Passa ai contenuti principali

Recensione libro "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione del libro "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf da cui è stato tratto recentemente il film.

Titolo: Le nostre anime di notte
Autore: Kent Haruf
Pagine: 171
Editore: NN editore
Anno: 2017
amazon
È nella cittadina di Holt, Colorado, che un giorno Addie Moore rende una visita inaspettata al vicino di casa, Louis Waters. I due sono entrambi in là con gli anni, vedovi, e le loro giornate si sono svuotate di incombenze e occasioni. La proposta di Addie è scandalosa e diretta: vuoi passare le notti da me? Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore, fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura. Ma la comunità di Holt non accetta la relazione di Addie e Louis, che considera inspiegabile, ribelle e spregiudicata. E i due protagonisti si trovano a dover scegliere tra la propria libertà e il rimpianto. Dopo la Trilogia della Pianura, Le nostre anime di notte è il sigillo perfetto all'opera di Kent Haruf, uno dei più grandi interpreti della letteratura americana contemporanea.

Recensione "Le nostre anime di notte" di Kent Haruf

Shame on me, non conoscevo Kent Haruf e l'ho scoperto di recente grazie alla sfida di Reading is believing. Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro sia per questo motivo sia perché è una lettura decisamente fuori dalla mia comfort zone. E perciò mi sono lanciata, senza aspettative, soltanto un po' timorosa. 

I protagonisti sono due vecchietti, Addie e Louis, ormai rimasti vedovi, con figli che vedono sempre meno. Un giorno decidono di passare le notti insieme,  a farsi compagnia e a parlare. Un modo per sfuggire alla solitudine e di darsi una seconda possibilità per gli errori e le occasioni perse durante la loro vita. 

Addie è intraprendente e coraggiosa, ed è infatti proprio lei a fare la proposta; Louis un po' di meno, probabilmente per gli errori compiuti in passato, però decide di provarci. Ormai cos'hanno da perdere? Eppure ad un certo punto le carte si ribaltano. La gente inizia a parlare e fin qui tutto bene. Ma cosa succede quando a non approvare sono proprio le persone a cui si tiene di più?

Un tema del genere ovviamente fa riflettere tanto sia il lettore con una certa età sia quelli più giovani che vivono costantemente con l'ansia per lo scorrere del tempo (presente), ma non quanto ci si aspetta o almeno non quanto mi aspettavo io.

Diciamo che delle volte l'autore è molto superficiale, alcune riflessioni stanno nel dialogo - tra l'altro senza virgolette o qualsiasi altro segno che indichi che qualcuno stia parlando - , mentre il resto è tutto molto descrittivo, un'elencazione di azioni che i personaggi compiono. Ovviamente se fossi stata abituata allo stile di Haruf lo avrei apprezzato di più o se avessi saputo che l'autore scrisse questo racconto poco prima di morire e che avesse fretta di terminarlo proprio per questo, forse lo avrei letto con occhi diversi e lo avrei apprezzato di più. 

In generale però l'ho trovata una lettura carina e per certi versi adorabile, vedi il legame tra i due protagonisti o il nipote di Addie, Jamie, che passa del tempo con loro. Il figlio di Addie si chiede cosa possa pensarne Jamie di questa loro relazione, eppure è il bambino è l'unico a non farsi domande, ad accettare, a non trovare nulla di strano.

E' stata una lettura inusuale, che non mi è dispiaciuta per niente, ma mi aspettavo appunto qualcosina di più, una storia più emozionante. Sono curiosa di vedere il film nella speranza che abbia proprio quello che secondo me manca al libro.

Pareri?

Commenti

  1. Questo è un libro che mi incuriosisce da tanto tempo, insieme agli altri dell'autore! Spero di leggerlo presto ^^

    RispondiElimina
  2. Come sai, l'ho amato molto.
    Il difetto, secondo me, è essere partita da qui, senza conosce meglio Haruf e la sua Holt. Felice, comunque, che tu abbia apprezzato il giusto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupererò sicuramente, perché mi piacerebbe molto approfondire Haruf :)

      Elimina
  3. Mai letto nulla di questo autore, come probabilmente saprai... ma il tema e i personaggi di questo mi incuriosiscono moltissimo!
    Senza contare il fatto (un po' superficiale, lo so, ma che posso farci?! XD) che il titolo, "Le nostre anime di notte", ha un suono veramente splendido! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche secondo me "Le nostre anime di notte" (o anche in inglese "Our souls at nights") ha un non so ché di poetico *_*

      Elimina
  4. Non l'ho letto ma mi ispirava! Non so se lo comprerei a prezzo pieno ma se lo trovassi al mercatino dell'usato certamente non lo lascerei là!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il prezzo, per un libricino di circa 100 pagine, è altino!

      Elimina
  5. È uno tra i titoli consigliati per la mia iniziativa che mi incuriosisce di più e sono contenta che tutto sommato tu non lo abbia trovato niente male e che per te si sia rivelata una bella esperienza!
    Anche se non avevo idea che fosse uno di quei romanzi narrati senza la punteggiatura nei dialoghi... cosa che mi è capitata di vedere soltanto una volta e che ho odiato profondamente >.< spero che non influirà sulla mia esperienza di lettura quando mi deciderò a leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che delle volte è un po' confusionario, però in generale la lettura risulta scorrevole! comunque sono curiosa di sapere se poi ti piacerà :)

      Elimina
  6. non conoscevo proprio questo libro. L'argomento è interessante, anche inusuale

    RispondiElimina
  7. Ciao! Non sapevo che avessero tratto un film da questo libro! Sono comunque molto curiosa di leggerlo perché è parecchio che punto questo autore, senza mai riuscire a decidermi, ma dopo aver letto la tua recensione credo che la smetterò di tentennare perché sono davvero curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come hanno consigliato a me, anch'io ti consiglio di iniziare da un altro libro di questo autore, in modo da "Conoscerlo" un po' :)

      Elimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

10 libri fantasy da leggere questo autunno

Prepariamoci all'arrivo dell'autunno con alcuni libri fantasy da leggere assolutamente nei prossimi mesi . Cosa hanno in comune questi libri, oltre ad essere dello stesso genere? Alcuni di essi usciranno a breve, mentre degli altri uscirà in libreria il seguito nelle prossime settimane (più o meno).  E ad occhio e croce direi che se avete amato almeno uno di questi libri, di sicuro vi piaceranno anche gli altri...  1.  Il principe crudele , Holly Black  Il 25   settembre  uscirà in libreria un nuovo libro di Holly Black ! Nonostante non abbia letto tutto quello scritto da questa autrice (trovate qui le mie recensioni: Doll Bones , I segreti di Coldtown , Nel profondo della foresta ) la considero una delle mie preferite. Adoro i suoi mondi fiabeschi e allo stesso tempo oscuri, riescono sempre a farmi innamorare. Il principe crudele è il primo volume di una trilogia con protagoniste le fate e con quello che sembrerà essere un coprotagonista cattiva. E io che amo i villa

Recensione "Echi in tempesta" di Christelle Dabos, capitolo finale della serie L'Attraversaspecchi

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di " Echi in tempesta" di Christelle Dabos , volume conclusivo della serie francese L'Attraversaspecchi . Ringrazio Edizioni e\o per avermi dato l'opportunità di ricevere il libro in anteprima!  Titolo: Echi in tempesta Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 4 Pagine: 576 Editore: Edizioni e\o Anno: 2020 Comprarlo a 11,99€ Crollati gli ultimi muri della diffidenza, Ofelia e Thorn si amano ormai appassionatamente. Tuttavia non possono farlo alla luce del sole: la loro unione deve infatti rimanere nascosta perché possano continuare a indagare di concerto sull’indecifrabile codice di Dio e sulla misteriosa figura dell’Altro, l’essere di cui non si conosce l’aspetto, ma il cui potere devastante continua a far crollare interi pezzi di arche precipitando nel vuoto migliaia di innocenti. Come trovare l’Altro, senza sapere nemmeno com’è fatto? Più uniti che mai, ma impegnati su piste diverse, Ofelia e Th