Passa ai contenuti principali

Recensione "Una fiamma nella notte" di Sabaa Tahir, il meraviglioso seguito de Il dominio del fuoco

Oggi vi lascio la recensione di un libro che mi completamente rapita! Sto parlando di "Una fiamma nella notte" di Sabaa Tahir, il meraviglioso seguito de Il dominio del fuoco. NON CI SONO SPOILER. Ho deciso di scrivere questa recensione senza fare accenni alla trama in modo che possiate leggerla tutti perché è una serie che diventa sempre più bella e vorrei tanto che in Italia fosse più conosciuta.

Titolo: Una fiamma nella notte
Autore: Sabaa Tahir
Serie: Il dominio del fuoco 2
Pagine: 431
Editore: Editrice Nord
Anno: 2017
Compra il libro a 16,15€
In un mondo dominato dalla paura e dalla tirannia, due ragazzi sono pronti a sacrificare ogni cosa in nome della libertà... Servire l'impero. Quello era il destino di Elias, il risultato di anni di addestramento fisico e psicologico. Ma tutto è cambiato quando, assecondando il proprio istinto, lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava colpevole soltanto di sognare un mondo migliore. È stato allora che Elias ha aperto gli occhi e ha capito di non voler essere complice di un regime oppressivo e autoritario. E, ora, è lui il condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto accorre Laia, che gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e, ben presto, i due si ritrovano a marciare attraverso una terra selvaggia e irta di pericoli, costantemente braccati dall'esercito imperiale. Ed Elias scoprirà troppo tardi che tra i soldati che danno loro la caccia c'è anche Helene, la sua compagna d'armi all'accademia, la sua amica più fidata. L'unica che è sempre stata in grado di prevedere ogni sua mossa. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...

Recensione "Una fiamma nella notte" di Sabaa Tahir

Dalle premesse avrete già capito che questo libro mi è piaciuto tantissimo. Ne ho parlato parecchio anche su instagram e facebook e ora eccomi qui a scrivere perché questo volume è stato ECCEZIONALE.

Nonostante abbia apprezzato molto il primo volume (sia in passato sia di recente, dopo averlo riletto), non nego che non ero completamente convinta da questo libro. E vuoi il cambio di edizione vuoi la mancanza di un formato digitale (ma a quanto pare la casa editrice sta rimediando), sono sempre stata restia a leggerlo. Da un lato penso che avrei voluto leggerlo prima, dall'altro forse ho fatto bene perché dopo averlo terminato sono completamente andata fuori di testa. AVEVO BISOGNO DEL TERZO VOLUME. Inoltre non avevo idea di dove potesse andare a parare la storia e nel primo mi era mancato giusto un pochino di coinvolgimento emotivo.

@divoratoridilibri

Per fortuna Una fiamma nella notte ha quella marcia in più che manca a Il dominio del fuoco. Vado subito al punto e vi spiego cosa ho adorato di questo libro: Helene. Helene, l'amica rompipalle di Elias, che qui ho profondamente adorato come pochi personaggi. Sì, proprio quell'Helene che trovavo interessante, ma MOLTO pesante come personaggio perché gelosa e testarda. In questo volume viene introdotto il suo punto di vista, e ci credete se dico che non vedevo l'ora di leggerlo? Che quasi avrei voluto tutto il libro narrato da lei?

I suoi capitoli mi hanno permesso di conoscere meglio questo personaggio e mi è bastato leggere un solo capitolo narrato da lei per entrare subito in sintonia. Il suo punto di vista ha dato una svolta interessante alla storia, non solo perché assistiamo alla sua crescita graduale, ma anche perché inizia ad avere un ruolo più importante che fa pensare che nello schema dell'autrice sia molto più di un semplice personaggio secondario. E' una guerriera cazzutissima costretta a prendere decisioni difficili a causa della sua posizione, eppure affronta tutto sempre a testa alta. Impossibile non amarla.

Questo personaggio strepitoso compensa molto il fatto che i protagonisti hanno poca presa su di me. Eppure apprezzo il fatto che Elias e Laia siano personaggi ben costruiti e che si evolvono, ma soprattutto non sono fastidiosi, quindi continuo a seguire le loro vicende con molto interesse. Diciamo che sono piacevoli, ma il mio cuore appartiene ad Helene (e Harper).
Laia ad esempio è ben lontana dalla ragazza codarda del primo volume e, anche se spesso pecca di ingenuità, apprezzo il fatto che è sempre disposta a mettersi in gioco e non si tira indietro. Con Elias è un po' diverso perché la sua maturazione è ancora in corso. E' ancora il ragazzo con i sensi di colpa, ma quando viene fuori la maschera che in lui o meglio, quando si manifesta in lui l'eredità della cattivissima Comandante, lo apprezzo di più. Ma sono comunque curiosa di vedere come si evolverà il suo personaggio nei libri successivi.

@divoratoridilibri

Un altro aspetto che ho adorato di questo libro è il ruolo della mitologia. Nel primo volume è solo accennata (quasi di sfuggita direi), mentre qui inizia ad avere un maggiore spessore. Ma la Tahir è brava a non rivelare mai tutte le carte in tavola e a scoprire solo quelle giuste e necessarie. C'è ancora molto da conoscere e personalmente non vedo l'ora perché adoro tutto ciò che riguarda la mitologia araba (ginn, ifrid, ghul, ecc.).

Detto ciò, non posso non citare Il signore della notte che ancora conosciamo poco, ma che mi ha già fatto un'ottima impressione. Quello che mi piace di lui è il fatto che non nega la sua parte "umana" come fanno invece la maggior parte di personaggi di questo tipo. Lui ne è consapevole e l'accetta. Sono pochi i villain che accettano il fatto di provare sentimenti.

Parlando della scrittura della Tahir, lei ha un potere magico e si chiama "Tenere il lettore incollato alle pagine per ore" perché seriamente non mi capitava da tempo di leggere un libro così in fretta. Mi sono sentita parecchio coinvolta e tutte le volte che ho dovuto mettere in pausa il libro ho sofferto.

Insomma, è stata una lettura che mi ha appassionato tantissimo e delle volte mi ha anche lasciato a bocca aperta con alcuni plot twist che proprio non mi aspettavo. Sto leggendo il terzo e un po' piango, perché so che alla fine avrò necessariamente bisogno del quarto.

Valutazione: 5 ⭐


Scusate il papiro, ma da queste parti non capitano spesso libri del genere ahahah. Comunque, cosa ne pensate di questa serie? Fatemi sapere!

Ti potrebbero interessare: Recensione Il dominio del fuoco, Inside the book - tutto quello da sapere sulla serie della Tahir.

Seguitemi su: instagram | facebook | twitter | bloglovin | goodreads

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione "Il principe crudele" di Holly Black (è davvero un flop?)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de " Il principe crudele ", una delle ultime fatiche di Holly Black , autrice che rientra tra le mie preferite perché fino a questo momento non mi ha mai delusa. Chissà come sarà andata questa volta? Leggete la mio opinione per scoprirlo ⇩ Titolo: Il principe crudele Autore: Holly Black Pagine: 313 Editore: Mondadori Anno: 2018 compralo a 9,99€ Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l'orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li dis

Recensione “Il regno di cenere” di Sarah J. Maas

Oggi esce Il regno di cenere , volume conclusivo della serie Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. Per l’occasione ho organizzato un review party insieme ad altre blogger. Di seguito trovate la mia recensione del libro! Titolo: Il regno di cenere Autore: Sarah J. Maas Pagine: 1080 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno di pubblicazione: 2021 Compralo a 8,99€ Aelin ha rischiato tutto per salvare il suo popolo, ma ha pagato un prezzo altissimo: è stata rinchiusa in una bara di ferro dalla regina Maeve, costretta a sopportare mesi di torture se non vuole condannare coloro che ama. Ma anche la sua forza e la sua determinazione iniziano a incrinarsi. Non è l'unica a dover combattere per assicurarsi un futuro, mentre i fili del destino dei vari personaggi si intrecciano inesorabilmente. Recensione Il regno di cenere di Sarah J. Maas Questa recensione probabilmente sarà lunghissima perché Il trono di ghiaccio è tra le mie serie preferite e sarà difficile contenere le emozioni. Ho

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

La trilogia delle gemme: Red, Blue, Green.

Buongiorno divoratori :3 Oggi vi parlo della trilogia delle Gemme di Kerstin Gier che ho iniziato a dicembre e finito giusto ieri. Ovviamente non ci saranno spoiler e potete leggere la recensione anche se non avete ancora letto Red. Per le trame dei libri cliccate sulle cover :3 Red, Blue e Green sono state delle letture molto piacevoli ma non nego il fatto che le mie aspettative sono state un po' deluse. Ho sempre letto recensioni positivissime e su GR il rating più basso è di tipo quattro stelline o_o. Perciò potete capire le mie aspettative! Innanzitutto, se la Gier o la ce avesse deciso di pubblicare la trilogia in un unico libro, probabilmente lo avrei apprezzato molto di più. Red è molto introduttivo, nel senso che in trecento pagine non succede un bel niente. E non ha nemmeno un finale ._. finisce esattamente nel bel mezzo della storia (anzi, quale "mezzo" della storia? Questa storia ha praticamente solo l'inizio!). Stessa cosa con Blue , stessa

Recensione "La corte di fiamme e argento" di Sarah J. Maas

La prima recensione dell'anno non poteva non essere quella de La corte di fiamme e argento di Sarah J. Maas , in uscita domani per Mondadori. E' un volume spin-off della serie La corte di rose e spine con protagonisti Nesta e Cassian! Titolo: La corte di fiamme e argento Autore: Sarah J. Maas Serie: Acotar 4 Pagine: 720 Editore: Mondadori Data di uscita: 23 febbraio 2021 Compralo a 20,90€ Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all'interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l'orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua.