Passa ai contenuti principali

Recensione "L'acciaio sopravvive" di Richard K. Morgan

Ciao a tutti, oggi vi lascio la recensione de ‘l’acciaio sopravvive’ primo volume della trilogia 'cosa che resta degli eroi' di Richard K.Morgan, acclamato autore cyberpunk della trilogia Altered Carbon da cui hanno anche tratto una serie Tv di  Netflix.

    

Titolo: L'acciaio sopravvive
Autore: Richard K.Morgan
Pagine: 480
Editore: Mondadori (Oscar Fantastica)
Anno di pubblicazione: 2022

"LA GUERRA CONTRO IL POPOLO DELLE SQUAME è finita, ma gli uomini non hanno bisogno di mostri per dilaniarsi tra loro.L'aristocratico Ringil Eskiath, giovane eroe del- la resistenza, vive in esilio volontario, disprezzato per la sua omosessualità. Egar Rovina del Drago, capo dei barbari delle steppe, non trova pace tra gli agi del Sud ma neppure nella semplice vita guerresca della sua vecchia patria. Archeth Indamaninarmal, ultima erede degli alieni Kiriath e della loro tecnologia prodigiosa, cerca di far progredire l'Impero dei mortali e affoga il proprio senso di abbandono nelle droghe. Tre solitudini, tre eroismi rinnegati e incompresi, tre vite spezzate che si sono conosciute durante il conflitto, legandosi in un'amicizia che adesso dovrà affrontare una nuova sconvolgente minaccia."

RECENSIONE "L'ACCIAIO SOPRAVVIVE" DI RICHARD K. MORGAN

Ecco mai titolo del libro e della serie fu più azzeccato, la storia infatti ci viene narrata dal POV alternato di tre personaggi che furono protagonisti di una feroce e vittoriosa battaglia a Gola della Forca contro il popolo delle Lucertole/Draghi, assistiamo a quel che resta della loro vita post battaglia, a quello che resta appunto di quegli eroi di un tempo che ormai sono stati dimenticati e si trovano davanti ad una vita normale, lontana dalla gloria passata, anche se forse ancora non per molto...perché in fondo restano sempre di acciaio temprato che mai si spezza, e che acciaio!


Ringil, figlio dell’aristocrazia, eroe di guerra e combattente fenomenale, ma omosessuale e per questo malvisto da tutti compresa la sua famiglia, rischia per questo più volte la pena capitale che lo avrebbe portato ad una morte atroce a causa delle assurde leggi della morale pubblica. Decide pertanto di andare in volontario esilio per essere libero di fare come più gli pare, sopravvive narrando le sue gesta vittoriose di un tempo e fungendo da sterminatore locale in una piccola cittadina di confine.

Egar del popolo delle Steppe, Rovina del Drago, dopo la guerra torna al nord per assumere al ruolo ereditario di capoclan, ma il suo cuore e la sua anima continuano a restare sui campi di battaglia e sulle terre più moderne del sud a cui non avrebbe mai rinunciato volontariamente. Si ritroverà a dover combattere la sua stessa famiglia per questioni di potere.

Archet, figlia mezzosangue del popolo alieno dei Kiriath intervenuto a difesa degli umani durante la battaglia con le lucertole, ma che inspiegabilmente, almeno per noi, la abbandona sulla terra a dannarsi l’anima e a fare uso di droga per sopravvivere mentre fa da balia al suo imperatore che non rispetta e condivide.

La storia si svolge seguendo le vicende alternate dei tre eroi che apparentemente viaggiano su binari diversi fino a convergere improvvisamente nelle ultimissime pagine del libro e a farli tornare di nuovo insieme in un’impresa sulla carta impossibile per combattere un popolo alieno oggetto di antiche leggende e impalpabile come l’aria.


Bisogna innanzitutto premettere che il libro non è adatto a tutti, è molto duro, crudo, con un linguaggio a tratti volgare e scurrile, scene di sangue, sesso e violenza. Il libro infatti fa parte del genere Grimdark, dove i personaggi sono molto lontani dai tipici eroi delle leggende e del fantasy, regna sovrano invece il realismo, il cinismo e una descrizione molto cruda degli eventi. Tutto questo non mi disturba, mi piace questo genere, ed è perfetto con la narrazione e lo stile del libro, anche se non sempre necessario, ma è bene specificarlo per non trovarsi sorpresi.

I protagonisti non sono assolutamente degli eroi senza macchia e paura, perfetti come nelle favole, non sono completamente buoni o cattivi, ma solo persone vere con i loro mille difetti ed imperfezioni. Troverete tutto il peggio della società umana: corruzione, pedofilia, schiavitù, prostituzione, discriminazione.


Il Worldbuilding è davvero complesso e forse troppo, siamo in un mondo probabilmente post-apocalittico con una struttura politica di cui non sappiamo nulla, popolato da umani e varie creature aliene di cui non sappiamo nulla, si parla di una guerra avvenuta dieci anni prima di cui non sappiamo nulla, insomma un grande buco nero!

Ci sono dei flashback che ci fanno intuire per sommi capi la storia, ma è davvero tutto talmente complesso che non sono certo sufficienti! Veniamo buttati dentro ad un mondo nuovo e viene dato tutto per scontato come se noi sapessimo quanto accaduto nella storia precedente che ha portato alle vicende del libro! Questo mi ha disturbato tantissimo, è come se mi mancassero dei pezzi per comprendere il quadro generale, il libro è scorrevole, ma appunto bisogna fermarsi spesso per rileggere certi passaggi perché non sapendo certe cose bisogna fare una fatica immensa che raccapezzarcisi e la lettura viene inevitabilmente rallentata. Lo stile di scrittura richiama molto Joe Abercrombie, però nei suoi libri almeno la storia è lineare e chiara, qui invece è davvero un grande casino 😅.


Quindi sorvolando sulla trama vera e propria restano i tre protagonisti la vera forza del libro, Rigil su tutti visto l’ampio spazio che gli viene dato rispetto agli altri e visto che praticamente parte tutto dalla missione affidatagli dalla madre, liberare una cugina finita in schiavitù.
Mi è piaciuto tantissimo, è un personaggio complesso, pieno di ombre e sofferenza, cinico, ormai ne ha viste talmente tante nella sua vita da non restare più stupito di nulla, ma comunque animato da un forte senso di giustizia. Avrà un percorso difficile, il libro inizia con un uomo provato, ma pieno di ideali e si conclude con uomo sempre più disilluso e privato di tutto ciò che di buono gli era rimasto. Sono eroi che hanno dato e perso tanto che non si vantano di nulla, non si preoccupano del futuro, ma solo del presente per far comunque funzionare un mondo marcio fino al midollo.


Ecco diciamo che questo libro è stato per me una gigantesca introduzione alla storia vera e propria, avrei sfoltito molte scene inutili (si apre scena, scena di sesso tra due personaggi così di botto e a caso, scena si chiude ?????) e aggiunte invece spiegazioni necessarie vista la complessità del quadro sociopolitico! Visto però il finale resto ovviamente curiosissima di leggere il seguito, nella speranza di avere la rivelazione che tanti hanno avuto e di gridare al capolavoro!


Un libro fuori dagli schemi, imprevedibile, forte in tutti i sensi possibili, che si ama o si odia. Voi da che parte state? Vi piace il genere Grimdark?


        3,5 ⭐⭐⭐


Alessia

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida di lettura: "Devil's Night" di Penelope Douglas

 Buongiorno lettori, oggi volevo parlarvi della serie dark romance Devil’s Night della regina di TikTok ovvero Penelope Douglas , ovvero Corrupt, Hideaway, Kill Switch e Nightfall. Vi darò una breve introduzione sulla serie, una spiegazione dei personaggi principali e l’ordine di lettura , e anche un breve commento sui libri singoli. I libri sono in ordine di lettura, in modo che sappiate esattamente dove iniziare, come continuare e soprattutto dove finire con la storia dei Cavalieri! Titolo:  Corrupt - Il mio sbaglio più grande (Devil's Night 1#) Autrice : Penelope Douglas Pagine:   448 Editore:  Newton Compton Editori Pubblicazione: 10 Gennaio 2023 Traduttore: Laura Lancini Trama:  “Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha

Recensione "Nevernight. Mai dimenticare" di Jay Kristoff (o anche "Tutto quello che non mi è piaciuto del libro")

Ciao lettori, oggi recensione di Nevernight - Mai dimenticare , primo volume delle Cronache dell'Illuminotte , scritto da Jay Kristoff . Come già vi anticipo nel titolo, questo libro non mi è piaciuto. Adesso cercherò di spiegarvi per bene perché, cercando di evitare gli spoiler. Quei pochi che ho inserito sono stati oscurati, evidenziateli con il mouse per leggerli :D Titolo: Nevernight. Mai dimenticare Serie: Gli accadimenti di Illuminotte 1 Autore: Jay Kristoff Pagine: 462 Editore: Mondadori (Oscar Fantastica) Anno: 2019 (ita), 2016 (eng) Comprarlo a 17,00€ Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gl

Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buongiorno, oggi recensione de L'estate nei tuoi occhi di Jenny Han , primo volume della Summer Trilogy , lettura perfetta per l'estate!  Titolo: L'estate nei tuoi occhi (The summer trilogy #1) Autore: Jenny Han Editore: Piemme Anno: 2014 Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto. Stranamente questo libro mi è piaciuto. È raro che uno young adult mi appassioni, eppure è stato così. Belly ogni anno non vede l'ora c

Recensione "Frankenstein" di Mary Shelley

Ciao lettori! Oggi vi parlo di Frankenstein di Mary Shelley che ho letto per la The Goose Reading Challenge (link nella sidebar) . Sono curiosa di sapere il vostro parere perché a me non ha fatto particolarmente impazzire :( Titolo: Frankenstein Autore: Mary Shelley Pagine: 258 ebook 0,99€  |  cartaceo 13,06 Capolavoro della letteratura gotica affermatosi con rara potenza nell’immaginario collettivo, dalla sua pubblicazione nel 1818 il romanzo di Mary Shelley non ha mai smesso di eccitare la fantasia di lettori e artisti di tutto il mondo. Opera fondamentale per lo sviluppo del genere horror e di quello fantascientifico, la storia del giovane Frankenstein che riesce a dar vita a una “creatura” assemblata con parti di cadaveri colpisce ancora oggi per l’attualità delle questioni affrontate, dalla sfida dell’uomo ai limiti posti dalla natura al desiderio di poter sfuggire alla morte. In questa edizione di pregio, il mondo perturbante del romanzo trova perfetta rappresentazio

Recensione "Divergent" di Veronica Roth

Ciao lettori, vi lascio la recensione di Divergent , primo volume di una trilogia distopica scritta da Veronica Roth . Titolo: Divergent Autore: Veronica Roth Anno: 2011 Genere: distopico Editore: De Agostini Prezzo: € 14,90 Divergent trilogy: Divergent #1 Insurgent #2 Allegiant #3 ⇨  Link d'acquisto La società distopica in cui vive Beatrice Prior è suddivisa in 5 fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sincerità, altruismo, coraggio, concordia e sapienza. Il momento cruciale nella vita dei cittadini è il Giorno della Scelta, che cade allo scoccare del 16° compleanno: ogni giovane sceglie a quale fazione votare il proprio futuro. Ora tocca a Beatrice, e la sua scelta non solo sorprenderà tutti, ma segnerà per sempre il suo destino. Nella fase iniziale altamente competitiva, la protagonista rinominando se stessa (Tris), lotta per determinare chi sono realmente i suoi amici, interrogandosi se la sua storia d'amore possa adattarsi alla vita che ha scelto. Cat

Recensione "Fidanzati dell'inverno. L'attraversaspecchi" di Christelle Dabos

La recensione di oggi riguarda Fidanzati dell'inverno di Christelle Dabos il primo volume della famosissima serie francese L'Attraversapecchi . Vi consiglio vivamente di evitare la trama del libro e passare direttamente alla recensione perché, per quel che mi riguarda, dice anche troppo! Titolo: Fidanzati dell'inverno Autore: Christelle Dabos Serie: L'Attraversaspecchi 1 Pagine: 382  Editore: Edizioni e/o Anno: 2018 (ita), 2013 (fr) comprarlo a 12,99€ L’Attraversaspecchi è una saga letteraria in tre volumi che mescola Fantasy, Steampunk e Belle Époque, paragonata dalla stampa francese alle saghe di J.K. Rowling e Philip Pullman. Fa da sfondo un universo composto da 21 arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra. La protagonista, Ofelia, è originaria dell’arca “Anima”; una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatri

10 libri che usciranno nei prossimi mesi

Lo so, avrete visto ovunque i libri che usciranno nei prossimi mesi in libreria , e io ne ho parlato anche su facebook e instagram, ma non qui. Perciò ne approfitto per fare il punto della situazione e far conoscere le nuove uscite a quei poveri cristi non molto social che ne sanno ben poco. Iniziamo subito! 10 libri che usciranno nei prossimi mesi 28 Agosto - La ragazza nella torre, di Katherine Arden Si tratta del seguito de " L'orso e l'usignolo ", una delle mie letture preferite dell'anno. Non vedo l'ora di scoprire come proseguiranno le avventure della nostra coraggiosissima protagonista nelle terre della Russia medievale. Se amate le protagoniste coraggiose e indipendenti, il folklore russo (o se volete conoscerlo), l'atmosfera magica-fiabesca, allora dovete assolutamente recuperare questo libro. Di seguito la trama del secondo volume che non vedo l'ora di leggere. Titolo: la ragazza nella torre Autore: Katherine Arder Serie: La notte

Ops.. I did it again! Nuova grafica + post random

Ok, l'ho fatto di nuovo. Ho creato una nuova grafica I regret nothing . Quella precedente mi piaceva tantissimo, ma boh, l'accademia sta tirando fuori la parte più creativa di me e così ho partorito questo template. Sono particolarmente orgogliosa di questa grafica per due motivi: (a) l'ho realizzata tutta io , nel senso che ho fatto anche l'header e la scritta (no, non è una font ) con le miei manine+illustrator (amore incondizionato per questo programma ♥ come ho fatto a vivere senza di lui per tutto questo tempo?), (b) perché è la grafica che ho sempre voluto : semplice e con un header che mi rappresenti . Insomma, sono tanto orgogliosa del risultato e della nuova mascotte del blog *salutate il panda*.  Spero piaccia tanto anche a voi ♥ Il secondo motivo di questo post. Ultimamente sono stata un po' assente, tranne per pubblicare qualche post di sfuggita e lasciare un paio di commenti. Il motivo è sempre lo stesso: mi sento molto creativa e mi sto dando da

Crescent City di Sarah J. Maas BLOGTOUR: La casa di terra e sangue

Oggi esce " Crescent City - La casa di terra e sangue" di Sarah J. Maas , primo volume di una nuova serie (trilogia) adult fantasy. In questa tappa vi presenterò una delle case del libro e vi darò una piccola opinione sul libro, il tutto ovviamente senza spoiler . Titolo: Crescent City - La casa di terra e sangue Serie: Crescent City 1 Autore: Sarah J. Maas Pagine: 708 Anno: 2020 Editore: Mondadori Compralo a 9,99€ Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d'arte e di notte passa da una festa all'altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. D

Recensione "Una dote di sangue" di S. T. Gibson

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di Una dote di sangue di S. T. Gibson. Titolo: Una dote di sangue Autorə: S. T. Gibson Pagine: 336 Editore: Oscar Mondadori Anno: 2022 Acquistarlo a 17,10€ o ascolta l'audiolibro  Gli uomini che hanno ucciso la sua famiglia e bruciato la sua casa l'hanno lasciata a terra agonizzante, vittima di una guerra che nessuno ricorda più. Ma un misterioso straniero riccamente vestito la trova, la salva a un soffio dalla morte e le dona una nuova vita e un nuovo nome: Constanta, colei che è determinata a vivere. È così che la figlia del fabbro di un villaggio della Romania medievale diventa la sposa perfetta per un re immortale. Insieme attraversano i secoli e i paesi, da Vienna alla Spagna, da Pietrogrado a Parigi. Quando però lui coinvolge nella sua rete di passioni e inganni anche una machiavellica gentildonna e un attore squattrinato, Constanta inizia a capire che il suo amato è capace di atti orribili. E dopo essersi alleata con i suoi cons