è all'altezza del primo volume. L'ho promosso perché oggettivamente non è un libro brutto e comunque mi ha tenuta incollata alle pagine, ma la delusione è immensa. Mi pare di aver letto una storia completamente diversa dal primo libro e si, La nona casa l'ho riletto prima di dedicarmi a questo seguito, perciò la storia è ben nitida nella mia testa.

Hell Bent - Portale per l'inferno prova a replicare alcuni espedienti narrativi del primo volume, ma a parer mio fallendo perché risulta forzato. Anche qui ci sono diverse storyline che convergono nel finale, ma in modo meno sorprendente. C'è di nuovo la sottotrama degli omicidi soprannaturali che personalmente non ho trovato molto interessante, e ancora di meno mi ha colpito il colpevole. Anzi, se dobbiamo dirla tutta, mi ha fatto abbastanza arrabbiare. E' fin troppo scontato. Anche nel primo si poteva intuire, ma così è un po' troppo. 

SPOILER il colpevole lo avevo escluso sin dall'inizio perché ho pensato "non ci credo che la Bardugo faccia qualcosa di simile al primo libro" e shit, here we are again. Seriamente Leigh? FINE SPOILER

L'altra storyline che riguarda il passato di Alex sin da subito mi ha fatto storcere il naso per il semplice fatto che ne La nona casa avevo avuto l'impressione di un cerchio che si chiude. Riprendere alcune cose ci stava, di altre ne avrei fatte a meno, soprattutto quando superata la metà del libro diventa chiaro il perché l'autrice abbia voluto riaprire qualcosa che sembrava concluso (e cioè per esigenza di trama). 

E infine parliamo della trama principale, ovvero di Alex che cerca un modo per tirare fuori Darlington dall'inferno. Ho sperato che la Bardugo tirasse fuori una scusa convincente per basare un intero libro su questo, ma a fine lettura sono ancora meno convinta (se dovessi riassumere questo libro con poche parole direi esattamente "poco convincente"). Alex e Darlington nel primo volume hanno un rapporto amichevole direi. Non proprio amici, li definirei conoscenti, ma non abbastanza da spingere Alex ad andare all'inferno per recuperarlo. La scusa "lui ha visto qualcosa di buono in me" non è abbastanza, anche perché non si capisce da dove abbia dedotto tutto ciò. Penso che a questo punto la Bardugo avrebbe dovuto lavorare meglio sul loro rapporto nel primo volume e allora sì che la missione di Alex avrebbe avuto più senso. 

Poi mi viene naturale fare un confronto con il primo volume. La nona casa è un mix di generi che vanno dal dark academia all'urban fantasy con un pizzico di horror, occulto e mystery. Questo è... non lo so (so soltanto quello che non è, semicit.), resta comunque un mix di cose, ma non mi ha dato le stesse vibes. La nona casa mi era piaciuto perché si allontanava dal Grishaverse, mentre Hell Bent lo trovo sulla stessa lunghezza d'onda (un bene se è quello che cercate, un male se speravate in qualcosa di diverso). Tra l'altro ho notato che il ruolo dei fantasmi qui si è ridimensionato. A parte che Lo Sposo, un personaggio intrigante del primo volume, qui non viene minimamente menzionato, i fantasmi sembrano soltanto un mezzo per dare più potere alla nostra protagonista. 

La figura del fantasma inoltre viene rimpiazzata da altre creature fantasy. Il modo in cui viene giustificata la loro presenza ha senso fino ad un certo punto. Più che altro parliamo di figure che nel primo volume non vengono minimamente menzionate, per questo sono rimasta abbastanza basita quando fanno la loro comparsa. Inutile dirvi che questa è l'ennesima cosa di questa storia a non avermi entusiasmato. E visto il finale, ho una vaga idea che il terzo volume potrebbe discostarsi ancora di più dal primo, per questo la mia voglia di proseguire questa trilogia si è notevolmente ridotta. 

Ma adesso che vi ho parlato di tutto ciò che non mi ha convinto, è arrivato il momento di parlarvi di quello che ho apprezzato. Come ho già detto, questo libro tutto sommato risulta godibile. Lo stile della Bardugo è molto coinvolgente e siamo ben lontano dallo stile un po' "ostico" de La nona casa (anche se personalmente a me non era dispiaciuto, ma so che molti hanno odiato il primo volume per questo). Alex è un personaggio ben costruito e qui vengono aggiunte nuove sfaccettature che continuo ad apprezzare. E' semplice immedesimarsi in lei e mi fa anche un po' emozionare leggere momenti del suo passato insieme alla sua amica Ellie. Anche gli altri personaggi vengono esplorati e quelli ho preferito somo Turner (seppur le sue scelte non sempre mi hanno convinto, pe ho trovate un po' fuori dal personaggio) e Pamela Dawes. Darlington invece per me è un nì. Personaggio sicuramente piacevole, ma non riesco ad apprezzarlo così tanto come il resto del fandom. Inoltre su di lui avevo dei presentimenti che si sono rivelati corretti e adesso dobbiamo sperare che nel terzo volume la sua storyline non sia una copia sputata di quella di un altro personaggio del Grishaverse. Dico solo che per me è evidente che tra l'uscita de La nona casa e l'uscita di Hell Bent ci sia stato di mezzo King of scars.  

Il finale comunque mi ha fatto venire ancora meno voglia di leggere il terzo volume che infatti non attenderò con molta ansia. E' sempre più evidente che l'autrice si stia discostando da La nona casa e  gli ultimi capitoli di Hell Bent per me sono stati una conferma. 

Ricapitolando: boccio il libro? No, perché non è brutto. Molte persone lo hanno amato. A me non ha convinto, ma resta comunque una lettura piacevole. C'è stato un momento, verso il 70% del libro, in cui ho pensato che la storia potesse sorprendermi, ma superata questa parte che comunque ho apprezzato molto, non è cambiato nulla. Peccato.

3⭐ comunque se le merita.

E a voi a piaciuto? Cosa ne pesate?
Vi ricordo di seguirmi su instagram e su tiktok, mi trovate come @divoratoridilibri!

- Giusy

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Sto leggendo "Rebel - Il deserto in fiamme"

Buon dì lettori! Questa mattina mi sono svegliata presto e ho deciso di approfittarne per fare delle cosine. Innanzitutto per pubblicare un post nel blog perché l'unico che ho scritto questa settimana è la recensione de Il grande Gatsby e, considerando il fatto che domani avrò lezione tutto il giorno e così anche sabato (mezza giornata però, per fortuna), sicuramente non pubblicherò nient'altro. Perciò ne approfitto per aggiornarvi sulle mie letture, dato che ultimamente non ho avuto molto tempo per farlo. xxxxxxxxxxxxxxxxxx Nell'ultimo periodo le mie letture vanno molto a rilento, purtroppo. Ho molti pensieri per la testa e cose da fare che sto trascurando un po' i libri. Avevo iniziato Queen of shadows , il quarto volume della serie Il trono di ghiaccio , ma dopo circa 70 pagine l'ho abbandonato. Sarà il periodo, sarà lo stile della Maas complesso o sarà il timore che ho di essere delusa da una saga che adoro tantissimo, che ho deciso di metterlo momentan

Recensione "Nevernight. Mai dimenticare" di Jay Kristoff (o anche "Tutto quello che non mi è piaciuto del libro")

Ciao lettori, oggi recensione di Nevernight - Mai dimenticare , primo volume delle Cronache dell'Illuminotte , scritto da Jay Kristoff . Come già vi anticipo nel titolo, questo libro non mi è piaciuto. Adesso cercherò di spiegarvi per bene perché, cercando di evitare gli spoiler. Quei pochi che ho inserito sono stati oscurati, evidenziateli con il mouse per leggerli :D Titolo: Nevernight. Mai dimenticare Serie: Gli accadimenti di Illuminotte 1 Autore: Jay Kristoff Pagine: 462 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2019 (ita), 2016 (eng) Comprarlo a 17,00€ Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gl

Recensione "L'orso e l'usignolo" di Katherine Arden

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " L'orso e l'usignolo " di Katherine Arden , primo volume della trilogia La notte dell'inverno . Ringrazio Fanucci per la copia. Titolo: L'orso e l'usignolo Autore: Katherine Arden Serie: La notte dell'inverno 1 Pagine:  304 Editore: Fanucci compralo a 4,99€ In uno sperduto villaggio ai confini della tundra russa, l'inverno dura la maggior parte dell'anno e i cumuli di neve crescono più alti delle case. Ma a Vasilisa e ai suoi fratelli Kolja e Alësa tutto questo piace, perché adorano stare riuniti accanto al fuoco ascoltando le fiabe della balia Dunja. Vasja ama soprattutto la storia del re dell'inverno, il demone dagli occhi blu che tutti temono ma che a lei non fa alcuna paura. Vasilisa, infatti, non è una bambina come le altre, può "vedere" e comunicare con gli spiriti della casa e della natura. Il suo, però, è un dono pericoloso che si guarda bene dal rivelare, finché la

Special #6 Best Bookish Couples

Buon pomeriggio lettori!! Oggi è voi-sapete-cosa (quella parola è proibita nel mio blog, attenti a quello che scrivete  ogni abuso sarà severamente punito ) e dunque ho pensato a questo post :3 Sarà un post abbastanza breve perché..oggi mi scoccia fare tutto, ecco.  Le mie coppie libresche preferite ♥ 1. The Fault in our Augustus stars Augustus & Hazel  2. Il trono di ghiaccio Chaol & Celaena 3. L'angelo caduto Penryn & Raffe 4. Shatter me Juliette & Warner 5. The bread hunger games I toast. (è bruttissima, lo so, ma ditemi che l'avete capita e.e) 6. The Mortal Instruments Maleeeeec 7. The Infernal Devices  Jessa or Wessa? Bitch, please. I'm Jill Quali sono le vostre coppie preferite? Ho creato una sorta di giochino su facebook dove alla fine eleggeremo la coppia libresca preferita in assoluto :D Cliccate qui x per partecipare!

Recensione Io e te oltre le stelle, Beth Revis

Buongiorno lettori ^_^ scusate l'assenza, ma con questo caldo è praticamente impossibile mettersi al computer e buttar giù quattro frasi. Oggi vi parlerò di Io e te oltre le stelle , il primo volume della trilogia Across the universe . Ringrazio la Piemme per avermi dato l'opportunità di leggere questo libro ^_^ Titolo: Io e te oltre le stelle Serie: Across the universe #1 Autore: Beth Revis Anno: 2015 Editore: Piemme ESTRATTO Amy è una passeggera della nave spaziale Godspeed. Ha lasciato il suo ragazzo e gli amici sulla Terra, perché ormai il pianeta non ha più speranza, e sta viaggiando con i suoi genitori congelata in una bara di vetro. Si risveglieranno tra trecento anni, quando la nave arriverà su Terra-Centauri. Niente, però, va come previsto: qualcuno, nel tentativo di ucciderla, la risveglia dal suo sonno di ghiaccio cinquant’anni prima del previsto. Amy si ritrova così a vivere secondo regole completamente diverse, su un’enorme nave in viaggio tra le stell

Reading Goals Challenge #2 Febbraio

Buon pomeriggio lettori ♥ Il primo mese di challenge è andato. Complimenti a tutti, siete stati bravissimi! Come vi siete trovati? Nel senso, è stato difficile trovare i titoli o completare gli obiettivi? Io pensavo di tagliarne di più, invece per alcuni libri non ne ho tagliato nemmeno uno 😱. Ad ogni modo ne ho spuntati cinque, più di quanti pensassi, conoscendo la mia incapacità di organizzazione lol. Un libro che parli di danza \ Danza con me Un libro illustrato \  Frankenstein Un classico scritto da una donna \  Frankenstein Un libro ambientato in Germania  \  Frankenstein Un libro da cui è stato tratto un film  \  Frankenstein Il prossimo mese dovrei spuntare più obiettivi secondo i miei piani di lettura 😂 Adesso facciamo due calcoli! Chi ha letto il maggior numero di libri? Sara Sara con ben 24 letture ! Chi ha completato il maggior numero di obiettivi? Sara Sara con 131\200 obiettivi (ho escluso quelli che prevedono la lettura di più libri)! Chi ha com

Recensione "9 Novembre" di Colleen Hoover

Salve lettori, oggi vi lascio la recensione di 9 Novembre dell'acclamatissima Colleen Hoover . Fatemi sapere cosa ne pensate. Titolo: 9 Novembre Autore: Colleen Hoover Pagine: 308 Editore: Leggereditore Anno: 2016 ⇨ Acquistalo qui È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a ch

Recensione "Il ladro linguanera" di Christopher Buehlman

Buongiorno lettori, oggi vi lascio la mia recensione de "Il ladro linguanera" di Christopher Buehlman, ultimissima e promettente uscita di Fazi Editore, che ringrazio per la copia digitale fornita e per la consueta gentilezza e disponibilità! Titolo: Il ladro linguanera Autore: Christopher Buehlman Casa editrice: Fazi Editore Data di pubblicazione: 18 giugno 2024 Pagine: 480 Traduttore: Donatella Rizzati "In un mondo dove la morte è costantemente dietro l’angolo, l’onore è un lusso che pochi possono permettersi.Kinch Na Shannack è debitore di una considerevole somma verso la Gilda dei Prenditori, che gli ha impartito un’impeccabile istruzione per diventare ladro, insegnandogli, tra le altre cose, a scassinare serrature, scalare muri, usare il coltello, raccontare bugie, piazzare trappole, nonché qualche piccolo incantesimo. Decide quindi di nascondersi nel folto della foresta per mettere in pratica quello che ha imparato contro il primo malcapitato che si troverà a passa

6 libri da leggere questo mese (ottobre)

Ciao lettori! Anche questo mese vi segnalo le uscite in libreria da non perdere. Buona lettura! Tartarughe all'infinito, John Green "Turtles All the Way Down" \ 352 pag. \ Rizzoli \ 11 ottobre \ amazon Indagare sulla misteriosa scomparsa del miliardario Russell Pickett non rientrava certo tra i piani della sedicenne Aza, ma in gioco c’è una ricompensa di centomila dollari e Daisy, Miglior e Più Intrepida Amica da sempre, è decisa a non farsela scappare. Punto di partenza delle indagini diventa il figlio di Pickett, Davis, che Aza un tempo conosceva ma che, pur abitando a una manciata di chilometri, è incastrato in una vita lontana anni luce dalla sua. E incastrata in fondo si sente anche Aza, che cerca con tutte le forze di essere una buona figlia, una buona amica, una buona studentessa e di venire a patti con le spire ogni giorno più strette dei suoi pensieri. Nel suo tanto atteso ritorno, John Green, l’amatissimo, pluripremiato autore di Cercando Alaska e Colp