Passa ai contenuti principali

Recensione "Gli scomparsi di Chiardiluna" di Christelle Dabos (secondo volume della serie L'attraversaspecchi)

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione de "Gli scomparsi di Chiardiluna" di Christelle Dabos, seguito di Fidanzati dell'inverno. Premessa: nella recensione non ci sono spoiler, però NON LEGGETE LA TRAMA perché è un po' spoilerosa...

Titolo: Gli scomparsi di Chiardiluna
Autore: Christelle Dabos
Serie: L'attraversaspecchi 2
Pagine: 562
Anno: 2019
Editore: Edizioni e/o
Compra a 12,99€

Secondo volume della saga dell'Attraversaspecchi (dopo il primo, "Fidanzati dell'inverno"). Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell'arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all'interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l'inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell'indagine solo per amore di Thorn, l'uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...


Recensione "Gli scomparsi di Chiardiluna" di Christelle Dabos

Sono felice che con il #leggiamoserie* sia stata scelta proprio la saga L'Attraversaspecchi, altrimenti chissà quando l'avrei letta! La storia creata da Christelle Dabos mi sta prendendo più di quanto mi aspettassi!

Questo secondo volume inizialmente l'ho trovato più lento rispetto Fidanzati dell'inverno e confesso che ad un certo punto avevo paura che non mi piacesse. Infatti ho avuto quella impressione che di solito avverto con i primi volumi di una serie, ovvero che fosse "introduttivo". Non so come descrivere diversamente questa sensazione, ma in questo libro ci sono aspetti "negativi" (che poi non lo sono del tutto) che di solito troviamo in un primo volume e sui quali chiudiamo facilmente un occhio.

Sicuramente è una situazione dettata dal fatto che parte del worldbuilding resta ancora misterioso o perché i personaggi secondari sono ancora poco caratterizzati.
Effettivamente questi sono gli unici difetti che mi hanno permesso di non apprezzare del tutto il romanzo, anche se nel complesso non posso negare che mi sia piaciuto molto!

@divoratoridilibri
Superata la metà la lettura acquista ritmo e diventa molto coinvolgente. Infatti quella parte l'ho letta in pochissime ore e ho fatto fatica a staccarmi dal libro! Il fatto che sia una storia ricca di misteri sicuramente giova a suo favore perché il lettore è avido e vuole saperne sempre di più. Inoltre la Dabos è brava perché dà solo una parte delle risposte però senza lasciare insoddisfatti e frustrati. La questione del world-building, che dopo due libri resta a tratti ancora da scoprire, diciamo che è una lama a doppio taglio. Da un lato si ha quella sensazione di cui vi parlavo, dall'altro sono felice che alla fine abbiamo avuto parte delle risposte che ci siamo posti durante la lettura.

Riguardo lo stile devo dire che mi piace, però farei anche a meno di alcuni aggettivi continuamente ripetuti (i famosi denti cavallini della zia) e apprezzerei descrizioni più precise riguardo altri personaggi. Infatti se Ofelia e Thorn non faccio fatica ad immaginarmeli, visto la vivida descrizione che ci dà l'autrice, faccio un pochino più fatica ad immaginarmi Berenilde, Archibald, ecc.

Ciononostante non posso non apprezzare i personaggi de L'Attraversaspecchi! Ofelia si riconferma un'ottima protagonista, anzi, qui la mia stima nei suoi confronti è cresciuta a dismisura. Finalmente acquista molta più consapevolezza di sé e riesce in qualche modo ad emergere. Faruk mi è piaciuto tantissimo nonostante rimanga ancora un personaggio enigmatico. Ho apprezzato parecchio i suoi ricordi e non vedo l'ora di saperne di più. Mi piace sempre di più anche Archibald, ma vorrei con tutto il cuore che la Dabos gli desse più spazio. Mentre un personaggio che purtroppo mi lascia ancora indifferente è Thorn. Di lui purtroppo non riesco ancora a farmi un'opinione, e non so nemmeno perché visto che solitamente personaggi di questo tipo mi piacciono parecchio. Non sono una fan nemmeno della coppia Thorn-Ofelia e sono felice che il romance in questo libro abbia pochissimissimo spazio. Non me lo aspettavo. Il titolo del primo volume mi ha portata fuoristrada!

Insomma, una storia non priva di difetti, ma che mi sta appassionando tantissimo. A breve inizierò La memoria di Babel e non sto più nella pelle!

Fatemi sapere cosa ne pensate!


L'ATTRAVERSASPECCHI: Fidanzati dell'inverno, Gli scomparsi di Chiardiluna, La memoria di Babel, La tempete des échos

*il #leggiamoserie è un'iniziativa instagram creata da me e @arya_ravengirl con lo scopo di leggere intere serie fantasy o di fantascienza. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tre anni di Divoratori di Libri ♥

O ggi Divoratori di libri compie ben tre anni ! Ma voi ci credete? Tre anni è un traguardo che mai mi sarei aspettata, considerando il fatto che sono un tipo che inizia cento cose e ne lascia a metà novantanove.. ma la passione per la lettura è sempre rimasta anzi, cresce sempre di più ogni anno. Se dovessi ringraziare il blog per un motivo in particolare, sarebbe proprio questo, il fatto che mi abbia fatto crescere tantissimo! Non voglio continuare con frasi sdolcinate e commoventi perché tanto sono le stesse ogni anno, però non posso fare a meno di ringraziare ancora una volta i miei 543 lettori (vorrei citarvi ad uno ad uno, ma rischio di fare una figura di merda perché sicuramente dimenticherei qualcuno) e i 1964 lettori della pagina facebook! Siete l'anima del blog e senza di voi Divoratori di libri neanche esisterebbe.  Per l'occasione ho organizzato un giveaway per ringraziare tutti voi che mi seguite. Ringrazio la De Agostini per aver messo a disposizione  Wolf

Albion di Bianca Marconero | Recensione

Buon pomeriggio lettori <3 Per questa settimana ho finito con le lezioni e non posso che essere più felice di così, anche se ho una decina di esercizi di graphic design da fare e un paio di foto da scattare per fotografia >_<  Ma pensiamo ai lati positivi, come ad esempio al fatto che potrò leggere tanto ** Adesso vi lascio la recensione di un libro gentilmente inviatomi dall'autrice (ma che avrei letto comunque :P). Buona lettura! Titolo: Albion Serie: Albion #1 Autrice: Bianca Marconero Editore: Limited Edition Books Anno: 2013 Compra su amazon Marco Cinquedraghi è un ragazzo privilegiato, ma non fortunato. Cresciuto senza madre, privato del fratello maggiore, morto misteriosamente, il giorno del funerale del nonno riceve la notizia che gli sconvolgerà la vita: dovrà partire per l'Albion college, la misteriosa scuola in cui, da sempre, si diplomano i Cinquedraghi. Ma il blasonato collegio svizzero riserva non poche sorprese: si studia il sassone, ci si conf

Iscrizioni gruppo di lettura "Io prima di te" di Jojo Moyes

Buongiorno, lettori. Come avete capito dal titolo, oggi aprono le iscrizioni per il gruppo di lettura di Io prima di te di Jojo Moyes ! Vi chiedo scusa se non sono riuscita a pubblicarlo prima (infatti volevo farlo la scorsa settimana), ma ho avuto problemi di connessione. Ad ogni modo vi lascio con la scheda del libro e le altre informazioni su come si svolgerà il gruppo di lettura, blah blah blah. Titolo: Io prima di te Autore: Jojo Moyes Pagine : 312 (kindle)\391 (cartaceo) A ventisei anni Louisa Clark sa tante cose. 
Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tut

Alice, Dorothy & Wendy: recensione "Peter Pan" di James M. Barrie

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di " Peter Pan " di James Matthew Barrie . Ringrazio la casa editrice per la copia omaggio e Coffee&Books per aver organizzato il blogtour (qui la mia tappa con le curiosità sui tre classici ) e review party. Titolo: Alice, Dorothy & Wendy Autore: Lewis Carroll, L. Frank Baum, James M. Barrie Pagine: 540 Editore: Mondadori (Oscar Draghi) Anno: 2020 Compralo a 23,75€ Alice e le sue avventure nel favoloso Paese delle Meraviglie, di là e di qua dallo specchio. Wendy, l'amica di Peter Pan che per molti lettori è la vera eroina dei romanzi con il bambino che non vuole crescere. Infine Dorothy, la piccola protagonista portata da un tornado nel fantastico mondo di Oz. Tre ragazzine curiose e audaci, al centro di tre grandi classici che, ciascuno a suo modo, hanno saputo celare sotto le spoglie del racconto di fantasia messaggi e metafore della vita. Questo libro è l'occasione per rileggere i tre romanzi - "Le avventure

Cercando Alaska - John Green ● Recensione.

Ciao lettori. Avevo annunciato su faccialibro la mia assenza, ma mi mancavate e dopo due giorni di intenso studio avevo bisogno di un po' di svago. Finalmente pubblico questa benedetta recensione. Titolo: Cercando Alaska Autore: John Green Anno: 2005 Editore: Rizzoli * Estratto * Miles Halter, solitario collezionista di Ultime Parole Famose, lascia la tranquilla vita di casa per cercare il suo Grande Forse a Culver Creek, una prestigiosa scuola in Alabama. È qui che conosce Alaska. Brillante, buffa, svitata, imprevedibile e molto sexy, per Miles diventa un enigma, un pensiero fisso, una magnifica ossessione. Ho iniziato il libro con da un lato aspettative enormi (cavolo, stiamo parlando di John Green!), dall'altro un po' basse. Sembra non aver senso (e molto probabilmente non avrà senso), ma è così XD la trama del libro non mi ispirava molto..eppure ne sentivo parlare benissimo e sapevo già che lo stile dello scrittore fosse belli