Passa ai contenuti principali

Recensione "Le trame del regno. This woven kingdom" di Tahereh Mafi

Buongiorno lettori, oggi torno da voi con la recensione de ‘Le trame del regno’ primo volume della serie ‘This woven kingdom’ di un’autrice che amo molto, Tahereh Mafi. Ancora piango per non essere riuscita a vederla nel suo tour qui in Italia, ma tranquilli prima o poi riuscirò a farmene una ragione, spero!

La Mafi è conosciuta e famosa per la serie distopica ‘Shatter me’, composta da due trilogie e da una serie di novelle, con una trama dal molto potenziale che parte benissimo e poi si perde per strada con alcune scelte discutibili, ma con un protagonista che su di lui regge l’intera serie, Warner! Sì dovete leggere almeno la prima trilogia solo per lui perché la protagonista Lagnette, oops scusate Juliette, come già immaginerete è solo una gran rottura di scatole che si lamenta per la maggior parte di tutti i libri. Questa premessa era necessaria perché con la nuova serie temevo si ripetesse la stessa storia ed invece ne sono rimasta piacevolmente sorpresa perché, qualche dettaglio a parte, sembra essere scritta da una persona completamente diversa, cosa che in questo caso ritengo molto positiva!



Titolo: Le trame del regno ( #1 This woven kingdom)
Autore: Tahereh Mafi
Editore: Fanucci
Pubblicazione: 2 maggio 2023
Pagine: 372
Traduttore: Bianca Giolitti
"Per il resto del mondo, Alizeh non è altro che un’umile serva, e non l’erede scomparsa dell’antico regno Jinn costretta a nascondere la sua identità. Il principe ereditario Kamran conosce le profezie che annunciano la morte del re, ma non può immaginare che la serva dagli occhi misteriosi, la ragazza che non riesce a togliersi dalla testa, sconvolgerà il suo regno e il mondo intero. E mentre gli animi si infiammano e la guerra divampa oltre le mura del palazzo, la posta in gioco diventa sempre più alta..."


     RECENSIONE "LE TRAME DEL REGNO" DI TAHEREH MAFI

Alizeh è per tutti solo una serva di una ricca famiglia, sarta nel tempo libero per arrotondare il misero stipendio, sola, senza nessuno al mondo, prosciugata da una vita che non le regala niente, ma che tenta di schiacciarla in ogni modo possibile. In realtà è la regina perduta dei Jinn, antico popolo caduto in disgrazia a causa dell'arroganza del suo Diavolo, la cui magia è imbrigliata dagli accordi di pace stipulati dal Re di Ardunia con gli Argilla, gli umani, che consentono loro di vivere ma ai margini della società come schiavi. Per questo Alizeh per la propria incolumità dovrà tenere costantemente nascosta la sua identità perché oggetto di una profezia in grado di minare le fondamenta del regno di Ardunia, il suo destino finirà quindi con l’incrociarsi proprio con il nipote ed erede di quel regno, Kamran...

Ho trovato il worldbuilding purtroppo praticamente inesistente, viene solo accennata la struttura del mondo in cui ci troviamo, senza una mappa (gli autori hanno un serio problema con queste mappe che non ci sono mai quando servono) non si capisce bene come e quanti regni ci siano e a parte la base della trama che vede lo scontro Jinn/Argilla e tra i regni di Ardunia/Tulan non si capisce bene altro e anche qui ci vengono date pochissime informazioni. E’ ispirato alla mitologia persiana per cui mi aspettavo anche un’ambientazione a tema ed invece tranne gli accenni al cibo o ai vestiti non si capisce che l'ambientazione sia di ispirazione mediorientale, Jinn a parte avrebbe potuto benissimo essere basato su qualsiasi altra cultura, cosa che mi è dispiaciuta moltissimo.

C’è l'instalove più immediato di sempre da parte del protagonista maschile, credo che sia ancora più senza senso di quello inspiegabile di Warner nei confronti di Juliette, ci ho ritrovato il suo stesso attaccamento al limite dell’ossessione. Kamran dalla prima volta che vede Alizeh ne rimane conquistato, tutto il suo mondo cambia, viene sconvolto e trasformato, ricostruito su di lei, il nemico numero uno dell’Impero, un nemico che ovviamente non è come gli hanno fatto credere. Nonostante odi l’instalove insieme li ho amati, il mio cuore da ‘enemies-to-lovers’ non può resistere a tanto, i due hanno una chimica pazzesca, ma se ho davvero adorato Alizeh lo stesso non si può dire di Kamran.

Ho amato Alizeh perché per fortuna nonostante il suo difficile trascorso e un presente e futuro alquanto incerto non si lamenta mai, ha molti momenti di sconforto, cosa più che comprensibile, è sempre da sola, non può avvicinarsi a nessuno per non essere scoperta ed è alla disperata ricerca di un contatto umano e del conforto che solo un’altra persona può darle e che sembra trovare nell’unica persona da cui dovrebbe stare più lontano in assoluto. Kamran dall’altro lato ha un carattere un po’ troppo facile all’ira e alla violenza, anche lui non ha avuto una vita facile, il Re suo nonno e il suo ruolo da erede sono tutto il suo mondo che viene prima di tutto, grazie a Alizeh vedrà le sue certezze venire meno e sgretolarsi in un mare di mezze verità. Non ho invece però affatto apprezzato il fatto che nonostante le prove davanti ai suoi occhi non abbia mai trovato il coraggio di combattere per ribellarsi e opporsi ad un destino che non vuole e ad una verità che dovrebbe essere palese, mi ha deluso perché pensavo di assistere in qualche momento ad un suo cambiamento, che si desse finalmente una svegliata e aprisse gli occhi, cosa che per adesso ancora non è avvenuta. Il mio cuore comunque è stato doppiamente soddisfatto perché gli ‘enemies-to-lovers’ secondo me avranno di che gioire anche con un personaggio con cui facciamo conoscenza verso la fine del libro e che sono certa ci darà tantissime soddisfazioni diventando potenzialmente IL protagonista maschile. 

Inoltre diciamo che per tutto il libro non succede praticamente nulla, l’azione è veramente concentrata solo nella parte finale del libro, ma ad essere sincera non me ne sono accorta sul momento, ma solo a lettura ultimata perché rapita dalla magia della storia! Nel senso che si percepisce come lo stile dell’autrice sia molto maturato, sia più rifinito, scorrevole, ricco di descrizioni, anche dei pensieri dei personaggi, cosa che io apprezzo sempre molto, motivo per il quale non ho patito lentezza nella narrazione. E’ un po’ come se fosse un’introduzione per le ultime pagine della storia che porteranno secondo me ad uno strepitoso secondo libro. E’ vero per tre quarti della storia non c’è azione e non ci sono nemmeno troppi di quegli intrighi di corte che mi aspettavo visto il claim che ci viene presentato e che avrei maggiormente voluto, ma davvero con l’introduzione del nuovo personaggio maschile le cose svoltano e portano al sorprendente finale! 

Probabilmente la mia recensione sarà stata piuttosto incoerente perché ci sono molte cose che non mi hanno convinto, ho trovato mille difetti in questo primo libro, ma nell’insieme e nonostante tutto mi è piaciuto davvero tanto lo stesso! Adesso Ottobre non sarà mai troppo vicino, VOGLIO il secondo libro ADESSO!!!!!!!!!!!!!!!! Voi conoscete la Mafi, avete letto altro di suo?

4⭐⭐⭐⭐

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Recensione "Evil" di V. Schwab (Vicious)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di " Evil " di V. Schwab , la traduzione italiana di Vicious . Buona lettura! Titolo: Evil Serie: Vicious #1 Autore: V. Schwab Pagine: 408 Editore: Newton Compton Editore Anno: 2019 (ita), 2013 (eng) compra a 4,99€ Il destino di Victor è intrecciato a quello di Eli sin dai tempi dell'università, quando la loro comune sete di conoscenza, unita a una sfrenata ambizione, si rivelò fatale. Gettandosi a capofitto in una ricerca sull'adrenalina e le esperienze ai confini della morte, fecero una straordinaria scoperta: a determinate condizioni, è possibile sviluppare poteri soprannaturali. Ma le cose precipitarono... Sono passati dieci anni da allora e Victor è evaso di prigione, determinato a trovare il suo vecchio amico. Eli ha dedicato la vita a cercare di rimediare al loro errore, dando la caccia a chiunque abbia abusato dei poteri soprannaturali. Il sodalizio di un tempo si è tramutato in rivalità e i due arcinemici s

Sconti tascabili Einaudi 2022 - Sette libri da acquistare!

Ciclicamente le case editrici propongono sconti e promozioni.  Dal 16 di febbraio al 20 marzo  Einaudi sconta il suo catalogo ed è l’occasione giusta per comprare nuovi libri da leggere, permettendoci di sentirci meno in colpa. O almeno... il 20% in meno! Armi acciaio e malattie. Breve storia degli ultimi tredicimila anni   di Jared Diamond: un saggio che ci permette di capire “ P erché sono stati gli europei e gli americani del nord a sviluppare una civiltà tecnologicamente avanzata e non, ad esempio, i cinesi o i sumeri? ” riunendo in un unico libro diverse discipline, per permetterci di capire perché siamo quel che siamo... In base a dove siamo nati e cresciuti. È un saggio che cerca di respingere anche spiegazioni razziste nella storia dell’umanità tramite un metodo scientifico. Molto tosto, ma sicuramente interessante!  Memorie di Adriano  di Marguerite Yourcenar: ormai considerato un classico, l’autrice si immagina, tramite un espediente narrativo, di aver ritrovato delle memorie

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

Recensione 'Noi i cattivi' di Amanda Foody e C.L.Herman: Review Party

Buongiorno lettori, oggi vi lascio la recensione di un libro che attendevo da molto, parlo di ‘Noi i cattivi’ di Amanda Foody e C.L.Herman. Ringrazio la casa editrice per la copia digitale gentilmente fornita e Silvia del blog 'I miei sogni tra le pagine' per aver organizzato questo Review Party!  TITOLO : Noi i cattivi  AUTORE : Amanda Foody e C.L.Herman  PAGINE : 396  PUBBLICAZIONE : 17 GENNAIO 2023  EDITORE : Mondadori   TRADUTTORE : Silvia Rosa "A ogni generazione, al sorgere della Luna di Sangue, le sette famiglie della remota città di Ilvernath scelgono ciascuna un proprio campione che combatterà in un torneo all'ultimo sangue. In palio c'è il controllo assoluto sull'alta magia, la più potente al mondo, a lungo ritenuta esaurita e ora gelosamente custodita in segreto da una delle sette famiglie maledette di Ilvernath. Finora i crudeli Lowe hanno vinto quasi tutti i tornei, e si preparano a confermare il proprio dominio. Ma quest'anno c'è qualcosa

Recensione "Bride" di Ali Hazelwood

Bride è il nuovo libro di Ali Hazelwood, autrice amatissima per i suoi STEM romance. Questa volta si è cimentata in qualcosa di nuovo, un paranormal romance con protagonisti una vampira e un licantropo costretti ad un matrimonio combinato per la pace dei due popoli. Ecco la mia recensione di Bride! Titolo: Bride Autrice: Ali Hazelwood Pagine: 384 Editore: Sperling & Kupfer Anno: 2024 Compra a 9,99€ Misery Lark, l'unica figlia del più potente Consigliere dei Vampiri del Sud-ovest, è ancora una volta un'emarginata. I suoi giorni nell'anonimato tra gli Umani sono finiti: è stata chiamata a sostenere una storica alleanza per mantenere la pace tra i Vampiri e i loro più acerrimi nemici, i Lupi, e non vede altra scelta che arrendersi allo scambio. I Lupi sono spietati e imprevedibili e il loro capo, Lowe Moreland, non fa eccezione. Governa il suo branco con severa autorità, ma non senza giustizia. E, a differenza del Consiglio dei Vampiri, non senza sentimento. È chiaro, d

Recensione "Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo - Il ladro di fulmini"

Ciao divoratori! Oggi parliamo di Percy Jackson -  Il ladro di fulmini , primo volume della serie Gli dei dell'Olimpo di Rick Riordan ! Titolo: Il ladro di fulmini Saga: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo #1 Autore: Rick Riordan Pagine: 384 Anno: 2010 Editore: Mondadori compralo a 6,99€ Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e

BLOGTOUR "The falconer", Elizabeth May: BESTIARIO - le fate delle mitologia scozzese

Ciao lettori! Oggi ospito una tappa del blogtour dedicato alla trilogia " The falconer " di Elizabeth May . Il primo volume è uscito qualche anno fa con il titolo " La cacciatrice di fate ", ma purtroppo la casa editrice non ha più proseguito la pubblicazione. Per fortuna i seguiti sono stati tradotti amatorialmente e quindi non avete più scuse! Dovete recuperare questa meravigliosa trilogia! Se non siete ancora convinti, seguite questo blogtour per scoprire qualcosa di più sulla storia e magari decidere se fa per voi. Io oggi vi parlerò delle fate che trovate in questo libro e farò un confronto con la mitologia . Prima però vi lascio tutte le informazioni sul libro! Titolo: La cacciatrice di fate Autore: Elizabeth May Seguiti: The fallen kingdom , The vanishing throne Pagine: 310 Editore: Sperling & Kupfer Compralo a 8,99€ Lady Aileana non ha paura della notte: è nelle pieghe del buio che può compiere la sua missione. Non ha paura degli strett

Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buongiorno, oggi recensione de L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han , primo volume della Summer Trilogy , lettura perfetta per l'estate!  Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto. Stranamente questo libro mi è piaciuto. È raro che uno young adult mi appassioni, eppure è stato così. Belly ogni anno non vede l'ora c

Recensione | Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maar

Hey belli ♥ oggi vi lascio la recensione di questo meraviglioso libro. Finalmente sono riuscita a scrivere qualcosa di decente. Forse. Titolo: Il trono di ghiaccio ( Il trono di ghiaccio #1 ) Autore: Sarah J. Maas Pagine: 461 Anno: 2013 Editore: Mondadori Amazon: cartaceo | ebook Nessuno esce vivo dalle miniere di Endovier. Celaena, la migliore assassina nel regno di Adarlan, è lì rinchiusa da un anno e quando le offrono la possibilità di diventare sicario di corte, non esita neppure un istante ad accettare. Ma la lotta è appena all'inizio: Celaena deve affrontare ventitré contendenti. Se vincerà, diventerà la paladina del re e dopo quattro anni di servizio sarà libera. Il Principe Ereditario è il suo maggiore alleato. Il Capitano delle Guardie la protegge. Entrambi la amano. Ma l'amore e il talento non bastano per vincere. Nel castello un pericolo insidioso è in agguato, e ben presto Celaena capisce che le persone di cui fidarsi sono sempre meno... A lei spetta il