Passa ai contenuti principali

Recensione "Bianca come il latte rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia

Buona sera divoratori, oggi recensione di Bianca come il latte rossa come il sangue di Alessandro D'Avenia. Buona lettura!

Titolo: Bianca come il latte rossa come il sangue
Autore: Alessandro D'Avenia
Pagine: 254
Editore: Mondadori
Anno: 2010
Compralo a 11,47€
Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Recensione "Bianca come il latte rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia 

Leo è un ragazzino di 16 anni.
Il bianco lo spaventa. Il bianco significa assenza, perdita. Il rosso amore, passione, sangue. Rosso è anche il colore dei capelli di Beatrice, la persona che più ama al mondo. Ma Beatrice è malata. Così Leo dovrà affrontare questa triste realtà, ma non è solo: con lui c'è la sua amica del cuore Silvia e il nuovo professore di filosofia, pronti ad incoraggiarlo e a dare consigli.

Ne ho così tanto sentito parlare che alla fine l'ho letto anch'io.
Il libro tratta un argomento molto interessante. Il metodo di scrittura non è molto semplice, ma nemmeno tanto difficile. Una via di mezzo, anche se a volte ho dovuto soffermarmi un po' di più per rileggere qualche frase che mi era difficile comprendere. Ma in fin dei conti, mi è piaciuto molto, specialmente le riflessioni di Leo e i consigli del professore di filosofia. La storia è molto bella, ma non mi ha fatto innamorare, e il finale è una delusione.

In conclusione, è un bel libro e lo consiglio.

Appena vedrò il film farò un post LIBRO vs FILM :D
A voi la parola!


Commenti

  1. Anch'io voglio leggere questo libro! :)ne ho sentito parlare, parlare e riparlare... sia in positivo che non :) Quindi è nella mia luuuuunghissima wishlist... chissà tra quanto tempo lo leggerò! XD

    RispondiElimina
  2. Anche io ho letto questo libro, ho il rifiuto di vedere il film perchè alla fine il film mi rovina tutto il mio di film, a me è piaciuto forse il finale un pò scontato.

    RispondiElimina
  3. io ho adorato sia film che libro. ;)

    RispondiElimina
  4. Letto questo libro quando è stato pubblicato per la prima volta! Me ne sono teneramente innamorata :) A quei tempi non amavo leggere, ma proprio grazie a D'Avenia ho iniziato ad appassionarmi! Davvero molto bello ^^ Il film ,invece, mi ha delusa tantissimo

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis