Passa ai contenuti principali

Focus on

Recensione "La città di ottone" di S. A. Chakraborty

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "La città di ottone" di S. A. Chakraborty, primo volume della trilogia Daevabad. Ringrazio Mondadori per la copia del libro!
Titolo: La Città di Ottone Autore: S. A. Chakraborty Pagine: 528 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 (ita) Compra a 9,99€ EGITTO, XVIII SECOLO. Nahri non ha mai creduto davvero nella magia, anche se millanta poteri straordinari, legge il destino scritto nelle mani, sostiene di essere un'abile guaritrice e di saper condurre l'antico rito della zar. Ma è solo una piccola truffatrice di talento: i suoi sono tutti giochetti per spillare soldi ai nobili ottomani, un modo come un altro per sbarcare il lunario in attesa di tempi migliori. Quando però la sua strada si incrocia accidentalmente con quella di Dara, un misterioso jinn guerriero, la ragazza deve rivedere le sue convinzioni. Costretta a fuggire dal Cairo, insieme a Dara attraversa sabbie calde e spazzate dal vento che pullulano di creature d…

Recensione "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero

Ciao lettori! Oggi vi lascio la recensione del libro "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero. Continuate a leggere per saperne di più!

Titolo: Un altro giorno ancora
Autore: Bianca Marconero
Pagine: 382
Anno: 2018
Editore: Newton Compton Editori
Compralo qui
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.

Recensione "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero


Ormai lo sapete che per me Bianca è una garanzia. Mi sono piaciuti tutti i libri che ha pubblicato (mi manca giusto "Non è detto che mi manchi" che spero di leggere presto) e ho apprezzato altrettanto "Un altro giorno ancora".

Devo ammettere che mi aspettavo una storia completamente diversa, dai toni più maturi, quasi drammatici-ma-non-troppo alla "L'ultima volta al mondo" e invece mi sono ritrovata un libro che si avvicina a "La prima cosa bella". Insomma, un libro divertente e spensierato.

Una altro giorno ancora fa parte di quella categoria a metà tra lo young adult e il new adult. Nel senso che i protagonisti per alcuni aspetti (tipo l'età) rientrerebbero nel target new adult, ma per i toni e la spensieratezza lo farebbero rientrare tra i libri dedicati ai più giovani. E io l'ho apprezzato molto per questo motivo!

Infatti durante la lettura è stato abbastanza difficile togliersi il sorriso ebete dalla faccia. Elisa è un personaggio testardo, determinato e delle volte maleducato, specie con i ragazzi perfetti come Andrea, praticamente un santo, un gentiluomo uscito da un'altra epoca. Ora, come potete ben immaginare, questi due non possono stare nella stessa stanza. Più che altro Elisa non sopporta la presenza di Andrea, così distante dal suo mondo, e... talmente ricco da aver comprato il suo cavallo. Il cavallo per cui Elisa ha risparmiato per anni.
Inutile dirvi che mi sono piaciuti entrambi, e molto, compresi i difetti. Elisa ha le sue ragioni per essere arrabbiata, nonostante delle volte sia troppo "cattiva" con Andrea. Ma lui è quel tipo di personaggio sempre calmo e gentile, quindi posso benissimo capire la sua voglia di prenderlo a sberle 😂. Andrea non è così impeccabile e durante la lettura ce ne rendiamo conto, ma questo non fa altro che accrescere il nostro amore nei suoi confronti. Insieme a loro mi sono divertita parecchio, ma ho anche sofferto. Ho apprezzato tanto il fatto che la loro relazione si sviluppi pian piano, e persino tutti i fraintendimenti che un rapporto del genere comporta.

Mi sono innamorata anche dei personaggi secondari, tipo i fratelli di Elisa, ma in particolare mi hanno rubato il cuore Bianca, la sorella di Andrea, e Vittorio, uno dei fratelli della protagonista. E mi piacerebbe davvero tanto leggere qualcosa su di loro, ma allo stesso tempo se l'autrice decidesse di non scrivere nulla capirei. Quello che c'è stato tra di loro, tanto per citare l'autrice durante una nostra conversazione, non è detto che possa essere aggiustato (MA GIURO BIANCA CHE MI ACCONTENTO DI LEGGERE ANCHE UN LIBRO SENZA CAPO NÉ CODA E ANCHE SENZA UN LIETO FINE, SE NECESSARIO).

Ultimo, ma non meno importante, ho apprezzato anche la parte relativa ai cavalli. Sinceramente io non ci capisco nulla di corse ecc., eppure non è mai noiosa o incomprensibile.

Ancora una volta la Marconero ha fatto centro. Una lettura divertentissima e molto coinvolgente, ve la consiglio tantissimo.

Cosa ne pensate? 


🌈SEGUIMI SU: FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER | BLOGLOVIN' | GOODREADS🦄

Commenti

  1. Ho letto tantissime recensioni su questo libro e tutte, dico, tutte, positivissime... che sia arrivato il momento di metterlo in WL?! AHAHAHAHAH

    RispondiElimina
  2. LO ADORO! E' diventato uno dei miei preferiti di Bianca *_*

    RispondiElimina
  3. Mi spiace, proprio non riesce ad ispirarmi, anche se sui libri di questa autrice leggo sempre solo cose positive!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari