Passa ai contenuti principali

Focus on

Recensione "La città di ottone" di S. A. Chakraborty

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "La città di ottone" di S. A. Chakraborty, primo volume della trilogia Daevabad. Ringrazio Mondadori per la copia del libro!
Titolo: La Città di Ottone Autore: S. A. Chakraborty Pagine: 528 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 (ita) Compra a 9,99€ EGITTO, XVIII SECOLO. Nahri non ha mai creduto davvero nella magia, anche se millanta poteri straordinari, legge il destino scritto nelle mani, sostiene di essere un'abile guaritrice e di saper condurre l'antico rito della zar. Ma è solo una piccola truffatrice di talento: i suoi sono tutti giochetti per spillare soldi ai nobili ottomani, un modo come un altro per sbarcare il lunario in attesa di tempi migliori. Quando però la sua strada si incrocia accidentalmente con quella di Dara, un misterioso jinn guerriero, la ragazza deve rivedere le sue convinzioni. Costretta a fuggire dal Cairo, insieme a Dara attraversa sabbie calde e spazzate dal vento che pullulano di creature d…

#BLP2019 Day 9: libri che ho letto prima di aprire il blog

Scusate tanto per il ritardo, ma tra ieri e oggi non ho avuto molto tempo per preparare il post. Comunque oggi si parla dei libri che abbiamo letto prima di aprire il blog.


Giovedì 28 marzo (programma completo)
ORE 10:00 - Libri che consiglio assolutamente di leggere (I miei magici mondi)
ORE 10:00 - Best ships (Il regno dei libri)
ORE 10:00 - Libri letti prima di aprire un blog (Divoratori di libri)

Uno dei lati positivi dell'avere un blog è che mi permette di tenere traccia dei libri letti, ma non solo, le recensioni mi aiutano a ricordare le sensazioni provate durante la lettura. I libri che ho letto prima del 2013 sinceramente non li ricordo benissimo. E mi dispiace. Ah, se solo avessi scoperto il reading journal prima!

Piccoli Brividi

Quando andavo in biblioteca chiedevo sempre i libri horror, ma la bibliotecaria non mi permetteva di prenderli. Sì, ok, avevo 11 anni, ma il vero problema era che quella tizia non c'entrava nulla con i libri (ancor ricordo quando scrisse "autore libro: Harry Potter"). Comunque alla fine sceglievo sempre i Piccoli Brividi. Ne ho letto una buona parte e, shame on me, non ricordo i titoli di tutti. Ho letto con sicurezza "Il pupazzo parlante" (se non erro anche i seguiti), "Foto dal futuro", "Il campeggio degli orrori". Ho degli ottimi ricordi. Erano parecchio scorrevoli e ne leggevo come minimo uno al giorno. Prima o poi mi piacerebbe rileggerli e, chissà, forse finirò la "lista di Piccoli Brividi da leggere". Ne avevo spuntati parecchi!

Non è mia figlia

Visto che non mi facevano leggere horror serie, spesso puntavo ai thriller. Di "Non è mia figlia" sinceramente ricordo solo il finale, molto what the fuck.

La fattoria degli animali

"La fattoria degli animali" lo lessi al primo superiore per una gara di lettura. Devo dire che nonostante fossi giovane, il libro di Orwell mi piacque molto, tant'è che qualche anno fa l'ho riletto e ogni tanto mi viene voglia di riprenderlo in mano.

Se fosse per sempre

Voi non potete capire quante ricerche ho dovuto fare per trovare il libro "Se fosse per sempre"! Ricordavo solo un'umana che si innamora di un fantasma, e che avesse una copertina carina (che poi non è quella della foto). E che non mi era piaciuto LOL. In realtà è lei a essere un fantasma e lui l'umano, e a distanza di anni scopro anche l'esistenza dei seguiti che ovviamente non leggerò.

Twilight

E ho letto anche Twilight che, ammetto, all'epoca mi era piaciuto tanto. Infatti avevo iniziato pure New Moon, poi non ricordo perché non ho più proseguito.

Quali sono i libri che avete letto prima di aprire il blog?


Commenti

  1. Piccoli brividi li leggevo anche io quando ero alle elementari/medie e mi piacevano un sacco!
    "Se fosse per sempre" credo di averlo letto ma sinceramente non ne ho la certezza. Forse mi ricorda solo qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a modo suo i Piccoli Brividi sono molto originali!

      Elimina
  2. i piccoli brividi... mamma che bei ricordi.... mi ricordo che quando andavo in vacanza ne leggevo una marea

    RispondiElimina
  3. I volumetti di Piccoli brividi li vedevo sempre sugli scaffali, ma temevo che mi mettessero troppa paura e quindi non li ho mai letti 😂
    Effettivamente anche io ricordo poco di alcuni libri letti prima dell'apertura del blog, mentre adesso il modo con cui tengo maggiormente segno di tutte le letture è tramite Goodreads!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, assolutamente! Forse qualcuno era un pochino più inquietante, ma niente di troppo pauroso. Se ne hai l'occasione ti invito vivamente a recuperarli *__*

      Elimina
  4. Io ho letto un solo Piccoli Brividi in vita mia, di quelli pure abbastanza scialli, però io sono una fifona e ancora adesso se ci ripenso mi viene da piangere per la paura. Ciao.

    RispondiElimina
  5. "Se fosse per sempre" a me era piaciuto abbastanza, niente di particolare ma carino. Vorrei recuperare i seguiti ma mi pare che il terzo non sia mai stato tradotto :(

    RispondiElimina
  6. Anche io ho iniziato con piccoli brividi e le storie dell'orrore che adoravo! Twilight invece l'ho iniziato al liceo e devo dire che ho amato la serie, ha accompagnato la mia adolescenza e la ricorderò sempre con piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo di Twilight l'ho ricordo con piacere anch'io, però ho rivisto i film dopo molto tempo e non mi è piaciuto :( ci sono troppi cliché che da un paio di anni a questa parte non sopporto XD

      Elimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari