Passa ai contenuti principali

Recensione "La corte di nebbia e furia" (La corte di rose e spine #2) di Sarah J. Maas

Bentornati cari lettori. La recensione di oggi riguarda La corte di nebbia e furia, il secondo volume della serie La corte di rose e spine.

Titolo:  La corte di nebbia e furia
Autore: Sarah J. Maas
Serie: La corte di rose e spine #2
Data di uscita: 18 giugno
Acquistalo qui
Dopo essersi sottratta al giogo di Amarantha e averla sconfitta, Feyre può finalmente ritornare alla Corte di Primavera. Per riuscirci, però, ha dovuto pagare un prezzo altissimo. Il dolore, il senso di colpa e la rabbia per le azioni terribili che è stata costretta a commettere per liberare se stessa e Tamlin, e salvare il suo popolo, infatti, la stanno mangiando viva, pezzetto dopo pezzetto. E forse nemmeno l'eternità appena conquistata sarà lunga a sufficienza per ricomporla. Qualcosa in lei si è incrinato in modo irreversibile, tanto che ormai non si riconosce più. Non si sente più la stessa Feyre che, un anno prima, aveva fatto il suo ingresso nella Corte di Primavera. E forse non è nemmeno più la stessa Feyre di cui si è innamorato Tamlin. Tanto che l'arrivo improvviso e molto teatrale di Rhysand alla corte per reclamare la soddisfazione del loro patto - secondo il quale Feyre dovrà passare con lui una settimana al mese nella misteriosa Corte della Notte, luogo di montagne e oscurità, stelle e morte - è per lei quasi un sollievo. Ma mentre Feyre cerca di barcamenarsi nel fitto intrico di strategie politiche, potere e passioni contrastanti, un male ancora più pericoloso di quello appena sconfitto incombe su Prythian. E forse la chiave per fermarlo potrebbe essere proprio lei, a patto che riesca a sfruttare a pieno i poteri che ha ricevuto in dono quando è stata trasformata in una creatura immortale, a guarire la sua anima ferita e a decidere così che direzione dare al proprio futuro e a quello di un mondo spaccato in due.

Recensione "La corte di nebbia e furia" di Sarah J. Maas

Dopo aver terminato la lettura del primo volume, ho resistito a malapena alla voglia di leggere subito La corte di nebbia e furia e infatti dopo nemmeno un giorno lo avevo già iniziato. Questo è stato uno dei primi esperimenti in lingua di quest'anno e con la Maas avevo avuto brutta esperienza, ma all'epoca ero inesperta, perché infatti con questo non ho avuto difficoltà.

Per certi aspetti l'ho trovato superiore al primo. Se ricordate la prima parte di La corte di rose e spine l'avevo trovata trash, mentre in questo volume la storia è di un altro livello per diversi motivi.
Innanzitutto per i personaggi. Feyre nel primo volume mi aveva lasciato indifferente, mentre qui ha un'evoluzione lenta ma inaspettata e alla fine mi è piaciuta tantissimo. Quello che le è successo l'ha cambiata e anche se all'inizio sembra piangersi addosso, pian piano riscopre sé stessa e le sue potenzialità.

Tamlin già non mi convinceva nel primo volume, ma qui l'ho proprio detestato. Una parte di me però spera che questo personaggio abbia un'evoluzione nei prossimi volumi, perché qui l'ho visto abbastanza statico, anzi possiamo tranquillamente affermare che è cambiato in peggio, anche se tutto sommato trovo che questo cambiamento sia in linea col suo personaggio.

A farmi amare il libro però anche l'approfondimento di personaggi che nel primo volume avevano avuto un ruolo minore e alcune new entry assolutamente gradite. Parlo di Rhysand che avevo già amato nel primo volume e che qui mi ha fatto letteralmente innamorare, entrando a far parte dei miei personaggi maschili preferiti di sempre. Devo ammettere che me lo aspettavo completamente diverso, ma mi è piaciuto comunque tantissimo. Ho amato ogni sfumatura di questo personaggio, ogni singolo momento in cui è presente nella storia. Un personaggio così intenso che più volte mi ha emozionato.

E come non citare personaggi secondari come Cassian, Mor, Azriel e Amren, persino le sorelle di Feyre, che avevo detestato nel primo e qui non mi sono dispiaciute, e ammetto che sono abbastanza curiosa di ritrovarle un'altra volta nei prossimi volumi. Poi vabbè, che ve lo dico a fare, questa serie ha un numero infinito di ship. Davvero, tu leggi e non sai quale coppia adorare di più!

Ah, e lasciatemi dire che la tensione erotica che si respira in questo libro oscurerebbe ogni libro erotico mai scritto! Infatti sconsiglio vivamente di leggerlo in estate perché la temperatura corporea potrebbe aumentare in maniera pericolosa.

L'unico difetto che potrei trovare in questo libro è che la storia di base viene messa un po' da parte o in generale si sviluppa abbastanza lentamente per focalizzarsi principalmente sui personaggi e la parte romance. Infatti abbiamo l'azione vera e proprio soltanto alla fine, eppure questa volta non mi ha dato fastidio più tanto. Possiamo consideralo come una sorta di volume di transizione, di preparazione alla catastrofe inevitabile del terzo volume. La piega finale, d'altronde, promette veramente bene.

SPOILER ALERT⬇️!

⭐Ho amato ogni singolo momento tra Rhysand e Feyre e penso proprio che entrambi siano perfetti l'uno per l'altro. Senza ombra di dubbio sono entrati a far parte delle mie coppie preferite di sempre. Ho amato come il loro rapporto sia sviluppato pian piano,  non affrettato come era successo tra Tamlin e Feyre (seppur non possiamo parlare proprio di insta-love), ma una consapevolezza che arriva lentamente. Il colpo di grazia mi è stato dato dal fatto che i due alla fine sono anime gemelle e, lacrime, lacrime e ancora lacrime. ADORO

⭐Ora, io capisco che c'è gente indignata perché Feyre sembra aver dimenticato Tamlin o perché magari sembra out of character, ma secondo me, per una volta possiamo dirlo, la cosa è stata gestita bene. A me Tamlin nel primo libro non è piaciuto per tutti i motivi che sono stati accentuati in questo secondo volume. L'avevo detto che sembrava uno di quei maschi alpha tipici dei new adult? E qui mi ha dato la conferma che lo è. E capisco bene perché si è comportato in quel modo perché comunque Rhysand non ha un'ottima reputazione, ahimè. Spero davvero con tutto il cuore che questo personaggio si evolva in meglio perché non accetto che sia visto come il cattivo della situazione quando evidentemente non lo è.

FINE SPOILER!

Insomma, la Maas colpisce ancora. Non mi sentivo in questo modo dalla fine de La corona di mezzanotte e chi mi segue sa benissimo quanto ho adorato quel libro, quante emozioni mi ha dato. Posso benissimo paragonare i due libri, non tanto per la trama, completamente diversa, ma piuttosto per quello che mi ha fatto provare durante la lettura.

Pareri su questo libro? 

Il terzo l'ho già letto e appena posso pubblico la recensione.

Commenti

  1. Serie che avevo snobbato, immaginandola sin troppo seriosa...
    A questo punto, sì, un pensiero ce lo faccio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che il primo volume, almeno nella prima metà, è molto trash :D

      Elimina
  2. Io la Maas la adoro e il fatto che io abbia ben 9 libri nella sua libreria (più uno che mi manca e 4 novelle sul kindle) lo dimostra molto bene XD
    Il secondo penso sia stato il mio preferito proprio per via dei nuovi personaggi, di Rhys, della nuova Feyre, di Rhys e sì, anche per il romance (e di Rhys lol)! La cosa delle coppie non mi ha dato fastidio e, anzi,secondo me la Maas qui l'ha gestita molto meglio che in ToG.
    Comunque, sai bene cosa ne penso e soprattutto cosa ne penso dell'ultimo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la maas io sono a quota 6 (cartacei), ma penso che ben presto i suoi libri supereranno quelli della Clare (mi pare di avere tipo 12 volumi?) perché ho intenzione di prendere i libri tradotti in italiano che mi mancano, quindi il quarto volume e il primo di Acotar, e in generale gli altri che non ho de Il trono di ghiaccio - il libro di Chaol e l'ultimo volume. Poi quando verranno tradotti altri suoi libri, prenderò pure quelli XD

      Elimina
  3. Esordirei con MAMMA MIA RHYS *^*. Un personaggio meraviglioso e l’amore che provo per lui è sconfinato ahahah.
    Dall’altro lato però questo libro mi ha preso molto meno del primo (la mia recensione qui) e mi è dispiaciuto davvero tanto.
    Ho trovato Feyre leggermente insopportabile e oltretutto mi sarei più che volentieri risparmiata pagine e pagine sui suoi dilemmi interiori (comprensibili eh, per carità), sicuramente preferendo più azione.
    Leggerò sicuramente il terzo, sperando sia migliore di questo e dia una degna conclusione alla serie ç.ç .
    A presto!
    Rainy

    RispondiElimina

Posta un commento

Scrivi pure il tuo parere. Rispondo appena possibile! Se non vedi subito il tuo commento è perché si trova in attesa di moderazione; lo vedrai solo una volta che sarà approvato (approvo TUTTI i commenti tranne lo spam; inoltre facendo così riesco a rispondere anche quando commenti un articolo scritto anni fa).

Post popolari in questo blog

Recensione "Rovina e Ascesa" di Leigh Bardugo, volume conclusivo della trilogia Grisha

Finalmente condivido con voi la recensione di " Rovina e Ascesa " di Leigh Bardugo , terzo volume della Grisha Trilogy .  UPDATE 30.03.2021 : il libro l'ho letto in inglese perché all'epoca ancora inedito, ma oggi finalmente esce in italiano per Mondadori! Titolo:  Rovina e ascesa Autore:  Leigh Bardugo Serie:  Grisha trilogy 3 Pagine:  288 Editore: Mondadori Anno: 2021 Compralo a 17,95€ "Disprezza il tuo cuore." Era quello che volevo. Non volevo più essere in lutto, soffrire per qualche perdita o per i sensi di colpa, o per la preoccupazione. Volevo essere dura, calcolatrice. Volevo essere impavida. Fino a poco prima mi era sembrato possibile. Ora ne ero meno sicura. L'Oscuro ha ormai esteso il suo dominio su Ravka grazie al suo esercito di creature mostruose. Per completare i suoi piani, gli manca solo avere nuovamente al suo fianco Alina, la sua Evocaluce. La giovane Grisha, anche se indebolita e costretta ad accettare la protezione dell'Appara

Prossime uscite 2021: ALICE OSEMAN, HOLLY BLACK, SARAH J. MAAS, JAY KRISTOFF, LEIGH BARDUGO, ECC.

Buona domenica lettori, siete pronti ad una carrellata di novità ? Ecco le prossime uscite che troveremo in libreria nel 2021. IO STO URLANDO E PIANGENDO perché voglio almeno buona parte di questi libri! Non vedo l'ora! Prima di iniziare con le notizie, tre cose: 1) chiedo umilmente scusa alle case editrici per aver rovinato la sorpresa, ma insomma, una volta trovate queste notizie non potevo proprio fare finta di niente (e urlare e soffrire da sola, ecco); 2) come la volta scorsa, metto ISBN così potete controllare voi stessi la veridicità della notizia ed evitate di prendermi per cazzara (cose che poi fate lo stesso, ma dettagli); 3) naturalmente aspettiamo una conferma ufficiale dalle case editrici, però le notizie riportate qui sono comunque VERE perché hanno appunto il codice isbn, l'unica cosa che è incerta è la data di uscita che naturalmente può sempre variare. Ma, insomma, sono libri che arriveranno in librereria AL 100% Ovviamente si inizia sempre dalle notizie più su

Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo

Eccomi qui con la recensione di Sei di corvi di Leigh Bardugo , primo volume di una duologia che si concluderà il 29 ottobre con Il regno corrotto . Titolo: Sei di corvi Autore: Leigh Bardugo Pagine: 440 Editore: Mondadori Anno: 2019 Acquistalo a 15,21€ A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare. Recensione "Sei di corvi" di Leigh Bardugo Questa recensione sarà divisa in due: la parte

Novità in libreria MAGGIO 2021

Ciao lettori e buona domenica, oggi parliamo delle uscite in libreria di maggio. La repubblica del drago , R. F. Kuang (25 maggio) Seguito de  La guerra dei papaveri . Io l'ho già letto in inglese e l'ho adorato, per questo non vedo l'ora di avere la mia copia italiana per fare una rilettura. Se non avete ancora iniziato a leggere questa trilogia, ve la consiglio tantissimo.  Compra La repubblica del drago a 22,80€ Recensione La guerra dei papaveri La chimera di Praga , La città di sabbia , Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor (27 maggio) Ristampa di questa amatissima trilogia con protagoniste appunto chimere e angeli. Il secondo volume contiene anche Notte di marionette e torte , spinoff dedicato a due personaggi secondari. Personalmente il primo non mi è piaciuto e ben poco mi piace questa nuova edizione (preferivo di gran lunga l'altra con le cover psichedeliche... in quel caso sarei stata tentatissima di dare una seconda opportunità), quindi non la comprerò.

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri