Passa ai contenuti principali

Focus on

Recensione "La città di ottone" di S. A. Chakraborty

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "La città di ottone" di S. A. Chakraborty, primo volume della trilogia Daevabad. Ringrazio Mondadori per la copia del libro!
Titolo: La Città di Ottone Autore: S. A. Chakraborty Pagine: 528 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2020 (ita) Compra a 9,99€ EGITTO, XVIII SECOLO. Nahri non ha mai creduto davvero nella magia, anche se millanta poteri straordinari, legge il destino scritto nelle mani, sostiene di essere un'abile guaritrice e di saper condurre l'antico rito della zar. Ma è solo una piccola truffatrice di talento: i suoi sono tutti giochetti per spillare soldi ai nobili ottomani, un modo come un altro per sbarcare il lunario in attesa di tempi migliori. Quando però la sua strada si incrocia accidentalmente con quella di Dara, un misterioso jinn guerriero, la ragazza deve rivedere le sue convinzioni. Costretta a fuggire dal Cairo, insieme a Dara attraversa sabbie calde e spazzate dal vento che pullulano di creature d…

A fragment of #22 Lie4me

Buongiorno, people. Scusate per la mia assenza, ma tra lezioni e problemi di connessione non ho avuto nemmeno un attimino per scrivervi. Nel frattempo però ho terminato Lie4me - professione bugiarda, inviatomi dall'autrice in cambio di un'onesta opinione. Non vi anticipo nulla, ma mi limito a lasciarvi questo estratto. Per sapere se mi è piaciuto o meno dovete aspettare qualche altro giorno. Nel frattempo ditemi cosa ne pensate (e se secondo voi il libro mi è piaciuto o meno :P).


"Cosa diavolo ci fa qui, ispettore?"
Okay, forse avrei dovuto rivolgermi a lui con un poco più di gentilezza e ringraziarlo, visto che probabilmente mi ha salvato la vita.. ma doveva proprio farlo, placcandomi come un giocatore di rugby? Sa benissimo che oggi ero già stata ferita! Un po' più di garbo no?! Non riesco a sforzarmi di essere gentile, se soffro come un cane. Mi duole ogni muscolo del corpo e quando sto male io, voglio che gli altri condividano il mio malessere. Sono molto altruista.
L'ispettore, che al contrario di me non ha avuto problemi a rimettersi in piedi, mi guarda dall'altro in basso e si sofferma sulle mie gambe.
Abbasso lo sguardo e mi accorgo che la minigonna inguinale che indosso si è sollevata a causa della caduta, diventando poco più che una cintura. Mi affretto ad abbassarla, sotto lo sguardo ironico di Donati.
 "Bel perizoma" commenta. "Considererò questa gradevole vista un ringraziamento per averle appena salvato la vita, visto che non ho udito alcuna espressione di gratitudine uscire dalle sue labbra."

Commenti

  1. Ciao Giusy! Guarda anche io ho problemi con il wifi, accipicchia >-< Comunque come sai io l'avevo già letto - e mi era piaciuto molto - e secondo me ti è piaciuto! Alice ha le carte in regola per piacerti, me lo sento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà ha le carte in regola per non piacermi, ma in qualche modo mi è piaciuta comunque ahah

      Elimina
  2. Questo passaggio è fantastico! Si capisce che è una storia troppo inverosimile, ma proprio per questo essere così sopra le righe l'ho letta tutta d'un fiato :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, per quanto assurda riesce a catturare e a divertire :D

      Elimina
  3. sono curiosa di scoprire la tua opinione

    RispondiElimina
  4. Il pezzo che hai scelto è davvero molto carino! *_*

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.

Post più popolari