Passa ai contenuti principali

Focus on

Recensione "La città di ottone" di S. A. Chakraborty

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "La città di ottone" di S. A. Chakraborty, primo volume della trilogia Daevabad. Ringrazio Mondadori per la copia del libro!
Titolo: La Città di Ottone Autore: S. A. Chakraborty Pagine: 528 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 (ita) Compra a 9,99€ EGITTO, XVIII SECOLO. Nahri non ha mai creduto davvero nella magia, anche se millanta poteri straordinari, legge il destino scritto nelle mani, sostiene di essere un'abile guaritrice e di saper condurre l'antico rito della zar. Ma è solo una piccola truffatrice di talento: i suoi sono tutti giochetti per spillare soldi ai nobili ottomani, un modo come un altro per sbarcare il lunario in attesa di tempi migliori. Quando però la sua strada si incrocia accidentalmente con quella di Dara, un misterioso jinn guerriero, la ragazza deve rivedere le sue convinzioni. Costretta a fuggire dal Cairo, insieme a Dara attraversa sabbie calde e spazzate dal vento che pullulano di creature d…

Recensione "Ti ho trovato fra le stelle" di Francesca Zappia

Oggi vi lascio la recensione di Ti ho trovato fra le stelle di Francesca Zappia, per la rubrica Intervista con le blogger in collaborazione con Eleonora's Reading Room. Fatemi sapere cosa ne pensate!

Titolo: Ti ho trovato fra le stelle (Eliza and her monsters)
Autore: Francesca Zappia
Pagine: 352
Editore: Giunti 
Anno: 2018
AMAZON 
Nel mondo reale, Eliza Mirk è una ragazza timida, poco socievole e solitaria. Online, è Lady Constellation, autrice anonima di «Monstrous Sea», un webcomics adorato da milioni di followers in tutto il mondo. Eliza non si sente mai sola, la sua comunità digitale la fa sentire amata e parte di qualcosa di importante. Poi a scuola conosce Wallace, un ragazzo che non parla con nessuno ma decide di aprirsi proprio con lei, ed Eliza comprende che anche la vita offline vale la pena di essere vissuta. Ma quando accidentalmente la sua identità segreta di Lady Constellation viene svelata al mondo, tutte le sue certezze e i suoi punti fermi - online e offline - vanno in frantumi...
[ispirata a quella di Lettrice sulle nuvole e Le mie ossessioni librose]

1. Come sei venuta a conoscenza del libro? Perché hai deciso di leggerlo?

All'inizio l'ho snobbato, poi però ne ho sentito parlare OVUNQUE su instagram. Ho deciso di leggerlo perché dando un'occhiata ai vari commenti, ho capito che questo libro potesse piacermi.

2. A quale genere appartiene il libro?

E' un romanzo di formazione per ragazzi, che può essere letto anche dai più giovani (l'età di lettura consigliata dai vari siti è di 12 anni).

3. Tratta qualche tema in particolare?

Tratta alcuni temi importanti come la depressione e l'ansia sociale, a quali spesso la gente (specie gli adulti) non dà molta importanza soprattutto se riguarda i ragazzi perché, a detta loro, "sono ancora giovani e non hanno visto ancora nulla". Ecco, è come se l'autrice volesse parlare proprio di questo e del fatto che si può stare male anche se si è negli anni della "spensieratezza".

4. Chi sono i personaggi principali? E cosa ne pensi?

Eliza e Wallace, o meglio ancora, solo Eliza. E' lei la protagonista assoluta di questo libro, una ragazza che in pochissimo tempo ha raggiunto un successo incredibile grazie alla sua web comic "Mare di Mostri". Online si fa chiamare Lady Constellation, nella vita reale è solo Eliza, una ragazza talmente insicura da non rivelare a nessuno la sua vera identità. Nemmeno a Wallace, il nuovo arrivato, fan sfegatato del suo fumetto a tal punto da volerlo tramutare in un romanzo.

Ora, non me ne vogliate, ma io trovo un po' irreale il fatto che il suo fumetto sia così famoso. Più che altro non trovo realistico il fatto che nella sua scuola ci siano addirittura tantissimi fan. Quanto è probabile? O forse è dovuto al fatto che io sia cresciuta in un paese in cui non si legge tanto e in America tutto è possibile? Ma vabbè.

Comunque pensavo che mi sarei ritrovata in Eliza perché abbiamo molto in comune (anche se, a differenza sua, mi sento di dire che sono più "coraggiosa" perché cerco sempre di spingermi un po' fuori dalla mia comfort zone), ma in realtà non è successo. Penso sia dovuto principalmente allo stile dell'autrice che non mi ha trasmesso nulla.

Riguardo Wallace, mi è sembrato un personaggio ok, anche se non ho apprezzato il suo comportamento finale (un po' egoista). Insomma, secondo me nessuno dei due brilla.

5. Dov'è ambientata la storia?

Una cittadina famosa per un ponte protagonista di molti incidenti e suicidi che, al contrario di quanto possa sembrare all'inizio, avrà un ruolo nella storia.

6. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?

Ehm, non molte in realtà. Mi è piaciuto sì, l'ho trovato coinvolgente, però il vero problema per me sono state proprio le emozioni. Pensavo che me ne avrebbe trasmesse di forti, ma purtroppo non è successo. E, ripeto, lo dico da persona che per certi aspetti si è rispecchiata in Eliza.

7. Punti di forza? Punti deboli?

La storia è scorrevolissima e si legge abbastanza velocemente. E' molto carina in generale, ma come dicevo, pecca di pathos. Che forse ci sta, visto che è rivolto più che altro ai ragazzini e magari loro lo sentiranno in maniera diversa.

8. Com'è narrato il libro? E come hai trovato lo stile dell'autore\autrice?

Probabilmente a non trasmettermi nulla sarà stato proprio lo stile dell'autrice perché la storia in sé comunque non mi è dispiaciuta. Stile semplice, non banale, perfetto per i ragazzi.

9. Quale cover preferisci? Quella originale o quella italiana?

Quella italiana vince a mani basse. Utilizza una palette di colori che mi fa impazzire. Menzione speciale per l'edizione, davvero carina con tutti i disegni all'interno (anche se ogni tanto facevo fatica a seguire questa storia nella storia). 

10. Quante stelline gli dai? E a chi lo consigli?

Tra le 3,5 e le 4 stelline. Nonostante sia un libro che possa piacere a tutti, penso che sia più adatto ad un pubblico più giovane.

PROSSIMA LETTURA: The hate u give - il coraggio della verità
LEGGI LA RECENSIONE DI ELEONORA

Commenti

  1. Mi dispiace che non ti abbia convinto del tutto anche solo per il fatto che la cover è davvero stupenda, anche se trovo bellissima anche l'altra che hai postato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente... adesso che faccio? Lo vendo? Eh, non posso, con quella cover lì *dilemmi*

      Elimina
  2. Questa volta la lettura scelta è stata abbastanza deludente, forse perché le aspettative erano molto molto alte.

    Ora ripongo la speranza in "The hate u give" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', la delusione c'è, però tutto sommato non posso negare di averlo trovato piacevole!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Molti lo hanno apprezzato, quindi non so, potresti fare un tentativo. Alla fine si lascia leggere ed è abbastanza piacevole.

      Elimina
  4. a me non è piaciuto, per niente. Forse come dici tu dipende anche dall'età (anche se io ti doppio) ma concordo con te con il trovarlo a tratti irreale (anche i genitori non hanno senso) e con poco pathos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non solo dall'età, ma anche dallo stile. A livello di trama non l'ho trovato terribile (se togliamo alcuni aspetti irreali), ma se fosse stato narrato in maniera diversa sono abbastanza sicura che mi sarebbe piaciuto tanto!

      Elimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari