Passa ai contenuti principali

Recensione "L'arte ingannevole del gufo" di Ella West

L'arte ingannevole del gufo al momento è l'unico libro terminato questo mese. Onestamente non so bene cosa ne penso. L'unica parola che mi viene in mente ogni volta è "BOH".

L'arte ingannevole del gufo, Ella West
160 pagine, Giunti
amazon 
Tutte le sere, dopo il tramonto, Viola si addentra nel bosco dietro casa. La grave malattia di cui soffre le impedisce di esporsi anche al minimo raggio di sole. Così, quando i suoi compagni sono impegnati con la scuola, lei dorme o sta in casa a suonare, e quando loro vanno a dormire, lei passeggia libera tra gli alberi del suo bosco, in compagnia del buio e di tutti gli animali che lo popolano. Una sera, però, sul sentiero sterrato da cui non passa anima viva, scorge un’auto: un ragazzo tira fuori un corpo pesante dal bagagliaio e lo trascina sul sedile di guida, prima di dare fuoco alla macchina. Poi seppellisce qualcosa nel terreno vicino. Sei alberi dal ciglio della strada: per Viola è facilissimo ritrovare il punto in cui quel tizio ha scavato la buca… e dare inizio alla sua personale, pericolosa indagine. Che cosa ci fanno tanti soldi sepolti nel bosco? E quel ragazzo è forse un assassino? Tornerà a cercarla?
Credo che questo libro avesse un ottimo potenziale che purtroppo non è stato sfruttato a dovere.
La protagonista, Viola, ha una malattia rara e questa lo rende un personaggio particolare, originale. Purtroppo però mi è stata sulle balle. Lo so, è brutto da dire, ma non riesco a trovare un momento in cui mi sia stata simpatica. In realtà è anche colpa dell'autrice che scegliendo la narrazione in prima persona non ha fatto un'ottima scelta. Il motivo principale sono le varie digressioni durante la narrazione. Vi immaginate una che assiste ad un omicidio e nel frattempo ti spiega come si tosano le pecore? No, seriamente, Viola, mentre sta succedendo qualcosa di importante, parla del più e del meno e tu ad un certo punto sei lì completamente rincoglionita perché hai perso il filo del discorso. Tra l'altro spesso parla di cose futili per lo svolgimento della trama, come appunto la tosatura delle pecore di cui non ce ne frega un cazz. Ok, vuoi parlarne? Ma fallo brevemente, non per un intero capitolo. Purtroppo ci rifila cose inutili che già sappiamo più volte durante la lettura e diventa davvero esasperante ( es. il metodo di Mendel, che palle vuol dire testicoli, che una pecora per restare incinta deve fare sesso, giuro, tutto questo viene spiegato nel libro.. mancava solo che ci raccontasse la storiella dell'ape e del fiore).

Ciò che però mi sono chiesta più volte è: perché diamine l'autrice ha voluto scrivere un mystery?
Di 'misterioso' c'è poco e niente e tra l'altro all'omicidio vengono dedicati si e no quattro capitoli contati, mentre il resto gira tutto intorno a Viola e la sua malattia. E allora perché non scriveva un contemporaneo\romance alla 'Colpa delle stelle'? Perché tutto quello che riguarda la sua malattia, il fatto di non poter camminare alla luce del sole, di non poter fare certe attività, ecc. secondo me è davvero interessante e allora sì che poteva essere un buon libro.

Insomma, non mi ha colpito particolarmente, anche se a volte non è stato terribile da leggere. Sono solo 160 pagine (per fortuna perché se fossero state di più non so se sarei sopravvissuta) e si leggono piuttosto velocemente.
Valutazione 5\10

Cosa ne pensate di questo libro? Lo conoscevate?
Ah, l'ho letto con una reading chain, quindi perdonami Alenixedda per i commenti v.v

Commenti

  1. Il mio pensiero parola per parola! Una rompipalle di prima categoria, 'sta protagonista! XD Meno male che erano poche pagine, sennò non l'avrei finito U.U Però che darei per leggere i tuoi commenti ahahahaha XD

    RispondiElimina
  2. Leggere la tua recensione è stato divertente, mi sa che leggere il libro lo sarà meno, ma... oh beh! vedremo!! ;)

    RispondiElimina
  3. Io lo avevo trovato carino...soprattutto perchè la storia viene raccontata dal punto di vista della ragazzina e quindi è un po' tutto "ricamato"

    RispondiElimina
  4. Non avevo maimai sentito parlare di questo libro! L'idea mi sembra originale, inoltre sono anch'io notturna (ovviamente e fortunatamente non per il suo stesso motivo ahah). Aggiunto in wl, ti farò sapere c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono molto curiosa di sapere se ti piacerà o meno :3

      Elimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione | Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maar

Hey belli ♥ oggi vi lascio la recensione di questo meraviglioso libro. Finalmente sono riuscita a scrivere qualcosa di decente. Forse. Titolo: Il trono di ghiaccio ( Il trono di ghiaccio #1 ) Autore: Sarah J. Maas Pagine: 461 Anno: 2013 Editore: Mondadori Amazon: cartaceo | ebook Nessuno esce vivo dalle miniere di Endovier. Celaena, la migliore assassina nel regno di Adarlan, è lì rinchiusa da un anno e quando le offrono la possibilità di diventare sicario di corte, non esita neppure un istante ad accettare. Ma la lotta è appena all'inizio: Celaena deve affrontare ventitré contendenti. Se vincerà, diventerà la paladina del re e dopo quattro anni di servizio sarà libera. Il Principe Ereditario è il suo maggiore alleato. Il Capitano delle Guardie la protegge. Entrambi la amano. Ma l'amore e il talento non bastano per vincere. Nel castello un pericolo insidioso è in agguato, e ben presto Celaena capisce che le persone di cui fidarsi sono sempre meno... A lei spetta il

Tre anni di Divoratori di Libri ♥

O ggi Divoratori di libri compie ben tre anni ! Ma voi ci credete? Tre anni è un traguardo che mai mi sarei aspettata, considerando il fatto che sono un tipo che inizia cento cose e ne lascia a metà novantanove.. ma la passione per la lettura è sempre rimasta anzi, cresce sempre di più ogni anno. Se dovessi ringraziare il blog per un motivo in particolare, sarebbe proprio questo, il fatto che mi abbia fatto crescere tantissimo! Non voglio continuare con frasi sdolcinate e commoventi perché tanto sono le stesse ogni anno, però non posso fare a meno di ringraziare ancora una volta i miei 543 lettori (vorrei citarvi ad uno ad uno, ma rischio di fare una figura di merda perché sicuramente dimenticherei qualcuno) e i 1964 lettori della pagina facebook! Siete l'anima del blog e senza di voi Divoratori di libri neanche esisterebbe.  Per l'occasione ho organizzato un giveaway per ringraziare tutti voi che mi seguite. Ringrazio la De Agostini per aver messo a disposizione  Wolf

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Gruppo di lettura #3 Wool di Hugh Howey

Ciao divoratori :3 settimane fa avevo scritto che avrei organizzato un gruppo di lettura. Ero molto indecisa sulla scelta del libro, ma alla fine ho optato per Wool di Hugh Howey per varie ragioni. Volevo scegliere un libro con una narrazione lenta sia per non finire i capitoli in pochi giorni e poi dover aspettare con ansia il recap e sia perché almeno ci godiamo la lettura. Del resto è anche uscito (o uscirà in questi giorni, non ricordo bene) il terzo volume. Quale miglior occasione per iniziare questa trilogia? Il gruppo di lettura inizierà tra qualche settimana, esattamente dopo la fine della scuola. Avete quindi un bel po' di tempo per pensarci e iscrivervi. Titolo: Wool (Silo #1) Autore: Hugh Howey Anno: Ottobre 2013 Editore: Fabbri Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In

Blogger Love Project 3 - DAY 6: Share your blogger love

Ciao, bellissimi. Eccoci al sesto giorno del Blogger Love Project <3 Purtroppo per mancanza di tempo, io e Alenixedda di Da una stella cadente all'altra non siamo riuscite ad organizzarci per il tag a coppia, ma non temete: ci inventeremo qualcosa per recuperare. Nel menu di oggi c'è Share your blogger love , ovvero elencare tutti i nostri blog preferiti in base a dei motivi specifici. Missione a dir poco difficile. Blogger Love Project #3 Le menti geniali :  BRICIOLE DI PAROLE  e  SPARKLE FROM BOOKS . Ogni volta che entro sul blog di Rosa o su quello di Valy non posso che restare sorpresa. Ogni volta hanno sempre qualche idea originale da sfornare. Prima o poi vi rubo qualche rubrica, sappiatelo. L'apprendista grafico:  DOWN THE RABBIT HOLE  ne sa sempre una più del diavolo! La mia bookworm di fiducia :  BOOKS IN THE STARRY NIGHT . Se Giada ama un libro è scientificamente provato che lo ami anche io. Se Giada detesta un libro è scient..ah, no. Se Giada odia