Passa ai contenuti principali

Focus on

Recensione "La città di ottone" di S. A. Chakraborty

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "La città di ottone" di S. A. Chakraborty, primo volume della trilogia Daevabad. Ringrazio Mondadori per la copia del libro!
Titolo: La Città di Ottone Autore: S. A. Chakraborty Pagine: 528 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 (ita) Compra a 9,99€ EGITTO, XVIII SECOLO. Nahri non ha mai creduto davvero nella magia, anche se millanta poteri straordinari, legge il destino scritto nelle mani, sostiene di essere un'abile guaritrice e di saper condurre l'antico rito della zar. Ma è solo una piccola truffatrice di talento: i suoi sono tutti giochetti per spillare soldi ai nobili ottomani, un modo come un altro per sbarcare il lunario in attesa di tempi migliori. Quando però la sua strada si incrocia accidentalmente con quella di Dara, un misterioso jinn guerriero, la ragazza deve rivedere le sue convinzioni. Costretta a fuggire dal Cairo, insieme a Dara attraversa sabbie calde e spazzate dal vento che pullulano di creature d…

REVIEW PARTY: Recensione "L'amore è sempre in ritardo" di Anna Premoli

Esce oggi "L'amore è sempre in ritardo" di Anna Premoli e per l'occasione insieme ad altre blogger abbiamo organizzato un Review Party. Continuate a leggere la recensione per sapere cosa ne penso!

Titolo: L'amore è sempre in ritardo
Autore: Anna Premoli
Pagine: 320
Anno: 2018
Editore: Newton Compton
Compralo su amazon
Le prime cotte sono di solito un dolce ricordo, capace di far sorridere. Non per Alexandra Tyler: il suo primo amore è stato Norman Morrison, il migliore amico di suo fratello Aidan, che l'ha rifiutata senza tante cerimonie dopo che lei ha trascorso l'adolescenza a comporre per lui terribili lettere d'amore in rima. Ogni volta che lo vede non riesce a trattenere una smorfia. Eppure, in genere è una donna controllata... Sta finendo il dottorato in Geologia alla Columbia e si dà da fare per cercare l'uomo giusto, dopo Norman. Peccato che i suoi incontri siano uno peggiore dell'altro. Proprio quando ha deciso di prendersi una sacrosanta pausa dal complicato mondo degli appuntamenti, Norman, stufo di pranzi tesi in casa Tyler, le propone di lasciarsi i vecchi battibecchi alle spalle e provare a comportarsi in modo almeno amichevole, dato il loro comune legame con Aidan. Alex accetta: trattarlo in modo cordiale non dovrebbe essere poi così difficile... O almeno, questo è ciò che crede!

Recensione "L'amore è sempre in ritardo" di Anna Premoli

Quando ho voglia di un libro fresco, leggero e divertente con la Premoli vado sul sicuro. Le sue commedie romantiche mi fanno sempre sorridere e sono molto coinvolgenti, è difficile mettere giù il libro. "L'amore è sempre in ritardo" non è da meno!

I protagonisti di questa storia sono Norman e Alex - lui agente letterario, lei studentessa di Geologia e sorella di Aidan, il protagonista di "E' solo una storia d'amore". La loro comparsa nel romanzo dedicato a quest'ultimo e a Laurel mi aveva già incuriosito (così come immagino buona parte dei lettori, visto che questa storia era richiestissima), per questo quando ho saputo dell'uscita de L'amore è sempre in ritardo, nonostante i vari impegni e le varie letture da fare, non sono riuscita a dire di no.

Norman mi aveva fatto un'ottima impressione e per certi aspetti lo avevo quasi preferito a Aidan. E qui si riconferma essere un personaggio assolutamente affascinante. Un tipo che non ride mai, scorbutico, ma soprattutto uno che non conoscere l'amore. Ha sofferto a causa della rottura dei suoi genitori e sta molto attendo a non fare la loro stessa fine. Detto così sembra un tipo noioso, ma vi assicuro che la crocerossina che è in voi tirerà fuori il meglio di se con questo personaggio. Mi è piaciuto molto la caratterizzazione di questo personaggio, l'ho trovato molto realistico e mi ci sono immedesimata. Poi vabbè, odia la palestra ed è un tipo goffo, come si fa a non adorarlo? 

E poi c'è Alex, una forza della natura. Bella, intelligente, allegra e con una cotta imbarazzante per Norman, amico di famiglia da tantissimo tempo. Tra i due c'è un apparente odio profondo, soprattutto da parte di Alex che non riesce a scrollarsi di dosso questo sentimento che prova da ormai parecchi anni. Anche lei è un buon personaggio e mi è piaciuto, specie per il fatto che è una ragazza genuina e non ha problemi a dimostrare i propri sentimenti.

Tra di loro c'è molta chimica e il loro rapporto mi ha divertito parecchio. Pensavo che avrei trovato fuoco e fiamme, ma in realtà tra i due si instaura una tregua, quindi ci sono più scene in cui cercano di andare d'accordo piuttosto che sfuriate. Un bene e un male allo stesso tempo perché da una parte mi sarebbe piaciuto vederli litigare in continuazione, ma d'altro l'ho apprezzato così com'è, meglio non esagerare (altrimenti poi si rischia di sfociare nel no sense).

Soltanto due cose mi hanno lasciato un pochino perplessa. Mi ha un po' inquietato è il fatto che Alex è innamorata di Norman da quando aveva nove anni. Più che altro ad inquietarmi è il fatto che lui l'ha vista crescere (dato che tra i due c'è una differenza di età di almeno nove anni, se non erro). Ovviamente all'epoca lui non ricambiava (ci mancherebbe ahahah) e non mi ha dato proprio fastidio, però boh, è un po' strano vedere crescere la sorella piccina del tuo migliore amico e poi metterti con lei. Forse se i personaggi fossero stati quasi coetanei sarebbe stato decisamente meglio.

E poi c'è stata una parte finale che mi ha lasciato un pochino confusa a causa del cambiamento repentino del comportamento dei personaggi, ma ad essere sincera non sono sicura se sia stata colpa del libro o colpa mia (perché mi ero distratta giusto un attimo). SPOILER: quando Alex e Norman sono a cena e poi decidono di andare a casa di lui. La parte che non ho capito è come arrivano a questa decisione... ma ripeto, potrei essermi distratta io!  
In definitiva è stata una lettura molto simpatica, ho divorato il libro in pochissimi giorni. Vero che non è lunghissimo (saranno circa duecento pagine), ma come al solito con le storie della Premoli è difficile mettere giù il libro. Ho apprezzato la comparsa dei personaggi già trovati in "E' solo una storia d'amore" e adesso non mi resta che leggere la storia di Julie (Non ho tempo per amarti) e attendere il romanzo su Audrey!

Fatemi sapere cosa ne pensate!

Commenti

  1. Speriamo solo che il romanzo di audrey arrivi presto!

    RispondiElimina
  2. Ho avuto più o meno le tue stesse sensazioni, questa autrice è proprio una garanzia per questo genere

    RispondiElimina
  3. Sulla parte dello spoiler ho avuto anche io la stessa sensazione, sembra manchi un passaggio in quel momento

    RispondiElimina
  4. Non ho letto la parte spoiler perché questo conto di leggerlo, prima o poi, ma mi spiace che ci sia stato questo cambiamento nei personaggi, è una cosa che di solito mi irrita parecchio! Però è parecchio che non leggo nulla della Premoli e spero di rimediare presto, perché questa autrice mi piace molto! :)

    RispondiElimina
  5. Non credo che il libro faccia per me, però l'illustrazione di copertina è adorabile *_*

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari