Passa ai contenuti principali

Recensione "In fuga da Houdini" di Kerri Maniscalco (Escaping from Houdini)

Ciao lettori, oggi recensione di "In fuga da Houdini" di Kerri Maniscalco, precisamente il terzo volume della serie "Sulle tracce di Jack lo Squartatore". Come ho già scritto ieri nella recensione di "Alla ricerca del Principe Dracula", non ci saranno accenni ai volumi precedenti in modo che possiate farvi un'idea generale sulla saga.

Titolo: In fuga da Houdini
Autore: Kerri Maniscalco
Serie: Stalking Jack The Ripper 3
Pagine: 580
Anno: 2020
Editore: Mondadori (Oscar Fantastica)
Compra a 20,90€

Audrey Rose Wadsworth e il suo assillante compagno, Thomas Cresswell, si imbarcano sulla lussuosa RMS Etruria, diretti alla loro prossima meta, l'America. La settimana di spettacoli circensi che allieterà la traversata - compresa l'esibizione di un giovane e promettente artista della fuga - sembra la distrazione ideale prima del tetro incarico che li attende oltreoceano. Ma presto il viaggio si trasforma in un festival degli orrori quando, una dopo l'altra, giovani donne vengono trovate morte.

Per Audrey Rose, il Circo al chiaro di luna - con i suoi numeri inquietanti e i personaggi grotteschi - si trasforma in un incubo e la fa tornare alla sua ossessiva ricerca di risposte. Gli indizi sull'identità di una delle vittime sembrano condurre a qualcuno a cui Audrey Rose vuole molto bene: riuscirà la ragazza a fermare il misterioso assassino prima del suo terrificante gran finale?

Recensione "In fuga da Houdini" di Kerri Maniscalco (Escaping from Houdini)

Avevo già notato un miglioramento nel secondo volume e posso confermarlo dopo aver letto In fuga da Houdini. I libri della Maniscalco non sono perfetti, ma dal punto di vista stilistico è maturata parecchio. Se nel primo andava dritto al sodo senza troppi fronzoli e nel secondo i dettagli erano superflui, qui ho trovato un giusto equilibro. Personalmente sono molto sorpresa perché non mi aspettavo questo miglioramento. 

La trama di questo libro è quella che ho preferito di più perché ho trovato interessante sia il caso da risolvere sia i drammi, seppur alcune cose non mi hanno comunque convinta del tutto. 

Innanzitutto l'introduzione di un nuovo personaggio, Mefistofele, è stata una ventata di aria fresca. E' il direttore del circo che si esibisce sulla nave da crociera in cui i protagonisti si sono imbarcati; si tratta di un giovane ragazzo che indossa sempre una maschera e non si fa vedere mai in viso. Oltre alla sua identità misteriosa che mi ha tenuta incollata alle pagine perché curiosa di scoprire chi fosse veramente, mi sono piaciute due cose in particolare: è un personaggio di cui non ci si può fidare perché sa come usare le parole e ingannare (vabbè che se vi chiamate Audrey Rose non ci vuole poi molto), ma soprattutto è il personaggio che METTE ZIZZANIA.

Ecco, quando le vicende dei protagonisti non sono poi così entusiasmanti, io ci spero sempre che arrivi il personaggio di turno a rompere le balle e a rendere tutto più accattivante. Mefistofele per me c'è riuscito. Come dicevo è un personaggio che raggira per il suo tornaconto personale (o forse no?), un po' bugiardo, un po' seducente che personalmente ho apprezzato tantissimo. Più di una volta mi ha fatto provare quel brivido di eccitazione che mi è mancato nei volumi precedenti. Insomma, un personaggio che questa serie necessitava. Ha reso la lettura molto piacevole.

Tutta la storia del circo però mi è piaciuta a metà. Non l'ho trovata sempre affascinante e alcune scene l'avrei benissimo tagliate. Ma questo in generale ad essere onesti.

E ormai mi sono abituata ad Audrey Rose e quasi quasi anche affezionata.
No, scherzo. 
Manco per sbaglio.
Abituata sì, infatti tutto quel che fa e che dice non mi dà più fastidio. Insomma, se una è stupida mica è colpa sua? Se non sa fare due e più due che ci possiamo fare? D'altronde lei studia medicina legale, mica la matematica...

Thomas invece qui è stato poco presente. Un po' mi spiace per questo ragazzuolo che nel secondo non avevo trovato così terribile e questo poteva essere il libro giusto che me lo facesse apprezzare, invece nada. Da un lato è un'occasione sprecata, dall'altro non mi è mancato poi così tanto (SORRY).

Dalla love story dei due protagonisti continuo a non essere particolarmente presa, ma penso comunque che sia carina. Anche se nel secondo hanno saltato alcuni step, in generale come coppia non sono così terribili, solo che a me non piacciono più di tanto probabilmente perché nemmeno presi singolarmente mi fanno impazzire. Insomma, oggettivamente non solo male, ma personalmente non me ne può fregar di meno.

Il caso da risolvere invece questa volta è stato un po' più complesso e io non ho indovinato, più che altro perché la soluzione finale mi è sembrata un po' forzata. O probabilmente i personaggi secondari erano tanti e pure poco approfonditi che non mi veniva in mente una sola ragione per il quale potessero commettere un crimine.

Nel complesso comunque anche questo volume si conferma una guilty pleasure. Non si tratta di un libro eccezionale, ma per passare il tempo secondo me è perfetto. E di sicuro imparerete tanti di quei termini nuovi per definire la mente brillante di Audrey Rose.

Valutazione: 3,75 ⭐

Alla fine di questo libro troverete la novella extra "La nascita del principe oscuro", ovvero alcune scene inedite del libro dal punto di vista di Thomas.

Seguitemi su: instagram | facebook | twitter | goodreads | @ladystark_ofwinterfell | A girl of wintefell

Commenti

  1. di questo ho apprezzato il mistero da risolvere, mentre i protagonisti non mi sono piaciuti molto. Come te però l'ho letto volentieri

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione "Rovina e Ascesa" di Leigh Bardugo, volume conclusivo della trilogia Grisha

Finalmente condivido con voi la recensione di " Rovina e Ascesa " di Leigh Bardugo , terzo volume della Grisha Trilogy .  UPDATE 30.03.2021 : il libro l'ho letto in inglese perché all'epoca ancora inedito, ma oggi finalmente esce in italiano per Mondadori! Titolo:  Rovina e ascesa Autore:  Leigh Bardugo Serie:  Grisha trilogy 3 Pagine:  288 Editore: Mondadori Anno: 2021 Compralo a 17,95€ "Disprezza il tuo cuore." Era quello che volevo. Non volevo più essere in lutto, soffrire per qualche perdita o per i sensi di colpa, o per la preoccupazione. Volevo essere dura, calcolatrice. Volevo essere impavida. Fino a poco prima mi era sembrato possibile. Ora ne ero meno sicura. L'Oscuro ha ormai esteso il suo dominio su Ravka grazie al suo esercito di creature mostruose. Per completare i suoi piani, gli manca solo avere nuovamente al suo fianco Alina, la sua Evocaluce. La giovane Grisha, anche se indebolita e costretta ad accettare la protezione dell'Appara

Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo

Eccomi qui con la recensione di Sei di corvi di Leigh Bardugo , primo volume di una duologia che si concluderà il 29 ottobre con Il regno corrotto . Titolo: Sei di corvi Autore: Leigh Bardugo Pagine: 440 Editore: Mondadori Anno: 2019 Acquistalo a 15,21€ A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare. Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo Questa recensione sarà divisa in due: la parte

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Novità in libreria MAGGIO 2021

Ciao lettori e buona domenica, oggi parliamo delle uscite in libreria di maggio. La repubblica del drago , R. F. Kuang (25 maggio) Seguito de  La guerra dei papaveri . Io l'ho già letto in inglese e l'ho adorato, per questo non vedo l'ora di avere la mia copia italiana per fare una rilettura. Se non avete ancora iniziato a leggere questa trilogia, ve la consiglio tantissimo.  Compra La repubblica del drago a 22,80€ Recensione La guerra dei papaveri La chimera di Praga , La città di sabbia , Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor (27 maggio) Ristampa di questa amatissima trilogia con protagoniste appunto chimere e angeli. Il secondo volume contiene anche Notte di marionette e torte , spinoff dedicato a due personaggi secondari. Personalmente il primo non mi è piaciuto e ben poco mi piace questa nuova edizione (preferivo di gran lunga l'altra con le cover psichedeliche... in quel caso sarei stata tentatissima di dare una seconda opportunità), quindi non la comprerò.

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis