Disney A twisted tale. Recensione "Un mondo nuovo" di Liz Braswell (E se Aladdin non avesse tenuto la lampada?)

Finalmente torno con una nuova recensione! Oggi parliamo di "Un mondo nuovo", il primo volume della serie "A twisted tale" che rivisita i classici disney. Questo volume è dedicato ad Aladdin. Ringrazio la casa editrice per avermi fornito una copia del libro!

Titolo: Un mondo nuovo
Serie: A twisted Tale
Autore: Liz Braswell
Pagine: 384
Editore: Giunti
Anno: 2019
Compralo qui
Un romanzo per conoscere Aladdin in una veste completamente nuova. Aladdin è un ladruncolo abituato a cavarsela come può nelle strade di Agrabah, mentre Jasmine è la ricca e bella principessa, figlia del Sultano. Le loro strade sembrano destinate a non incrociarsi mai. Ma un brutto giorno, il Visir Jafar ruba al Genio la lampada magica e lo costringe ad esaudire i suoi primi due desideri: diventare il nuovo Sultano di Agrabah e lo stregone più potente del mondo. La città e il regno piombano nel terrore, in attesa di scoprire quale sarà il terzo e ultimo desiderio del perfido Visir. C'è solo un modo per fermarlo: Aladdin e la deposta principessa convincono il popolo a ribellarsi. Il giovane ladruncolo dimostra di essere un vero leader, mentre Jasmine rivela tutto il suo coraggio e la sua indole ribelle. Così una guerra civile che rischiava di distruggere tutto il regno segna invece l'inizio di una nuova era.

Recensione "Un mondo nuovo" di Liz Braswell

Ho letto questo libro il mese scorso, ma attendevo la fine della sessione estiva per potervene parlare per bene. Prima di leggerlo ammetto che non avevo chissà che aspettative. Aladdin mi piace, ma non è uno di quei cartoni disney con cui sono cresciuta (l'ho visto solo qualche anno fa tra l'altro), quindi non sono partita prevenuta. Ero pronta ad una lettura piacevole.

Che delusione!
Non abbandono quasi mai i libri, ma se avessi potuto lo avrei abbandonato perché purtroppo mi ha annoiato dalla prima all'ultima pagina.

Innanzitutto non si capisce il target di questo libro. E' uno young adult? E' un middle-grade? Un miscuglio di entrambi mal riuscito? Abbiamo personaggi di diciassette anni che devono affrontare cose da adulti, e fino a qui tutto ok. Il problema è che il modo in cui viene narrato e in cui vengono descritti che li fanno sembrare dei bambini di massimo undici anni. Cosa che rende la storia un tantino ridicola. Per non parlare del fatto che questi personaggi sono giusto un pochino... PIATTISSIMI! Che peccato, il libro poteva essere una buona occasione per dargli un minimo di spessore.

L'idea è carina, ma non basta. Quello che succede viene sviluppato in maniera frettolosa (sono 380, ma considerando il carattere e il formato del libro, è un libriccino, anche se sembra infinito). Se fatto bene poteva davvero venir fuori una storia interessante, ma il modo in cui viene sviluppato - completamente privo di pathos, superficiale -  rende la storia poco coinvolgente.

Un pubblico giovane apprezzerà questa storia? Forse. Al momento il libro lo sta leggendo la mia cuginetta e le sta piacendo, quindi deduco che sia uno di quei libri indirizzati esclusivamente ai ragazzini.

Valutazione: 1,5

Ero veramente indecisa sulla valutazione. Inizialmente pensavo di dare 2 stelline perché facendo il paragone con altri libri, ne ho letto effettivamente di peggio. Ma onestamente? Non riesco a trovare una sola cosa di questo libro che mi sia piaciuta. Non riesco a trovare qualcosa di positivo nemmeno oggettivamente parlando, se non l'idea. Tra l'altro ho dato due stelline a libri superiori a questi. Non c'è stata una sola scena che mi sia piaciuta o che non mi abbia annoiato.

Cosa ne pensate di questo libro? Vi è piaciuto? Vi interessa leggerlo?

Attualmente ho in lettura "Riflessi" (Mulan) e sembra un tantino più carino. Spero di non sbagliarmi. 

⇨ SEGUIMI SU: instagram | facebook | twitter | bloglovin | goodreads

Commenti

  1. Mi basta quella copertina ignominiosa per desistere.

    RispondiElimina
  2. Non sono più giovanissima, ma mi interessa lo stesso leggerlo ;) E sono curiosa di leggere la tua recensione su quello di Mulan, anche se non amo tanto quel cartone.

    RispondiElimina
  3. ehm io magari passo. Questa serie non mi sta ispirando molto

    RispondiElimina
  4. capperi un vero peccato però. uno non dico che si aspetta il capolavoro del secolo ma almeno qualcosa di piacevole. mi dispiace e dire che la trama poteva anche essere nelle mie corde.

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari