Passa ai contenuti principali

Conclusione gruppo di lettura "L'amica perfetta" di E. Lockhart

Siamo giunti alla conclusione della lettura de L'amica perfetta di Lockhart (perdonate il ritardo!). Di seguito il riepilogo della quarta tappa e un brevissimo parere (non voglio dilungarmi troppo perché pubblicherò una recensione).

I riepiloghi precedenti li trovate qui:

Riepilogo capitolo 3,2,1,19

In questi capitoli scopriamo che il piano di Jule in parte è stato architettato dai genitori di Imogen (ma la pazzia è tutta farina del suo sacco.. non che i genitori di Imogen stiano tanto bene con la testa, eh). Infatti si incontrano ad una serata in un istituto dove Jule sta sostituendo la sua coinquilina in un catering. 

Viene invitata a cena dove discutono del piano. A Jule servono soldi e ai genitori serve qualcuno che possa capire sua figlia (alias una ragazza adottata) e riportarla a casa. Durante la cena hanno modo di parlare di Imogen e rivelano alcuni episodi della sua vita (come la scena del ballo) che Jule non ci penserà due volte a sfruttare.  All'inizio pensavo che Jule fosse stata sempre ossessionata da Imogen, cioè che lo fosse fin dai tempi della scuola, ma a quanto pare è un sentimento che in realtà è nato dopo, quando si sono incontrate a Martha's Vineyard. Però Jule è sempre stata bugiarda, su questo non ci sono dubbi.

Alla fine torniamo al presente, un anno dopo. La pessima detective che le dava la caccia in realtà pensa che Imogen abbia rubato l'identità di Jule e che Imogen sia Jule. Dopo un breve inseguimento e lotta tra i due, Jule riesce a scappare e.. TUTTO QUI.

Onestamente sono rimasta parecchio delusa da questa lettura. Mi aspettavo molto di più, qualche colpo di scena che mi avrebbe lasciato a bocca aperta, invece è stato tutto abbastanza banale. Alcuni aspetti del libro non sono stati per niente approfonditi

In particolare di questi capitoli non ho capito bene questi due punti:
▶️ Prima che succedesse tutto ciò, Jule dice di aver incontrato un certo Neil che le offre un lavoro. Ora, non si capisce di che lavoro parla, se magari lui c'entra qualcosa con tutta questa storia, perché altrimenti sembra una scena buttata lì tanto per fare numero. 
▶️ Forrest non ha mai creduto alla versione del suicidio, eppure non dicono che cosa pensasse. Dubito che credesse alla versione della detective, semmai potrebbe aver sospettato di Jule, ma purtroppo non viene svelato.

Boh, sembra che l'autrice abbia avuto un'idea, ma poca voglia di svilupparla. Non è stata una lettura brutta perché l'ho letto con piacere e anche parecchio velocemente, però non sono per niente soddisfatta. 

Voi cosa ne pensate? Potete leggere le considerazioni finali de Il tempo dei libri qui.

Commenti

  1. Alla fine le nostre considerazioni finali si somigliano abbastanza. Io mi ero totalmente dimenticata di Neil e, sinceramente, della maggior parte delle bugie che Jule ha propinato a tutti. Forrest compreso che è l'unico a non aver mai creduto a mezza parola della ragazza.

    RispondiElimina
  2. Si ma capisci che è tutta una botta di culo? Ricapitolando:
    1 - La madre la confonde per una ragazza in classe con la figlia e così, sulla fiducia, le dice di aiutarla con Imogen;
    2 - Imogen crede alla bugia di Jule con una facilità tale che la invita a casa, perché si, eravamo a scuola insieme e puoi venire a vivere da me;
    3 - Paolo le crede nonostante anni in cui i suoi e i genitori di Imogen si conoscono e dovrebbe averla smascherata da tempo. Tra l'altro IMPOSSIBILE che non sapesse del suicidio di Imogen;
    4 - Forrest che non ha mai creduto al suicidio di Imogen non si insospettisce quando Paolo chiama Imogen a Jule oppure quando lei sparisce così all'improvviso;
    - La detective è stata la ciliegina sulla torta, perché si, tutto mi aspettavo ma questo mi ha fatto sputare un polmone. Poi la facilità con la quale la mette k.o.! Ma si dai, facciamo vedere che oltre che ignoranza ci sia pure la polizia che si fa fregare l'arma da sotto il naso e prenderle di santa ragione da una tizia che ha solo fatto un po' di palestra.

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione "Rovina e Ascesa" di Leigh Bardugo, volume conclusivo della trilogia Grisha

Finalmente condivido con voi la recensione di " Rovina e Ascesa " di Leigh Bardugo , terzo volume della Grisha Trilogy .  UPDATE 30.03.2021 : il libro l'ho letto in inglese perché all'epoca ancora inedito, ma oggi finalmente esce in italiano per Mondadori! Titolo:  Rovina e ascesa Autore:  Leigh Bardugo Serie:  Grisha trilogy 3 Pagine:  288 Editore: Mondadori Anno: 2021 Compralo a 17,95€ "Disprezza il tuo cuore." Era quello che volevo. Non volevo più essere in lutto, soffrire per qualche perdita o per i sensi di colpa, o per la preoccupazione. Volevo essere dura, calcolatrice. Volevo essere impavida. Fino a poco prima mi era sembrato possibile. Ora ne ero meno sicura. L'Oscuro ha ormai esteso il suo dominio su Ravka grazie al suo esercito di creature mostruose. Per completare i suoi piani, gli manca solo avere nuovamente al suo fianco Alina, la sua Evocaluce. La giovane Grisha, anche se indebolita e costretta ad accettare la protezione dell'Appara

Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo

Eccomi qui con la recensione di Sei di corvi di Leigh Bardugo , primo volume di una duologia che si concluderà il 29 ottobre con Il regno corrotto . Titolo: Sei di corvi Autore: Leigh Bardugo Pagine: 440 Editore: Mondadori Anno: 2019 Acquistalo a 15,21€ A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare. Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo Questa recensione sarà divisa in due: la parte

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Novità in libreria MAGGIO 2021

Ciao lettori e buona domenica, oggi parliamo delle uscite in libreria di maggio. La repubblica del drago , R. F. Kuang (25 maggio) Seguito de  La guerra dei papaveri . Io l'ho già letto in inglese e l'ho adorato, per questo non vedo l'ora di avere la mia copia italiana per fare una rilettura. Se non avete ancora iniziato a leggere questa trilogia, ve la consiglio tantissimo.  Compra La repubblica del drago a 22,80€ Recensione La guerra dei papaveri La chimera di Praga , La città di sabbia , Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor (27 maggio) Ristampa di questa amatissima trilogia con protagoniste appunto chimere e angeli. Il secondo volume contiene anche Notte di marionette e torte , spinoff dedicato a due personaggi secondari. Personalmente il primo non mi è piaciuto e ben poco mi piace questa nuova edizione (preferivo di gran lunga l'altra con le cover psichedeliche... in quel caso sarei stata tentatissima di dare una seconda opportunità), quindi non la comprerò.

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis