Passa ai contenuti principali

Recensione libro "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione del libro "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf da cui è stato tratto recentemente il film.

Titolo: Le nostre anime di notte
Autore: Kent Haruf
Pagine: 171
Editore: NN editore
Anno: 2017
amazon
È nella cittadina di Holt, Colorado, che un giorno Addie Moore rende una visita inaspettata al vicino di casa, Louis Waters. I due sono entrambi in là con gli anni, vedovi, e le loro giornate si sono svuotate di incombenze e occasioni. La proposta di Addie è scandalosa e diretta: vuoi passare le notti da me? Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore, fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura. Ma la comunità di Holt non accetta la relazione di Addie e Louis, che considera inspiegabile, ribelle e spregiudicata. E i due protagonisti si trovano a dover scegliere tra la propria libertà e il rimpianto. Dopo la Trilogia della Pianura, Le nostre anime di notte è il sigillo perfetto all'opera di Kent Haruf, uno dei più grandi interpreti della letteratura americana contemporanea.

Recensione "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf

Shame on me, non conoscevo Kent Haruf e l'ho scoperto di recente grazie alla sfida di Reading is believing. Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro sia per questo motivo sia perché è una lettura decisamente fuori dalla mia comfort zone. E perciò mi sono lanciata, senza aspettative, soltanto un po' timorosa. 

I protagonisti sono due vecchietti, Addie e Louis, ormai rimasti vedovi, con figli che vedono sempre meno. Un giorno decidono di passare le notti insieme,  a farsi compagnia e a parlare. Un modo per sfuggire alla solitudine e di darsi una seconda possibilità per gli errori e le occasioni perse durante la loro vita. 

Addie è intraprendente e coraggiosa, ed è infatti proprio lei a fare la proposta; Louis un po' di meno, probabilmente per gli errori compiuti in passato, però decide di provarci. Ormai cos'hanno da perdere? Eppure ad un certo punto le carte si ribaltano. La gente inizia a parlare e fin qui tutto bene. Ma cosa succede quando a non approvare sono proprio le persone a cui si tiene di più?

Un tema del genere ovviamente fa riflettere tanto sia il lettore con una certa età sia quelli più giovani che vivono costantemente con l'ansia per lo scorrere del tempo (presente), ma non quanto ci si aspetta o almeno non quanto mi aspettavo io.

Diciamo che delle volte l'autore è molto superficiale, alcune riflessioni stanno nel dialogo - tra l'altro senza virgolette o qualsiasi altro segno che indichi che qualcuno stia parlando - , mentre il resto è tutto molto descrittivo, un'elencazione di azioni che i personaggi compiono. Ovviamente se fossi stata abituata allo stile di Haruf lo avrei apprezzato di più o se avessi saputo che l'autore scrisse questo racconto poco prima di morire e che avesse fretta di terminarlo proprio per questo, forse lo avrei letto con occhi diversi e lo avrei apprezzato di più. 

In generale però l'ho trovata una lettura carina e per certi versi adorabile, vedi il legame tra i due protagonisti o il nipote di Addie, Jamie, che passa del tempo con loro. Il figlio di Addie si chiede cosa possa pensarne Jamie di questa loro relazione, eppure è il bambino è l'unico a non farsi domande, ad accettare, a non trovare nulla di strano.

E' stata una lettura inusuale, che non mi è dispiaciuta per niente, ma mi aspettavo appunto qualcosina di più, una storia più emozionante. Sono curiosa di vedere il film nella speranza che abbia proprio quello che secondo me manca al libro.

Pareri?

Commenti

  1. Questo è un libro che mi incuriosisce da tanto tempo, insieme agli altri dell'autore! Spero di leggerlo presto ^^

    RispondiElimina
  2. Come sai, l'ho amato molto.
    Il difetto, secondo me, è essere partita da qui, senza conosce meglio Haruf e la sua Holt. Felice, comunque, che tu abbia apprezzato il giusto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupererò sicuramente, perché mi piacerebbe molto approfondire Haruf :)

      Elimina
  3. Mai letto nulla di questo autore, come probabilmente saprai... ma il tema e i personaggi di questo mi incuriosiscono moltissimo!
    Senza contare il fatto (un po' superficiale, lo so, ma che posso farci?! XD) che il titolo, "Le nostre anime di notte", ha un suono veramente splendido! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche secondo me "Le nostre anime di notte" (o anche in inglese "Our souls at nights") ha un non so ché di poetico *_*

      Elimina
  4. Non l'ho letto ma mi ispirava! Non so se lo comprerei a prezzo pieno ma se lo trovassi al mercatino dell'usato certamente non lo lascerei là!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il prezzo, per un libricino di circa 100 pagine, è altino!

      Elimina
  5. È uno tra i titoli consigliati per la mia iniziativa che mi incuriosisce di più e sono contenta che tutto sommato tu non lo abbia trovato niente male e che per te si sia rivelata una bella esperienza!
    Anche se non avevo idea che fosse uno di quei romanzi narrati senza la punteggiatura nei dialoghi... cosa che mi è capitata di vedere soltanto una volta e che ho odiato profondamente >.< spero che non influirà sulla mia esperienza di lettura quando mi deciderò a leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che delle volte è un po' confusionario, però in generale la lettura risulta scorrevole! comunque sono curiosa di sapere se poi ti piacerà :)

      Elimina
  6. non conoscevo proprio questo libro. L'argomento è interessante, anche inusuale

    RispondiElimina
  7. Ciao! Non sapevo che avessero tratto un film da questo libro! Sono comunque molto curiosa di leggerlo perché è parecchio che punto questo autore, senza mai riuscire a decidermi, ma dopo aver letto la tua recensione credo che la smetterò di tentennare perché sono davvero curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come hanno consigliato a me, anch'io ti consiglio di iniziare da un altro libro di questo autore, in modo da "Conoscerlo" un po' :)

      Elimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

La trilogia delle gemme: Red, Blue, Green.

Buongiorno divoratori :3 Oggi vi parlo della trilogia delle Gemme di Kerstin Gier che ho iniziato a dicembre e finito giusto ieri. Ovviamente non ci saranno spoiler e potete leggere la recensione anche se non avete ancora letto Red. Per le trame dei libri cliccate sulle cover :3 Red, Blue e Green sono state delle letture molto piacevoli ma non nego il fatto che le mie aspettative sono state un po' deluse. Ho sempre letto recensioni positivissime e su GR il rating più basso è di tipo quattro stelline o_o. Perciò potete capire le mie aspettative! Innanzitutto, se la Gier o la ce avesse deciso di pubblicare la trilogia in un unico libro, probabilmente lo avrei apprezzato molto di più. Red è molto introduttivo, nel senso che in trecento pagine non succede un bel niente. E non ha nemmeno un finale ._. finisce esattamente nel bel mezzo della storia (anzi, quale "mezzo" della storia? Questa storia ha praticamente solo l'inizio!). Stessa cosa con Blue , stessa

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione “Il regno di cenere” di Sarah J. Maas

Oggi esce Il regno di cenere , volume conclusivo della serie Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. Per l’occasione ho organizzato un review party insieme ad altre blogger. Di seguito trovate la mia recensione del libro! Titolo: Il regno di cenere Autore: Sarah J. Maas Pagine: 1080 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno di pubblicazione: 2021 Compralo a 8,99€ Aelin ha rischiato tutto per salvare il suo popolo, ma ha pagato un prezzo altissimo: è stata rinchiusa in una bara di ferro dalla regina Maeve, costretta a sopportare mesi di torture se non vuole condannare coloro che ama. Ma anche la sua forza e la sua determinazione iniziano a incrinarsi. Non è l'unica a dover combattere per assicurarsi un futuro, mentre i fili del destino dei vari personaggi si intrecciano inesorabilmente. Recensione Il regno di cenere di Sarah J. Maas Questa recensione probabilmente sarà lunghissima perché Il trono di ghiaccio è tra le mie serie preferite e sarà difficile contenere le emozioni. Ho

Recensione "La corte di fiamme e argento" di Sarah J. Maas

La prima recensione dell'anno non poteva non essere quella de La corte di fiamme e argento di Sarah J. Maas , in uscita domani per Mondadori. E' un volume spin-off della serie La corte di rose e spine con protagonisti Nesta e Cassian! Titolo: La corte di fiamme e argento Autore: Sarah J. Maas Serie: Acotar 4 Pagine: 720 Editore: Mondadori Data di uscita: 23 febbraio 2021 Compralo a 20,90€ Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all'interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l'orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua.