Passa ai contenuti principali

Blogtour "Gli strani viaggi di Giulio Verne": la nascita del cinema fantastico

Oggi termina il blogtour dedicato all'edizione Oscar Draghi de "Gli strani viaggi di Giulio Verne" e per l'occasione io vi parlerò della nascita del genere fantastico al cinema.

Titolo: Gli Strani viaggi di Giulio Verne
Autore: Jules Verne
Pagine: 1066
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Draghi
Anno edizione: 2020
Nelle viscere della terra, sotto gli abissi dell'oceano, tra gli spazi siderali e le steppe siberiane, la penna di Jules Verne riesce a farci vivere mille avventure. Questo volume raccoglie i più famosi e i più amati racconti celebrando uno dei grandi maestri della narrativa fantastica. All'interno: "Viaggio al centro della terra"; "Ventimila leghe sotto i mari"; "L'isola misteriosa"; "Michele Strogoff"; "Un inverno tra i ghiacci"; "L'espresso del futuro".

La nascita del genere fantastico al cinema

Prima di soffermarci in particolare sul genere fantastico, vorrei fare un discorso generale sulla nascita del cinema. Già ad inizio Ottocento erano stati costruiti degli strumenti che permettevano di animare le immagini. Il risultato non erano certo cortometraggi, nel linguaggio di oggi potremmo definirle tipo delle gif, ma con questi strumenti si poteva riprodurre il movimento. Il cinema, inteso come la proiezione di una pellicola, nasce nel 1985 e credo che quasi tutti sappiamo che dobbiamo ringraziare i fratelli Lumière per aver inventato l'apparecchio chiamato "cinématographe" che permetteva di proiettare su uno schermo una sequenza di immagini impresse su pellicole con un processo fotografico. 

Passando al genere fantastico, dobbiamo innanzitutto sapere che questo filone include tre sottogeneri, vale a dire il fantasy, la fantascienza e l'horror, seppur con il tempo abbiamo iniziato ad identificare il fantastico principalmente con il fantasy. Noi prenderemo in considerazione tutti e tre i generi, soffermandoci in particolare sul cinema degli esordi.

Il primo film di genere fantascientifico fu Viaggio nella luna del 1902 del regista francese Georges Méliès e fu considerato uno dei capolavori del cinema dell'epoca. E' ispirato proprio ad un racconto di Jules Verne (Dalla terra alla luna) e ad uno di H. G. Wells (I primi uomini sulla luna). 

immagine (un po' inquietante direi) iconica del film "Viaggio sulla luna"
Sin dall'inizio il cinema fantastico è legato alla letteratura, prendendo ispirazione da molte opere di successo seppure il prodotto cinematografico finale spesso è un'opera autonoma. Negli anni Settanta invece alcune storie vengono scritte appositamente per essere portate sullo schermo, come ad esempio quelle di George Lucas e di Steven Spielberg, e alcune traggono ispirazione anche dai nuovi nuovi media nati successivamente (fumetti, televisione, videogiochi ecc.).

Tornando a Méliès, fu proprio lui ad inventare gli effetti speciali, infatti riusciva a far apparire e sparire personaggi, oggetti e sfondi dalla scena. La sua prima invenzione fu accidentale, infatti, mentre stava riprendendo, la cinepresa si inceppò e dopo ripartì. Méliès si accorse allora che nella pellicola una carrozza scompariva e al suo posto compariva un carro funebre.

E' sempre opera di Méliès il primo film (cortometraggio ad essere precisi) con elementi fantastico-soprannaturali, Le manoir du diable del 1896, anche se il film horror più importante dell'epoca è Il gabinetto del dottor Caligari del 1920 di Robert Wiene, simbolo del cinema espressionista.

Un altro dei film più celebri dell'epoca è Metropolis (1927) di Fritz Lang, ambientato nel 2026 e che tratta delle lotte di classe. Viene considerato un capolavoro del genere per gli effetti visivi sbalorditivi nella ricostruzione delle architetture della metropoli del futuro e perché anticipa molti temi della fantascienza.

All'inizio comunque queste opere non venivano considerate propriamente di genere fantastico, solo successivamente vennero etichettate così, ovvero negli anni cinquanta. Il lato più apprezzato di questo genere era sicuramente il fatto che riusciva ad affrontare temi sociali in maniera sottile e allo stesso tempo offrire un ottimo svago. Aspetti che naturalmente vengono apprezzati anche oggi!

La mia tappa si conclude qui! Ci sarebbero ancora molte cose da dire (considerando che abbiamo preso in considerazione sono il cinema degli esordi), ma magari ne parleremo meglio un'altra volta (altrimenti facciamo notte!). Spero comunque che abbiate imparato cose nuove. Fatemi sapere!

A presto! 

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione “Il regno di cenere” di Sarah J. Maas

Oggi esce Il regno di cenere , volume conclusivo della serie Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. Per l’occasione ho organizzato un review party insieme ad altre blogger. Di seguito trovate la mia recensione del libro! Titolo: Il regno di cenere Autore: Sarah J. Maas Pagine: 1080 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno di pubblicazione: 2021 Compralo a 8,99€ Aelin ha rischiato tutto per salvare il suo popolo, ma ha pagato un prezzo altissimo: è stata rinchiusa in una bara di ferro dalla regina Maeve, costretta a sopportare mesi di torture se non vuole condannare coloro che ama. Ma anche la sua forza e la sua determinazione iniziano a incrinarsi. Non è l'unica a dover combattere per assicurarsi un futuro, mentre i fili del destino dei vari personaggi si intrecciano inesorabilmente. Recensione Il regno di cenere di Sarah J. Maas Questa recensione probabilmente sarà lunghissima perché Il trono di ghiaccio è tra le mie serie preferite e sarà difficile contenere le emozioni. Ho

Recensione "La corte di fiamme e argento" di Sarah J. Maas

La prima recensione dell'anno non poteva non essere quella de La corte di fiamme e argento di Sarah J. Maas , in uscita domani per Mondadori. E' un volume spin-off della serie La corte di rose e spine con protagonisti Nesta e Cassian! Titolo: La corte di fiamme e argento Autore: Sarah J. Maas Serie: Acotar 4 Pagine: 720 Editore: Mondadori Data di uscita: 23 febbraio 2021 Compralo a 20,90€ Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all'interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l'orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua.

La trilogia delle gemme: Red, Blue, Green.

Buongiorno divoratori :3 Oggi vi parlo della trilogia delle Gemme di Kerstin Gier che ho iniziato a dicembre e finito giusto ieri. Ovviamente non ci saranno spoiler e potete leggere la recensione anche se non avete ancora letto Red. Per le trame dei libri cliccate sulle cover :3 Red, Blue e Green sono state delle letture molto piacevoli ma non nego il fatto che le mie aspettative sono state un po' deluse. Ho sempre letto recensioni positivissime e su GR il rating più basso è di tipo quattro stelline o_o. Perciò potete capire le mie aspettative! Innanzitutto, se la Gier o la ce avesse deciso di pubblicare la trilogia in un unico libro, probabilmente lo avrei apprezzato molto di più. Red è molto introduttivo, nel senso che in trecento pagine non succede un bel niente. E non ha nemmeno un finale ._. finisce esattamente nel bel mezzo della storia (anzi, quale "mezzo" della storia? Questa storia ha praticamente solo l'inizio!). Stessa cosa con Blue , stessa